Dopo aver provato le Philips A1-PRO, prodotto indirizzato ad un utilizzo DJ, oggi la stessa casa olandese ci offre la possibilità di provare quelle che potrei definire il fiore all’occhiello della collezione di cuffie a marchio Philips: sto parlando delle Fidelio X2.

Philips Fidelio X2 – Offerte

Philips Fidelio X2 – Videorecensione

Philips Fidelio X2 Cuffie
Confezione scarna, ma (anche da sole) le Fidelio X2 trasudano qualità

Philips Fidelio X2 – Unboxing e prime impressioni

L’unboxing è a dir poco fulmineo: una volta aperta la scatola, troviamo le nostre cuffie, il cavo jack da 3.5mm lungo circa 3m e un adattatore avvitabile da 6.3mm. Il cavo è inoltre rivestito in tessuto, per evitare “ingarbugliamenti” e aumentarne la resistenza.

Essendo cuffie pensate per un uso professionale da studio, non hanno “fronzoli” come i tasti multimediali o il microfono sul cavo: questo ci fa capire che non sono cuffie pensate per un uso “street”, soprattutto viste le dimensioni importanti e l’impossibilità di essere ripiegate su sé stesse.

Philips bada al sodo: non ci ha fornito niente di troppo, il minimo indispensabile. Lascia che sia la qualità del prodotto a parlare, e fa benissimo. Le specifiche tecniche riportate sulla scatola, inoltre, ci anticipano fin dal principio la qualità sonora delle cuffie che andremo a provare:

  • Sistema acustico: aperto
  • Risposta in frequenza: 5 – 40.000 Hz
  • Tipo di magnete: Neodimio
  • Potenza in ingresso massima: 500 mW
  • Distorsione: < 0,5%
  • Impedenza: 30  ohm
  • Sensibilità: 100dB @ 1mW
  • Diametro altoparlante: 50  mm
Philips Fidelio X2 Materiali
Philips ci offre materiali di prima qualità per queste Fidelio X2

Philips Fidelio X2 – Design e costruzione

Il design di queste Fidelio X2 è piacevole: colorazione total-black con solo qualche scritta bianca in vista, non ci sono particolari dettagli “fashion” a parte la griglia metallica dei padiglioni, ma trattasi di uno stile piacevolmente sobrio e professionale.

Trattandosi di cuffie per un utilizzo indoor, non sono ripiegabili, le dimensioni sono importanti e anche il peso è abbastanza elevato (380gr).

I materiali utilizzati sono di primissima categoria; trattasi di alluminio, velluto per ricorprire i cuscinetti dei padiglioni e vera pelle per l’archetto. Tutto trasuda qualità. Ogni parte della cuffia è curata nel minimo dettaglio: d’inverno devo dire che la cuffia è fredda e pesante al tocco, ma decisamente solida e resistente.

La costruzione è impeccabile: nessun movimento strano, nessuno scricchiolio. I padiglioni in memory foam ricoperti di velluto sono comodissimi e evitano che si possa sudare dopo utilizzi prolungati, e soprattutto sono removibili, per assicurare possibilità di cambiamento e adattamento ai più svariati utilizzi.

Il comfort è assicurato da una banda morbida e traspirante che poggia sulla nostra testa in maniera delicatissima, rendendo l’utilizzo prolungato un piacere. Nonostante ciò, alla lunga si può sentire il peso delle cuffie direttamente sulle orecchie, ma niente di preoccupante.

Avendo la testa abbastanza grande, devo ammettere di aver apprezzato molto l’auto-regolazione delle cuffie a seconda del tipo di utilizzatore, senza dover “allungare” determinate parti della cuffia manualmente: la posizione è sempre perfetta, in ogni caso.

Philips Fidelio X2 Sound
Sound pazzesco per le Fidelio X2 di Philips!

Philips Fidelio X2 – Performance e resa sonora

Per definire l’esperienza d’uso con queste Philips Fidelio X2 l’aggettivo giusto è “divertente”. La riproduzione rasenta la perfezione, il volume massimo è molto alto e il sound-stage è pazzesco.

Ho trovato ottimo il bilanciamento delle frequenze, con bassi corposi, alti limpidi e medi perfetti. Non hanno un’equalizzazione proprio “flat” in quanto i bassi sono un pochino più spinti, ma niente di fastidioso.

Sono cuffie da studio, ma non hanno bisogno di amplificazione per regalare soddisfazioni. Sentite su un “semplice” Macbook il volume e la qualità sono sopra la media. Con un amplificatore la situazione migliore ulteriormente, grazie ad una maggiore nitidezza che rende l’ascolto di queste Fidelio X2 qualcosa che può variare tra divertente, emozionante e unico a seconda dei generi musicali.

Sono cuffie che hanno bisogno di rodaggio, che dopo le 200+ ore potranno esprimere al meglio il loro potenziale, quindi se appena prese vi sembrano un pochino “chiuse” armatevi di pazienza e non rimarrete delusi.

Ho provato queste cuffie con diversi generi musicali, e questa è la mia personalissima pagella:

  • Elettronica 9,5: l’elettronica è sopra la media delle cuffie monitor, con bassi maggiormente presenti e morbidi. Essendo però delle cuffie per un utilizzo a tutto tondo, non hanno dei bassi predominanti, seppur piacevolissimi: anche i bassofili saranno soddisfatti, seppur quasi sempre un amante della musica elettronica vuole bassi spropositati, che qui non troviamo. C’è un’incredibile fedeltà e un elevato volume, ma non è una cuffia “sbilanciata” verso questo particolare genere. Detto ciò, resta fantastica la riproduzione di musica elettronica.
  • Rock 9,5: il rock riesce ad essere “esplorato” in maniera fantastica da queste Fidelio X2. Che sia rock classico, “brutal” o più moderno, ogni strumento viene riprodotto egregiamente, con una pulizia incredibile. I bassi sono ben regolati, la batteria resa alla grande e la chitarra sembra vibrare come fosse un live. Livelli altissimi.
  • Classica 9,5: poco da dire se non che la limpidezza e l’ampiezza del suono rendono perfette tutte le frequenze morbide della musica classica: violini, pianoforte, tamburi, qualsiasi strumento risuona perfettamente, riuscendo addirittura a riconoscerli singolarmente.

Altrettanto egregiamente queste cuffie hanno affrontato l’utilizzo con film e videogiochi: grazie all’ottimo sound-stage, ai bassi ben calibrati e l’audio cristallino, sarà facile immergersi completamente in mondi virtuali. Un’esperienza appagante a tutto tondo.

L’isolamento acustico è praticamente inesistente, trattandosi di cuffie aperte: sentiremo ogni cosa intorno a noi, e allo stesso modo chi ci circonda sentirà cosa stiamo ascoltando.

Questa caratteristica permette però un suono limpido, naturale e che non ci “affatica”, facendo respirare i nostri padiglioni.

Alla fine di questo periodo di prova, posso affermare senza dubbio di aver trovato in queste Philips Fidelio X2 la migliore esperienza sonora tra tutte le cuffie che ho provato finora.

Philips Fidelio X2 Considerazioni
Philips Fidelio X2 in sintesi: grande cuffia in un grande corpo

Philips Fidelio X2 – Conclusioni

Philips aveva già fatto le cose in grande con la prima versione della gamma Fidelio con le X1. Queste X2 vanno a migliorare i pochi difetti della precedente, con dei bassi leggermente più corposi e meno freddi, i padiglioni intercambiabili e un cavo più sottile.

Più leggere ma sempre abbastanza pesanti, sono cuffie per un uso esclusivamente indoor: la trasportabilità è ai minimi storici e l’unico cavo fornito è lungo 3m, ma i difetti finiscono qui.

Costruzione fantastica, materiali di prima classe, comfort elevato e suono pazzesco: per il tipo di utilizzo a cui sono destinate queste cuffie, le Philips Fidelio X2 si avvicinano molto (ma moooolto) alla perfezione. Il prezzo elevato che qualcuno potrebbe obiettare è solamente un’ovvia conseguenza della qualità di queste cuffie. Non manca nulla, troviamo tutto ciò che una cuffia monitor dovrebbe assicurare, dimostrandosi al top in ogni ambito.

Philips Fidelio X2 – Galleria fotografica

Philips Fidelio X2 – PRO

  • Qualità sonora pazzesca
  • Materiali pregiati
  • Comfort elevato
  • Padiglioni in velluto anti-sudore
  • Design piacevolissimo
  • Cavo estraibile, lungo e resistente

Philips Fidelio X2 – CONTRO

  • Dimensioni e peso importanti
  • Prezzo elevato

I nostri voti

Design9.5
Materiali e costruzione10
Ergonomia e comfort9.5
Trasportabilità6.5
Performance9.5
Funzionalità e dotazione7.5
Rapporto qualità-prezzo8
Voto finale8.6

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: