Mentre Facebook punta a censurare qualsiasi tipo di nudità segnalata dall’utenza (certe volte creando delle situazione da Epic Fail), Pinterest prende la palla al balzo e va in controtendenza. Ok il nudo ma a patto che sia un nudo artistico. E’ questa la decisione presa dai vertici del sito, annunciata di recente anche dall’accreditata testata giornalistica Financial Times.

Eppure Pinterest nelle sue norme di utilizzo citava esplicitamente “No nudo, no nudo parziale, no pornografia“; con questa nuova delibera ha aggiustato il tiro dando alla possibilità a tutti i Pinner di poter pubblicare e condividere con tutta tranquillità foto artistiche e quadri dei più celebri autori internazionali.

A confermare l’arrivo di questa nuova possibilità sono gli stessi fondatori di Pinterest in un’intervista al quotidiano sopra citato, tali Paul Sciarra e Evan Sharp:

Pinterest è nata per consentire di esprimere le proprie passioni e la gente è appassionata di arte e l’arte include anche nudi. Dobbiamo necessariamente far posto a questa richiesta.

E’ vero, la soglia che distingue il nudo artistico alla foto puramente osè, alle volte, è davvero minima ma – Per Diana! – la sappiamo distinguere una Venere di Milo da una Cicciolina, no?

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: