LE ORIGINI DEL CAVALIERE OSCURO

E’ la notte della vigilia di Natale a Gotham City e nel carcere di Blackgate stanno per eseguire la condanna a morte di Julian Gregory Day, alias Calendar Man, quando d’un tratto arriva la notizia che Roman Sionis, noto come Maschera Nera, è appena evaso e tiene in ostaggio il capo della polizia, Joseph Loeb.
Da qui comincerà la nostra la avventura di Batman nel terzo capitolo della fortunata saga lanciata da Rockstady Studios nel 2009 ma questa volta sviluppata da Warner Bros Games Montreal, che aveva già prodotto la versione per Wii U, Arkham City Armored Edition. Batman Arkham Origins ha un grande peso sulle spalle, infatti quello che in molti si chiedono è se il terzo capitolo riuscirà a mantenere alta l’eccellenza tecnica dei titoli precedenti, andando a limare quelle poche sfaccettature nel quale i suoi predecessori peccavano.

Batman Arkham Origins – Trailer

Gameplay

Il gioco entra subito nel vivo e la narrazione è veramente di notevole spessore, composta dalla trama principale più numerose missioni facoltative che ci daranno accesso ad ulteriori dettagli che i fan della serie di Batman e della DC non potranno che apprezzare, in quanto ci catapulteranno in una tetra Gotham piena di eroi mascherati e peccati.

batman-arkham-origins (1)

Il sistema di combattimento non è cambiato: è frenetico ma al contempo assolutamente fluido e non necessariamente affidato ad un caotico premere di tasti; dovremo riuscire a concatenare più colpi e contrattacchi possibili incastrando tra loro tutte le abilità in nostro possesso contro i nostri avversari così da innalzare il contatore combo e aumentare l’esperienza ottenuta, oppure sfruttare i punti strategici e l’ambiente per sgomberare le aree da gruppi organizzati di nemici.

Quest’ultimi sin da subito risulteranno aggressivi e man mano che progrediremo nel gioco si faranno sempre più feroci e pericolosi: dai semplici criminali di strada a quelli equipaggiati con scudo o con bastone elettrico, per non parlare dei cecchini!

I boss della campagna sono fedelmente riprodotti dalla serie DC con poche licenze artistiche e sono assolutamente intenzionati a farci fuori nella maniera più dolorosa possibile. Dovremo sudarci ogni colpo inferto e trovare la strategia più consona all’avversario che abbiamo di fronte: come nel caso di Bane in cui dovremo stordirlo con il mantello per poi tartassarlo di colpi fino ad avere la possibilità di strappargli da dosso il sistema di somministrazione del Venom così da renderlo vulnerabile ai nostri colpi. Anche da questo punto di vista la buona dose di strategia progettata dal team Rocksteady Studios ci permetterà di avere un gameplay scorrevole senza punti morti o di scene ripetitive.

Fortunatamente avremo una vasta gamma di gadget a nostra disposizione che, oltre a consentirci di raggiungere la maggior parte dei collezionabili dell’Enigmista, ci aiuteranno nei combattimenti più impegnativi: dal classico batrang al gancio remoto che vi fornirà molte nuove strategie di KO. Rispetto ai titoli precedenti è stata introdotta la possibilità di utilizzare il Batwing per gli spostamenti veloci nei vari quartieri che compongono la mappa di gioco, oltre alla classica esplorazione affidata ai nostri bat-piedi.

Sempre grazie al Batwing, avremo inoltre la possibilità di visitare la batcaverna e qui avremo la possibilità di ricevere preziosi consigli dal fido Alfred ottenendo così eperienza extra e la possibilità di affrontare le sfide di gioco: combattimenti e missioni predatore settate con determinati obiettivi da raggiungere per guadagnare esperienza, sbloccare collezionabili, biografie e trofei.

C’è anche la possibilità di giocare le sfide con Deathstroke, uno degli assassini che affronteremo nella campagna, grazie ad un DLC rilasciato al momento dell’acquisto o comprato sui rispettivi store in base alla versione di gioco che abbiamo.

batman-arkham-origins-rece-1

Torna anche la visuale detective, che è stata ampiamente sfruttata questa volta, con cui dovremo indagare su delle vere e proprie scene del crimine sia nella campagna principale che negli elementi facoltativi del gioco, portando alla luce indizi e ricostruendo gli eventi in tempo reale dandoci così l’opportunità di sventare i crimini in corso intercettando occasionalmente le trasmissioni della polizia. Potremo inoltre risolvere i delitti che avvengono nella città sfruttando un sistema investigativo ben definito che ci darà accesso a molti dettagli della trama principale.

Nel gioco sono presenti anche alcuni boss facoltativi come il Cappellaio Matto o Birde, braccio destro di Bane, che dovrete fermare terminando una serie di missioni secondarie che verranno sbloccate progredendo nella storia principale compreso l’ultimo che verrà sbloccato nell’endgame.
Oltre alle classiche modalità facile, normale, difficile e “storia +”, che viene sbloccata terminando il gioco per la prima volta e vi permette di ricominciare con tutti i gadget e le abilità ottenute, è presente anche la modalità “Io sono la notte” che otterrete finendo la campagna due volte, in cui non ci saranno salvataggi e in caso di morte di Batman il giocatore dovrà riprendere la partita dall’inizio. Ecco quindi accontentati anche gli amanti del perfezionismo o chi cerca una sfida veramente al limite. Sotto questo riflettore potremmo tuttavia trovare anche l’unica pecca del titolo, infatti la trama principale non è eccessivamente longeva nonostante sia arricchita da molte side-quest, DLC e altri collezionabili che ci faranno perdere un bel pò di tempo alla loro ricerca.

Batman__Arkham_Origins_13756674343327

Come se non bastasse la collaborazione con la Splash Damage ha introdotto una modalità multiplayer on-line abbastanza innovativa le cui partite si basano su un match tra 3 squadre: la banda di Joker, quella di Bane e il Dinamico Duo e, ovviamente, Batman e Robin.
Le prime due dovranno darsi battaglia per il predominio del territorio e lo sterminio della gang rivale ma al contempo guardarsi le spalle dai due eroi che dovranno riuscire a mettere fuori gioco più giocatori possibili, cosi da “intimidire” le due bande per poter vincere lo scontro.

E’ stato inoltre annunciato il rilascio di un DLC che, oltre a skin e mappe sfida, conterrà ulteriori 12 ore di gameplay nei panni di Bruce Wayne percorrendo gli eventi che l’hanno portato ad indossare i panni di Batman.

Grafica e Audio

Batman-Arkham-Origins

La grafica è quella con cui siamo stati viziati nei precedenti due episodi, ma rimarremo comunque sbalorditi, nonostante la presenza di qualche iniziale glitch e bug corretto rapidamente con alcuni aggiornamenti, dalla resa dei dettagli dei personaggi. La nostra tuta, ad esempio, subirà tutti i danni che riceveremo nel gioco, vedendola così piano piano rovinarsi. Lo scenario è altrettanto curato e le texture delle mappe sonocurate nei minimi dettagli e difficilmente ci sembrerà di vedere un modello ripetuto nel corso del gioco. L’ambientazione tetra e umida della città, insieme ad un comparto audio di prima classe ci permetterà di immergerci completamente in una Gotham vasta ma non dispersiva, in cui l’atmosfera cinica e tipicamente “Burtoniana” è resa perfettamente in Arkham Origins.

In molti si domanderanno quale delle versioni attualmente in commercio è quella con la resa grafica migliore. In realtà l’atmosfera del gioco ci farà sicuramente distogliere da questo pensiero, ed è innegabile che la versione PC ha sicuramente una marcia in più anche grazie al supporto delle nuove direct X 11, visto che le attuali console ( PS3/Xbox 360/Wii U ) hanno standard hardware più restrittivi. D’altronde si vocifera anche che presto potremo assaggiare Arkham Origins anche sulla Next Gen di Playstation 4 e Xbox One e in questo caso l’ago della bilancia potrebbe nuovamente oscillare a favore delle console. Di certo l’esperienza di gioco, sia dal punto di vista grafico che del gamplay, è stato fedelmente riportato tra le diverse configurazioni hardware di console e PC, con il risultato che avremo un gioco apprezzabilissimo indifferentemente da quale sarà la nostra piattaforma di gioco e questo è un’altro punto da non sottovalutare viste le recente discrepanze che stiamo vedendo in questo periodo anche di gioco di classe A.

Conclusione

In conclusione, questo è un altro prodotto di grande qualità che si aggiunge alla collezione di Arkham. Con questo terzo capitolo il livello qualitativo a cui siamo stati abituati viene ampiamente rispettato e i margini di miglioramento presenti nei titoli degli anni precedenti sono stati riempiti in maniera molto arguta dagli sviluppatori, che hanno saputo spremere anche le ultime gocce che questa saga poteva offrire, introducendo novità assolutamente non-banali senza andare ad intaccare minimamente l’ottimo gameplay e la trama ricca di elementi investigativi. Scordatevi il solito platform, perchè con Arkham Origins preparatevi a diventare Batman e a creare la vostra leggenda in un’avventura epica degna del cavaliere oscuro. Eppoi diciamocelo, combattere il crimine nei panni di Batman è sempre un piacere e in questo caso Warner Bros Studios e Rocksteady hanno saputo incarnare appieno l’essenza del pipistrello trasportandola in un nuovo capitolo della saga di Arkham.

Galleria Immagini

si ringrazia l’ufficio stampa WB per il sample testato

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome