In Florida, dopo la mezzanotte dello scorso sabato, un uomo ha aperto il fuoco su due teenager che giocavano a Pokémon Go scambiandoli per ladri d’appartamento in cerca di una casa da rapinare. Per fortuna i ragazzi sono usciti incolumi da questo incidente, anche se l’episodio conferma per l’ennesima volta che le meccaniche di gioco del fortunatissimo titolo a realtà aumentata della Nintendo possono esporre a gravi rischi gli utenti più imprudenti.

Non è infatti la prima volta che gli utenti del gioco tormentone si trovano ad affrontare situazioni di pericolo: alcuni giocatori sono investiti da una automobile mentre attraversavano imprudentemente la strada con la testa china sullo schermo dello smartphone, mentre la violazione di domicilio sembra essere ormai diventata una triste consuetudine.

L’uomo che ha sparato sui ragazzi, un trentasettenne della Florida, allarmato dalla presenza di una strana automobile che si aggirava nel vicinato, vedendo a bordo due ragazzi che andavano giù e su per la strada verso l’una a mezza di notte a passo d’uomo, si è insospettito sentendo uno dei due rivolgersi all’altro dicendo “Hai trovato qualcosa?”, e ha pensato che si trattasse di topi d’appartamento in fase di perlustrazione; mai avrebbe potuto pensare che si trattasse di allenatori a caccia di pokémon rari.

pokemon go

Dopo aver raggiunto la loro automobile, l’uomo ha estratto la sua arma e ha intimato ai ragazzi di non muoversi. Questi, colti dal panico, hanno accelerato per tentate di fuggire, causando la reazione dell’uomo il quale, credendo che i due volessero investirlo, ha scaricato alcuni colpi sul mezzo.

I ragazzi inizialmente hanno preferito non rivelare a nessuno quanto accaduto, ma nel momento in cui la madre ha notato che l’auto presentava fori di proiettile e uno pneumatico a terra, hanno dovuto vuotare il sacco. Per fortuna nessuno è rimasto ferito, ma per i ragazzi è stata probabilmente una lezione inestimabile: è meglio usare il buon senso quando si va a caccia di pokémon a notte fonda.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: