La società Comscore ha condotto una curiosa e interessante analisi in America sul mondo degli smartphone e in particolar modo sull’utilizzo dei QR code, ovvero i Quick read Code: quei codici a barre quadrati dentro i quali è inserito un link o un testo facilmente interpretabile con un moderno smartphone o tablet. L’impiego dei QR code è ampliamene utilizzato in Giappone, dove nelle riviste, sui biglietti da visita e sui cartelloni pubblicitari sono presenti questi piccoli codici, che una volta scannerizzati danno accesso a trailer, biglietti da visita o promozioni.

Secondo Comscore sono 14 milioni, equivalenti al 6,2% degli utenti totali di smartphone in USA, quelli che conoscono questa tecnologia e la sfruttano. Secondo la ricerca circa il 60% degli utilizzatori sono maschi e il 53% è tra l’età compresa di 18 e 34 anni e il 36% ha un reddito annuo di oltre 100 mila dollari. Inoltre la ricerca ha evidenziato che chi scannerizza QR Codes è solito farlo a casa, su internet o riviste, mentre sono pochi quelli che lo utilizzano in ambienti pubblici.

Questa analisi di comscore ci fà capire come questi piccoli codici a barre che fino a due anni fa erano confinati al mercato Giapponese si stiano espandendo un poco alla volta anche nel resto del mondo. Non possiamo di certo dire che ci sia stato un boom fuori dal sol levante, in quanto la maggior parte degli utilizzatori di smartphone è completamente al’oscuro del significato di quei simboli quadrati chiamati QR Code. E voi li usate?

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here