Una tastiera ultra sottile, con tasti a corsa molto breve, in cui però grazie alla tecnologia ForceTouch è possibile attivare diverse funzioni a seconda della quantità di pressione applicata a un tasto: non è fantascienza bensì di un nuovo brevetto depositato da Apple negli Stati Uniti nel 2012 ma approvato solo nelle scorse ore.

Come sappiamo ovviamente i brevetti non trovano tutti un’applicazione diretta, si fanno semplicemente per assicurarsi la apternità di certe intuizioni o soluzioni tecnologiche che potrebbero anche non vedere mai la luce in prodotti finiti, ma già nella generazione attuale di device come sappiamo l’azienda di Cupertino ha introdotto il ForceTouch anche sui MacBook da 12 pollici ed è credibile dunque che, una volta ottenuto il brevetto, possa essere interessata in qualche modo ad estendere tale tecnologia anche la mondo desktop.

brevetto apple

Non è un mistero infatti che Apple stia cercando di diminuire lo spessore delle proprie tastiere, com’è accaduto già nei nuovi modelli introdotti quest’anno, e questo brevetto potrebbe aiutare i progettisti a compiere un ulteriore passo avanti, affidando a ciascun tasto compiti differenti a seconda del livello di pressione, anche se questa al momento è solo un’ipotesi, visto che Apple non ha fornito una descrizione dettagliata del funzionamento.

Il diagramma comunque fa pensare che, al variare della pressione esercitata, sia possibile richiamare funzioni differenti, ad esempio passare al grassetto o richiamare le opzioni riguardanti dimensioni e colore dei caratteri e così via. E’ probabile comunque che il brevetto rappresenti solo la base di partenza per lo sviluppo di soluzioni commerciabili, che potrebbero quindi essere in tutto o in parte differenti, in assenza di annunci ufficiali dunque tutto può essere, staremo a vedere.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: