Abbiamo finalmente avuto l’occasione di provare dal vivo e in prima persona uno di questi nuovi notebook “componibili” come li abbiamo definiti nella nostra guida agli acquisti di questi portatili che qualcuno potrebbe anche definire senza marchio ma che potremmo dire che il marchio lo nascondano più che altro.

Quello che proviamo oggi è il RaionBook GK3 la versione custom della siciliana RaionTech del Clevo P670SE disponibile in due versioni, una da 15.6 pollici e una da 17 pollici. In realtà le varianti componibili sono un’infinità con un numero enorme di componenti selezionabili o anche integrabili in un secondo momento.

Noi siamo riusciti a provare una versione base del modello da 17 pollici che l’azienda Italiana vende per tutti i clienti del nostro Paese ma con uno speciale disco SSD PCIe del quale vi parleremo durante la recensione di un portatile che forse viene un po’ troppo sottovalutato nei confronti delle più famose gaming machine di altri marchi più noti, scopriamolo insieme.

RaionBook GK3 – Specifiche

RaionBook GK3 recensione gaming notebook (4)

Il modello da 17 pollici è identico a quello più piccolo da 15 pollici se non per i 700 grammi di peso in più e per la possibilità più limitata di avere un solo tipo di display, quello da 1920 x 1080 pixel Full HD. Il modello parte da 8 GB di RAM ma ne può raggiungere addirittura 32 GB con gli 8 slot a disposizione sotto la tastiera e sul pannello posteriore.

Noi abbiamo richiesto all’azienda di testare il modello con SSD PCIe, perché non avevamo mai privato un SSD così veloce su un PC e i risultati sono stati sorprendenti. E’ possibile, infine, scegliere tra tre diverse schede grafiche, ma nel nostro modello quella presente è la GTX 970M sostituibile in fase di acquisto con una 980M,

Ecco di seguito una breve scheda tecnica di questo modello da 17 pollici e del modello da 15 pollici che principalmente differiscono per le dimensioni.

[compara device=”1,2″]

RaionBook GK3 – Design ed ergonomia

Clevo P670SE RaionBook GK3 recensione gaming (5)

Spesso è difficile parlare di design ed ergonomia su notebook da 17 pollici specialmente se notebook da gaming con un sistema di raffreddamento molto complesso come quello montato su questo notebook. Questa gaming machine però non si fa notare più di troppo avendo un profilo esterno molto sottile e che permette al notebook di essere raffreddato al meglio.

Un notebook 17 pollici, “leggero”

Il peso supera i 3 chili e quindi risulta difficile portarselo in giro, ma sempre meglio che portarsi un desktop con monitor e tutti gli accessori a corredo. Proprio per questo motivo non possiamo criticare più di tanto il suo peso, con performance superiori ad un PC desktop di fascia medio-alta ed una espandibilità pari ad uno di questi PC si tratta di un vero e proprio desktop replacement che fa della sua compattezza un punto di forza rispetto ad un tradizionale PC.

Il sistema di raffreddamento è ottimo, tre ventole raffreddano l’energivoro processore e la potente scheda grafica mobile che tendono a diventare molto caldi in uso intenso, specie nelle nostre sessioni di benchmark che su questo prodotto abbiamo eseguito.

RaionBook GK3 recensione gaming notebook (5)

Il portatile infatti non diventa mai bollenta sulla parte superiore e sopratutto il poggia polsi resta molto fresco anche dopo alcune ore di gioco. Non stiamo parlando di temperature da frigorifero, ma per lo meno non si dovrebbero superare i 40°, sempre che casa vostra sia ben fresca specie con l’arrivo dell’estate.

Il paradiso per gli assemblatori

Le porte sono tutte ben collocate sulle parti laterali del dispositivo ad eccezione della porta combo USB 3.0 e eSata che potrebbe servirvi per un hard disk desktop più veloce di un tradizionale disco USB. Ottima anche la presenza del foro di areazione sul retro che non darà mai fastidio spingendo aria calda nella direzione opposta a quella dell’utilizzatore del PC.

RaionBook GK3 – Tastiera e Touchpad

RaionBook GK3 recensione gaming notebook (1)

In un portatile da gaming la tastiera è un dispositivo di input essenziale e in questo notebook troviamo un’ottima tastiera ma per il prezzo al quale questo dispositivo viene proposto si poteva optare per una soluzione di qualità superiore.

La tastiera, inoltre, essendo un pezzo completamente a sé e senza e che si inserisce ad incastro, ha dei piccoli problemi di stabilità in effetti flette un po’ nella parte centrale ma di certo abbiamo trovato anche di peggio su alcuni notebook di altre aziende molto più note e allo stesso tempo non troppo meno costosi.

Clevo P670SE RaionBook GK3 recensione (4)

Il touchpad è invece un punto debole del notebook, non sempre preciso, con un supporto alle gesture multitouch molto approssimativo e con una risposta software non sempre ottimale. In compenso abbiamo una superficie molto comoda al tatto e sulla quale l’utilizzo con singolo dito resta comunque molto buono.

A questo proposito dobbiamo anche citare l’utilizzo di due tasti separati al di sotto della superficie che potrebbero tornare comodi ai più, e la presenza del lettore di impronte digitali (non precisissimo) presente tra questi ultimi due. Sono però sicuro che sul touchpad i gamers non troveranno alcuna limitazione, alla fine per loro il mouse è la periferica di puntamento preferita.

RaionBook GK3 – Display

Clevo P670SE RaionBook GK3 recensione gaming (2)

Riassumerei il giudizio che ci siamo fatti sul pannello di questo notebook evidenziando l’aspetto che ci ha colpiti di più in negativo e in positivo. Per il primo dobbiamo citare i colori un po’ troppo freddi in alcune situazioni con la calibrazione dello schermo standard ma una definizione e una luminosità davvero molto elevati.

Lo schermo infatti, pur essendo “soltanto” un normale Full HD TN risulta all’occhio umano quasi stampato e, considerate le dimensioni del notebook che tendono a tenerlo abbastanza lontano dagli occhi, i pixel sono praticamente invisibili.

Antiriflesso e Full HD quello che tutti dovrebbero avere

Un’altra pecca che potremmo trovare in questo pannello Full HD sta nei limitati angoli di visuale ma questo è dovuto alla tecnologia TN del pannello comunque sopra la media. Ma questo va visto come un vantaggio per i gamer, il principale customer segment al quale questo prodotto si rivolge. Questo tipo di pannelli infatti si caratterizza da bassi tempi di risposta per un gameplay con il minimo di lag.

Abbiamo apprezzato particolarmente la presenza del trattamento antiriflesso sul pannello, che, anche se è il motivo dei colori poco vividi, vi consentirà l’utilizzo del notebook anche in condizioni di elevata luminosità permettendovi di non tenere sempre il livello di luminosità al massimo che se utilizzate la batteria vi potrà far durare qualche minuto prezioso in più il notebook.

RaionBook GK3 – Prestazioni

RaionBook GK3 recensione gaming notebook (11)

Fondamentale per un PC da gioco, molti lettori lo sapranno molto bene, è la scheda grafica del computer e questo notebook oltre a montare l’ultima generazione di processori Intel Core da 47W quad core in versione HQ ovvero quella saldata a bordo e non sostituibile.

Noi abbiamo avuto l’occasione di provare la versione con un SSD da 1 GB/s di Samsung basato su interfaccia PCIe quindi siamo riusciti ad avere tra le mani uno dei notebook più veloci al mondo nel segmento consumer. Si tratta ovviamente di una voluta esagerazione, esistono SSD più veloci e processoro mobile più potenti, ma sotto i 2000€ quest’ultima accoppiata è rara da trovare.

Forse è anche più potente del vostro desktop da gaming

Entriamo nel vivo dei nostri test. Ovviamente tutti i test sono stati effettuati su Windows 8.1 a 64bit, la versione che l’azienda ci ha fornito preinstallata su questo prodotto è la Pro che a livello di stabilità sul fronte dei driver si è comportata ottimamente.

RaionBook GK3 recensione Clevo P670SE (8)

Le prestazioni del disco interno a memoria a stato solido ci ha davvero incantato. Il computer non mostra nemmeno il logo di splash screen del produttore in un normale avvio con l’avvio veloce abilitato in Windows. Tutte le applicazioni si avviano un una manciata di secondi con quelle della suite di Adobe che ne impiegano in media meno di 10.

Abbiamo poi eseguito i nostri classici benchmark con i software di FutureMark, Maxon e CrystalDisk Mark. Nuovo benchmark in questa recensione è PCMark 8 nella sua ultima versione che abbiamo testato in un benchmark con Office e in utilizzo Home.

Infine i risultati sulle capacità grafiche del dispositivo sono risultate eccezionali, anche con la GPU non top di gamma, ovvero la GTX 970M da 3 GB di memoria GDDR5 sostituibile in fase di acquisto anche con una più potente e costosa GTX 980M. Le prestazioni fanno invidia ai PC desktop di ultima generazione, ovviamente con prezzi più bassi tenendo sempre in conto che stiamo parlando di dispositivi completamente diversi.

Di seguito trovate tutti i grafici di comparativa dei benchmark da noi su questo e su altri prodotti, non proprio della stessa categoria, am che vi possano rendere l’idea delle prestazioni di questo RaionBook.

Gaming

Abbiamo anche provato una serie di giochi su questo dispositivo con cottimi risultati che ci portano a dire che già con una GTX 970M si riesce tranquillamente a giocare agli ultimi titoli con risoluzione Full HD e dettagli alti con framerate stabilmente al di sopra della soglia dei 30 fps.

Abbiamo provato su questo notebook alcuni dei titoli più recenti come GTA V o L’ombra di Mordor come anche l’esclusiva PC di Rome II Total War che nonostante non sia l’ultimo titolo della serie resta un gioco abbastanza esigente sul fronte grafico anche se comunque salvabile sul fronte delle prestazioni.

Il PC che fa tremare le console

La metodologia del test riguarda i benchmark di gioco già presenti in Rome II Total War e di l’Ombra di Mordor, mentre per quanto riguarda Battlefield 4 abbiamo utilizzato le prime missioni del gioco e fatto la media tra i vari dati con un approccio simile a quanto effettuato per il nuovo titolo di Rockstar Game.

Di seguito vi riportiamo un grafico riassuntivo delle performance minime, massime e medie dei giochi che vi abbiamo appena elencato di sopra.

Raionbook GK3 recensione benchmark GT 980M

RaionBook GK3 – Autonomia

Su questi notebook così grandi e così potenti spesso l’autonomia è un punto debole. Se poi ci aggiungiamo una GPU di fascia molto alta i consumi diventano davvero elevati e guardando le grandi dimensioni dell’alimentatore questo concetto vi viene subito reso chiaro.

In generale i notebook da gaming non hanno mai un’ottima autonomia, la batteria seppur grande deve tener testa a componenti molto esosi interini di consumi energetici dallo schermo al processore da 47W. Se poi lo accessoriata con altri Hard Disk a bordo le performance su questo punto di vista non non miglioreranno di certo.

RaionBook GK3 recensione Clevo P670SE (9)

Abbiamo però valutato un’autonomia di circa 4 ore in utilizzo Office e in questo ci ha dato una mano PC Mark 8 che con WiFi abilitato e luminosità impostata sul valore di mezzo della regolazione di Windows ci ha segnalato un’autonomia stimata di circa 3 ore e mezza con i test che hanno coinvolto Word, Excel e Power Point.

In un utilizzo non così intensivo come quello del benchmark di Futuremark ci aspettiamo di avere un’autonomia che comunque non superi di troppo le 4 ore con qualche minuto in più se disattiviamo la scheda di rete. Non aspettatevi invece enormi risultati in gaming dove la piattaforma consuma davvero tanto.

Autonomia RaionBook GK3

RaionBook GK3 –  Capacità Multimediali

Il Clevo P670SE ha ottime potenzialità multimediali grazie allo schermo ad alta risoluzione (specie sul modello da 15 pollici con possibilità di montare a bordo un pannello Ultra HD), grazie ai potenti altoparlanti stereo frontali montati al di sopra della tastiera, alla WebCam Full HD e il doppio microfono integrato veicolato dalla ottima scheda audio con tre jack a corredo.

Abbiamo inoltre tre uscite video che ci consentono di collegare fino a tre display in contemporanea con una Full HDMI e due mini DisplayPort facilmente adattabili con dei comuni convertitori in commercio in altrettante porte HDMI o VGA o DVI per avere il massimo della compatibilità con i monitor esistenti.

Clevo P670SE RaionBook GK3 recensione gaming (3)

In realtà gli altoparlanti non sono proprio il massimo della qualità al massimo del volume, che è davvero molto alto, abbiamo trovato infatti un po’ di distorsione del suono. Il livello ideale del volume sarebbe quindi circa 60% al quale gli altoparlanti si comportano molto bene.

RaionBook GK3 – Software

Abbiamo ricevuto il notebook con Windows 8.1 in versione Pro preinstallato. Non abbiamo avuto problemi sul lato software se non fosse per qualche software preinstallato di fabbrica che abilita alcune funzionalità del laptop come i popup per la luminosità dello schermo o per notificare l’attivazione o meno del Caps Lock o del Bloc Num.

I software sono infatti un po’ dispersivi e poco integrati tra di loro. Qualche problema lo abbiamo avuto anche sul software della scheda audio SoundBlaster che ha mostrato qualche blocco durante il settaggio delle impostazioni dell’equalizzazione sonora.

Nota positiva è invece l’assenza di altri software che non siano volti al funzionamento del PC. Niente antivirus, niente player o editor in prova gratuita il che contribuisce, insieme a Windows 8.1 e all’SSD super veloce, all’avvio istantaneo del notebook.

API RaionBook GK3

Abbiamo poi installato anche Windows 10 nella build Insider Preview 10074 come aggiornamento al sistema già presente e, a parte un piccolo problema con la rilevazione della scheda grafica integrata Intel, al primo avvio era tutto funzionante e pronto per il test di confronto delle API di 3DMark prodotto da Futuremark con il quale abbiamo potuto provare i benefici delle nuove librerie grafiche di Microsoft, le DirectX 12.

RaionBook GK3 – Conclusioni

Il RaionBook GK3 è un ottimo notebook da gioco, forse migliore anche di molti PC da gioco che i nostri lettori hanno nella loro stanza, ma ha il suo prezzo. Per 1500€ si riesce sicuramente a prendere un PC desktop molto più potente ma anche molto meno portatile.

Abbiamo calcolato una differenza di circa 50-100€ su questo prodotto nei confronti di un gaming laptop di altro marchio ma le differenze non si fermano qui. Abbiamo infatti la possibilità di inserire sino a quattro dischi di memoria interna e quattro slot di memoria RAM, caratteristiche che spesso i prodotti di “marca” non hanno.

RaionBook GK3 recensione gaming notebook (6)

Il PC da gaming per chi cerca un desktop portatile senza problemi di budget

Ma ancora, questo notebook è molto più leggero di altre gaming machine, circa 700 grammi in meno di un Alienware, ed è altrettanto affidabile grazie al suo sistema di raffreddamento a tre ventole e una scocca posteriore completamente rimovibile.

Consigliamo questo prodotto? Sì ma solo per chi cerca davvero ed esclusivamente notebook per la casa da trasportare facilmente e con prestazioni in gaming da top di gamma senza rinunciare a futuri aggiornamenti interni.

pro e contro Raionbook gk3

RaionBook GK3 – Offerte

Il notebook è disponibile sul sito ufficiale ad un prezzo di circa 1499€ per la versione da 17 pollici e 1349€ per il 15 pollici. Ma le configurazioni sono così tante che potreste far raddoppiare questo prezzo cambiando processore, scheda grafica, RAM, Hard Disk, SSD e scheda di rete.

Per darvi un idea il nostro modello che abbiamo recensito costa intorno ai 1600€ con l’SSD che incide per circa 100€ da solo essendo un modello di punta con connessione PCIe. Vi rimandiamo al sito ufficiale per ulteriori informazioni.

RaionBook GK3 – Galleria

Si ringrazia RaionTech per il sample testato

I nostri voti

Design ed ergonomia8.5
Tastiera & touchpad7
Display9
Prestazioni9.5
Autonomia6.5
Software8
Rapporto qualità/prezzo8
Voto finale8.1

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: