Secondo The Oregonian, Business Oregon, l’agenzia di sviluppo economico e alcuni funzionari dello stato di New York stanno trattando per mettere in piedi una fabbrica di SoC e microprocessori dal nome in codice di “Project Azalea“. Ogni indizio sembra puntare alla grande TSMC, la più grande fonderia indipendente di semiconduttori al mondo che ha sede a Taiwan.

Quindi una fabbrica di microprocessori nello stato o di New York o dell’Oregon che fa capo a TSMC , un’azienda a cui abbiamo sentito associare il nome ad Apple negli ultimi tempi causa le dispute legali con Samsung, dal nome in codice di “Project Azalea”. Che sia questa la prossima fonte di rifornimenti di SoC per Apple?

"Project Azalea"

Business Oregon – l’agenzia di sviluppo economico dello stato – conferma che c’è una trattativa in corso con una società che usa il nome in codice di “Azalea”. Il dipartimento si rifiuta di discutere di ulteriori dettagli sulla vicenda, citando l’accordo di riservatezza postulato con la compagnia.

Tuttavia i funzionari di New York stanno cercando di capire di cosa si tratta quando si parla del “Project Azalea”. Secondo Business Review, un settimanale di Albany, descrive il progetto come una struttura di 3,2 milioni metri quadrati, che può impiegare almeno 1000 persone e destinata totalmente ai semiconduttori.

All’interno del settore dei chip, la teoria è che ci sarebbe un contratto per la costruzione di un impianto di microprocessori per i dispositivi mobili di Apple, iPhone e iPad.

Da Samsung infatti provengono tutti i SoC della A-series, e quindi dall’A4 fino all’A6X che monta iPad 4. ma i rapporti con l’azienda si sono inaspriti sempre di più. L’azienda Coreana sta dando sempre più filo da torcere alla grande mela e la sta privando di quote importanti, allo stesso tempo Apple la favorisce commissariandole i chip dei propri prodotti, tra i quali non c’è solo iPhone.

Il “Project Azalea” sarà quindi una fabbrica essenzialmente di chip per Apple che utilizzeranno il più avanzato processo produttivo a 20nm, contro quello raggiunto da Qulcomm con gli Sanpdragon S4 Pro a 28nm, che darebbe ai SoC un’efficienza maggiore in termini di consumi.

Via | Mac Roumors

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: