Qobuz è il servizio di streaming musicale con la più alta qualità al mondo e garantisce agli utenti la più profonda ed interattiva esperienza musicale possibile. Il servizio è caratterizzato da un vastissimo catalogo, con oltre 40 milioni di brani, di cui più di un milione in alta risoluzione. Qobuz è disponibile per sistemiMac/iOS/Android/Windows ed è integrato con i più prestigiosi brand Hi-Fi al mondo.

Siamo molto felici di poter mettere a disposizione degli amanti della musica italiani il nostro straordinario servizio musicale. La nostra azienda è composta da esperti discografici che curano quotidianamente il nostro catalogo per portare il passato in vita e scoprire nuovi grandi talenti.

Aiutano i nostri utenti a scoprire novità musicali di ogni genere. Qobuz è specializzato in tutti i generi e non vediamo l’ora che gli ascoltatori italiani conoscano la nostra offerta.

Denis Thébaud, Presidente di Qobuz

Oltre che agli appassionati di musica – di ogni genere – il servizio musicale di alta qualità Qobuz è indirizzato ad altri due segmenti di consumatori. Il primo è quello degli amanti di arte e cultura desiderosi di ottenere una visione culturale del patrimonio musicale. In Europa, Qobuz ha raggiunto una solida reputazione tra gli appassionati di musica classica, jazz e rock classico.   Il secondo segmento è quello degli utenti che non accettano compromessi sulla qualità del suono e vogliono il meglio per le loro sofisticate attrezzature di riproduzione.

Qobuz produce contenuti editoriali esclusivi, tra cui centinaia di migliaia di recensioni di album, prefazioni sulla discografia degli artisti, ritratti biografici e immagini e video esclusivi. Questa linea editoriale, indipendente ed originale, soddisfa la curiosità degli utenti e rappresenta un plus unico rispetto ad altre soluzioni.

Qobuz offre un catalogo vastissimo, con 40 milioni di brani. Possiede i diritti sia per le major, che per le etichette indipendenti in tutto il mondo. I contenuti sono disponibili in una qualità superiore alla maggior parte delle altre piattaforme: il formato minimo è FLAC Open-source a 16Bit/44.1 kHz, simile alla qualità CD e molto superiore alle più comuni compressioni (MP3) utilizzate dagli altri servizi di streaming musicale.

Qobuz vanta un’esperienza unica nel campo della musica in alta risoluzione ed offre agli appassionati un vasto catalogo in altissima definizione (24Bit/192 kHz) di un milione di brani (80.000 album). Quest’offerta è disponibile sia per lo streaming che per il download, senza richiedere né up-sampling né re-encoding.

Qobuz è un servizio completo che consente sia lo streaming – senza alcuna perdita di qualità, che il download con pagamento a consumo. Consente agli utenti di utilizzare una gamma completa di applicazioni per l’ascolto, sia in viaggio che a casa. Tra queste PC, Mac e Windows; cellulari e tablet iOS e Android. Gli utenti hanno a disposizione un insieme di funzioni che in alcuni casi sono uniche, come ad esempio la possibilità di consultare i booklet dell’album digitale.

E inoltre possibile utilizzare Qobuz in streaming Hi-Res sui più diffusi sistemi di connessione audio abilitati ChromeCast, come Sony, Naim, JBL, Harman Kardon, LG, B&O Play, Philips, Vizio, Pioneer, Onkyo, Grundig, Polk, Raumfeld, oltre che sui sistemi audio multisala come Sonos, Yamaha MusicCast, Bluesound,  Devialet, Linn and Samsung. Qobuz è utilizzabile con brand high-end come Mark Levinson, Auralic, Aurender, Lumin, T+A, AVM, Burmester, Esoteric e Sim Audio.

E compatibile con DTS Play-Fi e tutti dispositivi connessi, come ad esempio McIntosh, Sonus Faber, Paradigm, Phorus, Rotel, Thiel, Anthem, Arcam, Definitive technology, Klipsch, Martin Logan, Dish, e molti aptri.

Qobuz può essere utilizzato attraverso Bluetooth, Airplay e applicazioni come BubbleUPnP (Android), USB Audio Player Pro (Android), mConnect (iOS & Android), Audirvana (Mac), Kodi, ed Hercules Djuced.

Qobuz produce contenuti audio Hi-Res come definito dalla Japan Audio Society (ADS). Il termine Hi-Res include tutti i dispositivi analogici in grado di riprodurre o registrare con frequenze di 40 kHz o superiori (microfoni, cuffie, casse, ecc) e tutti i dispositivi digitali in grado di elaborare o convertire segnali a 24-Bit o superiori.

Per essere considerate Hi-Res, il volume di informazioni trasmesse deve essere superiore a quella di un CD (16-Bit/44.1 kHz) o DAT (16-Bit/48 kHz). Non esiste un solo tipo di file Hi-Res, ma ci sono diversi formati: FLAC, WAV, ALAC, AIFF, DFF e DSF. In pratica, tutti questi formati possono appartenere alla classe Hi-Res, se sono codificati a 24-bit (ad eccezione del format DSD).

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: