Dopo il mio viaggio a New York per assistere all’evento [email protected] 2017 mi ero ripromesso di visionare meglio alcuni prodotti toccati con mano presso l’evento. Ho voluto prendere nuovamente in considerazione e approfondire un portatile che il nostro Giuseppe ha già recensito durante il periodo natalizio.

In queste settimane ho avuto per le mani l’Acer Swift 7 in versione 2017 che si differenzia dalla precedente versione per il processore aggiornato all’ultima generazione e qualche piccolo dettaglio che scopriremo insieme a breve.

Ecco a voi Acer Swift 7 con Kaby Lake, l’eleganza in mobilità.

Videoreview

Unboxing e primo contatto Acer Swift 7

Per quanto riguarda questo approfondimento, risulterà più contenuto e tenderà a focalizzarsi sulle differenze tra le due generazioni a confronto. Non mancherà comunque un focus generale su caratteristiche non trattate in precedenza, offrendo la mia visione d’insieme di questo ultrabook aggiornato con le ultime CPU Intel in commercio.

All’interno della scatola ho trovato:

  • Swift 7
  • Adattatore USB TypeC-USB 3.0
  • Alimentatore
  • Manualistica

E’ in commercio una versione di Swift 7 che comprende anche un adattatore  USB TypeC-HDMI, una mossa intelligente da parte di Acer includere questi adattatori che denota una mirata attenzione al cliente finale. Avere la necessità di acquistare un cavo non appena aperta la confezione del portatile sarebbe stato un gesto non carino verso chi ha speso più di 1000 € per lo Swift 7, soprattutto perché nonostante siamo quasi a metà del 2017 è ancora troppo presto per il salto totale al nuovo standard USB TypeC, specialmente con tutte le periferiche che abbiamo a casa.

Devo sottolineare che molto probabilmente sarà necessario dotarsi di un piccolo hub TypeC-multi USB perché se volessimo attaccare contemporaneamente un mouse, un hard disk esterno o una cuffia, una sola porta USB standard sicuramente non basterà.

Spessore Acer Swift 7

Il primo contatto con Acer Swift 7 è agrodolce. Se da una parte il notebook realizzato interamente in alluminio offre una feeling al contatto molto buono, dall’altro la solidità tende a venir meno. Non che si rompe guardandolo, ma ovviamente per garantire uno spettacolare spessore di 9.98 mm, la scocca non può offrire una robustezza paragonabile ad un prodotto con una manciata di millimetri in più. Scricchiola ma non si piega, nessun caso di bendgate in questo portatile – state tranquilli – però è sempre meglio specificarlo.

Le buone sensazioni comunque non finiscono qui, anzi, vediamo di approfondire meglio le varie caratteristiche di questo ultrabook.

Acer Swift 7

Intel Core m5-7Y54 dual core 1,20 GHz / Intel Core m7-7Y75 dual core 1.61 GHz

Intel HD 615

8 GB

256 GB SSD SATA 3

13.3

1.1 Kg

Design e Ergonomia Acer Swift 7

Potreste stare ore a guardarlo senza mai stancarviCome accennato sopra, la prima cosa che salta subito all’occhio sono le linee ed il design di questo Swift 7. La combinazione di colori offre una esperienza visiva di un prodotto di alta classe. Oro e nero si fondono alla perfezione mettendo in risalto ancor di più le linee che delimitano il suo perimetro. Molto pulita la scocca esterna, con in rilevo sulla parte superiore la barra delle antenne, mentre inferiormente troviamo solo gli speaker.

Si, nessun foro per la dispersione del calore, perché Acer Swift 7 non presenta alcuna ventola di raffreddamento. Un sistema di dissipazione del calore passivo già visto in alcuni prodotti, sempre marchiati Acer, della linea Switch.

(Swift/Switch/Spin … Acer, per favore, un pizzico di fantasia nei nomi, altrimenti come facciamo a ricordarceli tutti e a non sbagliare?!?)

Swift 7 in una mano

Torniamo a noi. La dissipazione interna permette allo Swift 7 di funzionare in perfetto silenzio offrendo così la possibilità di lavorare senza quei piccoli rumori che potrebbero dar fastidio all’utente più esigente. Ne trae vantaggio la portabilità, lo spessore ma anche la manutenzione: non dovremo più smontare la scocca inferiore per pulire la eventuale rumorosa ventola piena di polvere. Il rovescio della medaglia ovviamente sono le temperature. Accettabili, quasi inesistenti con un utilizzo normale, tendenti al caldo sotto sforzo, specialmente nella parte corrispondente alla CPU Kaby Lake ossia nella parte superiore centrale tra la tastiera e le cornici dello schermo.

Visto l’aggiornamento del processore mi sarei aspettato la presenza di una ulteriore porta USB TypeC, magari sul lato sinistro che è sostanzialmente vuoto; una modifica probabilmente non semplice da realizzare come la mera sostituzione del processore però avrebbe risolto il problema delle poche porte a disposizione.

L’ultrabook, viste le sue dimensioni e il suo spessore, è molto leggero e facilmente trasportabile. Poco oltre il chilogrammo di peso, questo dato fa sì che non sarà più un problema portarsi dietro il proprio portatile. Si conferma esteticamente anonimo il caricabatteria che comunque è piccolo e compatto, con una ricarica abbastanza veloce dell’ultrabook.

Infine, giusto per essere pignoli, la scocca nera tende a trattenere qualche ditata di troppo: è il prezzo da pagare per un eleganza senza precedenti.

Swift 7 impronta

Tastiera e Touchpad Acer Swift 7

Ottima la tastiera e il touchpad, ma la retro illuminazione dov’è?Rimasta praticamente invariata la tastiera, si conferma ottima per la categoria ma con i tasti leggermente troppo corti per i miei gusti. Chiaramente non possiamo aspettarci in uno spessore così limitato una buona corsa dei pulsanti; tra le due, io preferisco le dimensioni contenute.

Scrivendo questa recensione non ho trovato difficoltà, anzi devo ammettere che nonostante la bassa corsa dei pulsanti è stato piacevole digitare queste righe; purtroppo però i tasti continuano a non essere retroilluminati e nel 2017 su un prodotto di fascia alta come questo Swift 7 è una mancanza che si fa sentire.

Il touchpad invece mostra una nuova particolarità: in alto a sinistra troviamo un comodo lettore per le impronte digitali. Se prima il touchpad era ottimo, anche per le dimensioni generose e la superficie in vetro con gesture multiple fino a quattro dita, adesso è diventato ancor più moderno grazie alla comoda possibilità di proteggere i nostri dati con la nostra impronta.

Keyboard Acer Swift 7

Prestazioni Acer Swift 7

Confrontiamo finalmente le differenze più sostanziose tra le due generazioni di Swift 7.

Il cuore pulsante di questo nuovo Acer Swift 7 è il processore Intel Kaby Lake con a bordo il Core i5-7Y54. Un ottimo processore di ultima generazione che differisce dalla precedente generazione per un consumo minore, e la decodifica nativa di codec video attuali come i tosti VP9 e h265.

Acer Spin 7 - Il convertibile che vola alto
Abbiamo provato Acer Spin 7, un convertibile che punta davvero in alto nella nuova gamma di portatili premium di Acer, ecco la nostra recensione

L’SSD da 256 GB sul quale è montato è veloce e offre un caricamento di avvio del dispositivo rapido, così come immediato è l’accesso ai file ed il funzionamento dei programmi installati.
[alert variation=”alert-info”]Ricordate quanto detto nella nostra guida per i migliori SSD, ossia che i portatili funzionano meglio con un disco a stato solido a bordo?[/alert]

La RAM installata è ancora di soli 8 GB (peccato) i quali possono essere giusti per un utilizzo di ufficio, ma che incominciano a far sentire i suoi limiti quando vengono messi sotto stress. Molte finestre aperte di Google Chrome abbinate ad un programma aperto, oppure in ambito più professionale, come modifiche di file multimediali attraverso la suite di Adobe, aumenteranno i tempi di rendering. In questo caso i valori risultano leggermente superiori alla media per la categoria ultrabook, restando comunque accettabili per il segmento.

La mancanza di ventole di  raffreddamento suggerisce una GPU integrata, abbiamo infatti a disposizione una onesta HD Graphics 615 che offre quel piccolo guizzo in più di potenza di calcolo grafica che permette un minimo di svago su questa macchina.gaming Swift 7

Nonostante non sia il target di questo portatile, ho voluto spremere la potenza di calcolo dello Swift 7 giocando con qualche titolo in voga. League of Legends, CS – GO,  Heroes of the Storm hanno offerto sensazioni diverse: se l’ esperienza è stata soddisfacente con il primo e nella media con il secondo l’ultimo titolo dei tre ha avuto difficoltà ad essere giocato anche a risoluzioni basse. Tra alcuni dei giochi testati solamente HearthStone mi ha permesso di avere una esperienza normale, ma essendo un gioco a turni senza troppa richiesta grafica, era prevedibile.

Una configurazione per giocare si trova sempre, è chiaro, comunque niente di preoccupante, questo portatile non è progettato per videogiochi ma per essere sempre, e ovunque, a disposizione dell utilizzatore senza rallentamenti e per tutto questo lo Swift 7 si difende molto bene.

[alert variation=”alert-info”]Piccola nota di merito. Dopo un’ora di utilizzo intenso, la zona corrispondente della CPU risultava molto calda. Chiudendo il portatile, nel giro di pochi minuti, la temperatura è drasticamente calata.[/alert]

Dissipazione del calore eccellente! Brava Acer.

Multimedialità Acer Swift 7

L’Acer Swift 7 si comporta bene anche con qualsiasi file gli venga dato in pasto. Nessun tentennamento nei caricamenti e digerisce bene tutti i codec più recenti, grazie soprattutto al processore Kaby Lake che li gestisce nativamente.

Schermo

Lo schermo è ottimo. Un Full HD non touch che offre un ampio spettro di colori: 96% della scala RGB e circa 74% dell’ Adobe RGB, facendo di questo Ultrabook uno dei portatili con la resa di colori più bella sulla quale io abbia posato gli occhi. La luminosità è alta ma non troppo, sotto il sole sarà difficile notare differenze cromatiche ma in condizioni di luce normali l’esperienza è appagante e completa. Ahimé si tratta di un monitor lucido, quindi all’esterno soprattutto in condizioni di tanta luce potrebbe creare qualche fastidio: peccato. I filmati in FHD e lo streaming di Netflix/Infinity, grazie alla leggerezza complessiva e al poco calore emanato, sono eccezionali, permettendo l’utilizzo di questo ultrabook su superfici normalmente non adatte ad un computer.

schermo Acer Swift 7

Audio

Le due casse audio, poste sotto la scocca inferiore, sfruttano la superficie inferiore del tavolo d’appoggio come cassa armonica acustica facendo rimbalzare il suono e espandendolo nelle vicinanze, dando una sensazione buona per il segmento senza però donare quella profondità di bassi che avrebbe elevato l’esperienza di fruizione sonora. Un utilizzo lontano da una base d’appoggio, con le casse all’aperto, ridurrà drasticamente il suono percepito.

In sostanza, si sente nella media ma per una migliore esperienza è necessario un altoparlante esterno o delle cuffie; per quest’ultima abbiamo da poco aggiornato la nostra guida alle migliori cuffie, buttateci un’occhio!

Autonomia Acer Swift 7

Un ultrabook deve offrire all’utente un buon compromesso tra autonomia e prestazioni, dando possibilità a chi usa il portatile per lavoro di non dover vagare costantemente in cerca di una presa di corrente.

Autonomia Swift 7

Acer in questo caso ha installato una batteria da 41 Watt che garantiscono una buona durata di autonomia. Sotto sforzo sono riuscito ad arrivare circa a 3 ore di utilizzo che si sono estese fino a circa 6 con un’uso più blando del portatile.
Con poco meno di due ore di ricarica, tramite la USB Type C (tutte e due funzionano da ricarica ) si riesce a portare la batteria al 100% garantendo la possibilità di ottenere complessivamente una giornata lavorativa completa con solo un’ora di carica all’ora di pranzo.

Dei valori pienamente nella media per la categoria, c’è da considerare che ovviamente date le dimensioni ridotte è stato necessario adattare la dimensione della batteria allo chassis del dispositivo.

Conclusioni Acer Swift 7

Pro

  • Bello, Bello, Bello!
  • Ottima resa dei colori dello schermo
  • Trasportabilità ai massimi livelli

Contro

  • Tastiera non retro illuminata
  • Solo 2 porte USB Type C
  • Solo 8 GB di RAM non espandibili

Tirando le somme, Acer Swift 7 è tutto ciò che ognuno sogna in un portatile. Ottimo display, una buona batteria e una trasportabilità ai massimi livelli con uno degli ingombri minori sul mercato.

Il processore Kaby Lake permette allo Swift 7 di lavorare bene in quasi tutte le situazioni; certo, è carente in ambito di potenza grafica, ma ricordiamo che questo ultrabook non punta ad entrare nelle grazie dei videogiocatori ma bensì nelle mire di chi cerca un portatile per lavorare anche fuori dalle classiche quattro mura domestiche.

Se la mancanza della retroilluminazione della tastiera non vi pesa e la RAM di soli 8 GB è sufficiente per le vostre necessità, Acer Swift 7 è da tenere in seria considerazione per un futuro acquisto.

E poi ricordiamocelo, anche l’occhio vuole la sua parte: vi assicuro che metà della mia famiglia mi ha chiesto di tenere lo Swift 7, e l’altra metà me l’ha chiesto in regalo.
Praticamente so già cosa mi verrà richiesto per regalo ai prossimi compleanni… [icons icon=”emo-laugh” color=”#8224e3″ size=”30″]


Offerte Acer Swift 7

Acer Swift 7 nella versione con Kaby-Lake ha un prezzo di vendita di 1299,00 €

Tramite le offerte online è possibile portarsi a casa questo piccolo tuttofare ad un prezzo vantaggioso.

Galleria Acer Swift 7

I nostri voti

Design ed Ergonomia9
Tastiera e Touchpad9
Display9
Prestazioni8.5
Autonomia9.5
Audio7
Rapporto Qualità Prezzo8.5
Voto finale8.6

Partecipa alla discussione