big (1)Qualcomm ha da poco lanciato il suo smartwatch, il Toq, disponibile su Amazon nelle colorazioni nero e bianco a circa 250$. Tuttavia l’azienda è sicuramente ben più concentrata al proprio mercato chipset, in particolare vista la grande crescita di smartwatch e smartband di questo periodo.

Essendo molto piccoli, i dispositivi indossabili non hanno una batteria molto capiente e di conseguenza il risparmio energetico di questi device è sicuramente il punto debole del mercato indossabile. Per questo le aziende non devono creare chipset estremamente potenti come accade per tablet o smartphone, ma tuttavia concentrarsi su un buon compromesso di potenza e consumo energetico. Attualmente solo Mediatek ha un chipset pensato per dispositivi indossabili, chiamato Aster. Ma anche Qualcomm non è restata a guardare e il suo CEO Eddie Chang ha dichiarato che un proprio chipset pensato per gli indossabili è pronto per la produzione di massa.

Già dalla fine dell’anno potremmo vedere questi chipset sul emrcato, magari già con LG G Watch o Motorola Moto 360.

Via

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome