Alzi la mano chi conosce il marchio Doogee. Credo davvero pochi e se volete sapere la verità, nemmeno io lo conoscevo. Poi è arrivato in redazione l’ Y200, un dispositivo dalle grandi dimensioni ed economico. Avevo la speranza che questa azienda, nata nel Marzo 2013, potesse aver sfornato un dispositivo davvero ben funzionante, soprattutto in relazione alla fascia di prezzo alla quale viene proposto. Non resta che leggere tutta la recensione per capire come realmente si comporta.

Unboxing Doogee Y200

Doogee Y200

La confezione di vendita è molto ricca e probabilmente è uno degli aspetti più interessanti del telefono, dato che, oltre al caricatore da 1 A, al cavo ed alle cuffie auricolari, vengono forniti in dotazione una pellicola da applicare sul vetro ed una custodia in plastica, utile per aumentare il grip di questo Doogee Y200.

Acquista Doogee Y200 da Gearbest

Scheda Tecnica Doogee Y200

Sistema OperativoAndroid
Versione Sistema Operativo5.1
Dimensioni155.5mm x 77.1mm x 7mm
CPUMediaTek MT6735
GPUMali T720
RAM (GB)2
Memoria interna (GB)32
Pollici Display5.5
Risoluzione Display1280 x 720
Tipologia DisplayLCD
Megapixel Fotocamera8
Capacita batteria (mAh)3000

Vai alla scheda completa: Scheda tecnica Doogee Y200.

Videorecensione Doogee Y200

Design ed Ergonomia Doogee Y200

Dogee Y200

Sul lato ergonomia questo telefono purtroppo mostra più di un aspetto negativo. Si tratta di un phablet, dato che deve ospitare un display da 5,5 pollici, quindi risulta essere molto grande, ingombrante. Il problema però risiede nella plastica che avvolge il posteriore ed il frame laterale; l’ utilizzo del policarbonato per abbattere i costi ha comportato una certa scivolosità ed anche una facilità nel graffiarsi. La lavorazione della plastica, di contro, non è affatto male, riesce a donare un effetto simil-metallo. Più anonimo il frontale di questo Y200, con cornici rilevanti poste nella parte superiore ed inferiore del display.

Display Doogee Y200

Doogee Y200 Display

Il display da 5,5 pollici HD (1280 x 720) è un IPS, quindi nessun nero profondo ed assoluto, come è possibile osservare su un pannello AMOLED. Si tratta di un display assolutamente adeguato per un telefono proposto sotto i 150 euro, con un ventaglio cromatico abbastanza ampio ed un buon punto di bianco. Gli angoli di visualizzazione sono accettabili, così come è buona la qualità delle immagini sotto la luce diretta del sole. Il problema risiede nel pannello che non è affatto oleofobico e nel sensore di luminosità che fa fatica a gestire la retroilluminazione del pannello rispetto alla luce ambientale.

Software e Prestazioni Doogee Y200

Doogee Y200

Alla prima accensione lo smartphone si mostra agli utenti con a bordo Android 5.1. Completamente assente la personalizzazione del produttore nella grafica del software, se non per qualche icona nel launcher e nei toggle presenti nella tendina delle notifiche. Android Lollipop stock, dunque, che da una parte mette in evidenza la poca cura dell’ azienda nel voler rendere più personale questo dispositivo, dall’ altra però consente di rendere snello il sistema. Entrando nello specifico, il Doogee Y200 è un Dual Sim, quindi è installato il classico sistema operativo Android che gira su tutti i dispositivi MediaTek. Parliamo dell’ MT6735, un quad-core coadiuvato dalla GPU Mali T720 e da 2 GB di RAM.

Personalizzazione? no grazie!

Anche le Impostazioni, dunque, risultano essere quelle classiche dei software MediaTek. Ottima la gestione Dual Sim e se scorriamo le voci troviamo le solite Smart Gesture, le quali sono sempre poco utili e produttive. Le gesture a schermo spento sono invece comode, soprattutto in un telefono dalle grandi dimensioni, ma su questo Doogee non sempre vengono recepite al primo tocco. La colpa è da imputare al touch, poco reattivo e gommoso che non sempre segue l’ utente negli spostamenti frenetici delle dita sul display. Buone le prestazioni e la fluidità generica del dispositivo, il quale garantisce una certa facilità di navigazione tra le varie schermate ed applicazioni; complice la memoria interna da 32 GB, che nei nostri test è risultata abbastanza veloce (175 mb/s in lettura e 75 mb/s in scrittura ca.).

Doogee Y200

Ultima menzione al Sensore per le impronte digitali, nascosto nel grande tasto home centrale. Il menù che gestisce le sue funzionalità è poco curato, lato grafico, ma le possibilità di interazioni con questo elemento hardware sono molte, la maggior parte delle quali inutili. Le opzioni di maggior interesse sono lo sblocco del dispositivo, anche a schermo spento, e la protezione delle applicazioni. Purtroppo il sensore non ha una gran qualità: non riesce quasi mai a primo colpo a riconoscere il dito, il che rende poco utile ed immediato utilizzarlo continuamente, soprattutto per lo sblocco del terminale.

Multimedia Doogee Y200

Doogee Y200

L’ Y200 monta una fotocamera posteriore da 8 Mpx, mentre quella anteriore è da 5. Va sottolineato che il software che gestisce il reparto fotografico è quello classico MediaTek, appartenente a diverse generazioni fa di Android. Sono classiche dunque le modalità di scatto, con risultati però abbastanza convincenti, soprattutto se teniamo a mente il fatto che parliamo di un device sotto i 150 euro. La messa a fuoco non è rapidissima, la gestione dei colori è abbastanza fedele mentre l’esposizione delle volte non è precisa. Troppo spesso, infatti, le foto tendono ad essere sovraesposte, come anche i video, i quali vengono girati al massimo in 720p. Però, tutto sommato, gli scatti sono assolutamente accettabili, con un dettaglio grafico presente sia nelle foto scattate di giorno, sia in quelle notturne, nelle quali il rumore video è abbastanza contenuto.

Audio? se solo funzionasse…

L’ audio fuoriesce dall’ altoparlante situato nella parte posteriore del dispositivo. Parliamo di un audio abbastanza buono, per un telefono così economico. Purtroppo dopo due giorni di utilizzo del terminale la cassa si è rovinata quasi irrimediabilmente, mettendo così in evidenza la bassa qualità di assemblaggio e di componentistica del device.

Autonomia Doogee Y200

Doogee Y200

Prima di parlare dell’ autonomia, è preferibile accennare alla gestione delle temperature, la quale è sempre ottima. Si tratta di uno degli aspetti migliori di questo Doogee, dato che non si arriva mai a 30° nella zona dove è collocato il processore. Questo significa che, per quanto si possa stressare il telefono, questo risulta essere sempre freddo o al massimo tiepido.

Le temperature basse giovano anche alla batteria, che è da 3000 mAh. Mi sarei aspettato qualcosa in più, ma la giornata si riesce a superare e soprattutto il calo della batteria è sempre costante, senza particolari crolli inspiegabili e fastidiosi.

Considerazioni finali Doogee Y200

Doogee Y200

Ho a lungo ricercato un senso a questo telefono, ma non ci sono riuscito. Trascina con sè tantissimi aspetti negativi, tra cui l’ inaffidabilità. E’ di grande dimensioni, scivoloso, senza particolari ottimizzazioni ed accorgimenti da parte del produttore. Tutto ciò mi stimola ad indirizzare l’ attenzione verso altri prodotti, anche di derivazione orientale, che sono ugualmente economici ma che permettono di godere di un’ esperienza Android più appagante.

Offerte Doogee Y200

Acquista Doogee Y200 da Gearbest

Pro

  • Fluidità
  • Gestione Dual Sim
  • Temperature

Contro

  • Inaffidabilità
  • Touch poco reattivo
  • Sensore delle impronte digitali poco preciso
  • Applicazioni di sistema ormai obsolete
  • Scivoloso
  • Sensore di luminosità poco preciso

I nostri voti

Design ed Ergonomia5
Display5
Prestazioni6
Autonomia6
Fotocamera e Multimedia6
Rapporto Qualità-Prezzo5
Voto finale5.5

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: