Introduzione

Le HUAWEI FreeLace Pro sono uno degli ultimi prodotti senza fili presentati da HUAWEI, rilasciate poco prima delle più recenti HUAWEI FreeBuds Studio presentate poche settimane addietro insieme al Mate 40 Pro.

Non si tratta del solito design a cuffietta TWS, d’altronde per quello ci sono già le ottime HUAWEI FreeBuds Pro che sono la controparte totalmente wireless a queste Free Lace Pro che come suggerisce anche il nome sono delle cuffie Bluetooth “a laccio” con diverse funzionalità interessanti. Non sono un particolare fan di questo genere di cuffia per il tipo di utilizzo che ne faccio, ma devo dire che queste FreeLace Pro mi hanno fatto cambiare idea grazie ad un’ottima qualità audio e diversi dettagli che si sono rivelati molto utili nella vita di tutti i giorni.

Le HUAWEI Freelace Pro sono attualmente disponibili in 3 colorazioni (Graphite BlackSpruce Green, Dawn White ) in Italia e il loro prezzo di listino attualmente è di 120€ ma non è difficile trovarle in offerta a meno di 100€ e tra le features che spiccano troviamo la riduzione del rumore attiva, un aggancio magnetico per le due cuffie, comando touch e fino a 24 ore di autonomia no-stop.

Andiamo quindi a vedere insieme come si sono comportate le FreeLace Pro dopo averle testate quotidianamente per due settimane. Come al solito andiamo subito a scoprire il contenuto della confezione.

Contenuto della confezione

All’interno della confezione troveremo lo stretto necessario per utilizzare le FreeLace Pro e l’unico vero plus sono dei gommini differenti per gli auricolari e un cavetto Type-C per la ricarica del dispositivo ma non troviamo alcun tipo di caricabatteria da parete. Una scelta probabilmente dettata dal prezzo ma allo stesso anche da una particolarità delle Free Lace Pro: questo possono infatti essere “staccate” e collegate direttamente al nostro smartphone per ricaricarle.
All’interno della confezione troviamo:

  • HUAWEI FreeLace Pro
  • Copri-auricolari disponibili in 6 taglie
  • Cavo per la ricarica USB di tipo C
  • Guida rapida
  • Informazioni sulla sicurezza
  • Scheda di garanzia

Design e Materiali

Seppur è vero che le Free Lace Pro sono delle cuffie Wireless, il loro design è piuttosto ibrido, infatti le due singole cuffie sono collegate tra loro da un cavo.

Questo design è particolarmente indicato per chi si allena con le cuffie o per chi ha necessità di utilizzarle quotidianamente per molto tempo, infatti grazie al cavo che si adagia sul nostro collo avremo la possibilità di toglierle e metterle velocemente dall’orecchio senza il rischio di farle cadere o perderle.

Infatti grazie ad un retro magnetico, le due cuffiette si attaccheranno automaticamente tra loro quando sono penzolanti sul nostro collo, annullando praticamente del tutto il rischio di perderle e farle cadere. Se siete tipi sortivi, particolarmente distratti o che lavorano bene con le cuffiette addosso allora il design delle Free Lace Pro potrebbe essere particolarmente interessante per voi.

I materiali utilizzati sono molto buoni con i controlli principali in metallo e il cavo principale e le due cuffie realizzate per lo più in materiali plastici e siliconici.

Il feel generale è molto buono e il mix di robustezza ed elasticità del prodotto sembrano un buon compromesso soprattutto per l’utilizzo misto che se ne potrebbe fare di questo prodotto. Il cavo che si avvolge intorno al collo è infatti in materiale ipoallergenico per minimizzare al massimo il rischio di reazione cutanea soprattutto se le utilizziamo per fare sport dove il sudore potrebbe giocare brutti scherzi.

Il comfort delle Free Lace Pro è stato uno degli aspetti che mi ha maggiormente sorpreso. Ammetto che in questo ultimo periodo ho pressoché utilizzato e recensito solamente cuffiette TWS con il quale l’ingombro è veramente inesistente. Le FreeLace Pro sono sicuramente più “impegnative” a livello di comfort e le prime volte avere il cavo intorno al collo mi sembrava innaturale e fastidioso. Con mia sorpresa dopo qualche ora di utilizzo mi ero praticamente dimenticato di non avere delle normali cuffie TWS sulle orecchie. L’ingombro è veramente minimo e anche a livello di peso non ho percepito più differenza dopo qualche ora di utilizzo.

Per quanto riguarda le cuffiette di per se sono molto comode una volta trovata la misura giusta per il nostro orecchio e calzano come delle tradizionali TWS a cui siamo oramai abituati. Durante l’utilizzo “in movimento” le Free Lace PRO di HUAWEI sono ben salde e sarà veramente difficile perderle, anche se il laccio sobbalzerà leggermente sulle spalle ad ogni nostro passo. Niente di particolarmente fastidioso ma comunque da tenere in considerazione.

Qualità Audio

Una delle cose che mi ha maggiormente colpito di queste FreeLace Pro di HUAWEI è la qualità audio. Utilizzo quotidianamente le FreeBuds 3i e la qualità audio è molto migliore. Anche paragonate alle FreeBuds Pro ( che sono la diretta controparte in formato totalmente wireless ) si sentono leggermente meglio e questo è soprattutto merito dei driver audio dinamici più grandi da 14,2mm che sono in grado di regalare buoni bassi

I bassi sono belli profondi considerando le dimensioni ridotte di queste cuffie mentre i toni alti sono nella norma. Molto buona anche la riproduzione di toni medi e vocali che si sentono in maniera limpida e corposa senza distorsioni anche al 100% di volume, soprattutto quando utilizziamo l’ANC che permette di isolarmi molto bene dai disturbi audio nei paraggi.

Quando si parla di isolamento acustico i due microfoni MEMS fanno infatti un ottimo lavoro per eliminare tutte le fastidiose frequenze di sottofondo. In modalità ANC attiva sentiremo con difficoltà le persone che parlano intorno a noi mentre con ANC impostato a metà riusciremo ad avere una buona attenuazione dei rumori senza isolarci totalmente dal mondo esterno.

Ovviamente se stiamo cercando il massimo dalla resa audio allora non dobbiamo scordarci delle recenti HUAWEI FreeBuds Studio rilasciate insieme a Mate 40 che, insieme ad un prezzo più alto, offrono anche la migliore esperienza audio HUAWEI.

venduto da 
€ 150.79
€ 160.46  [-6%]

Gaming

Le Freelace Pro non sono certo cuffie nate per il gaming, ma come si comportano in questo segmento? Quando lanciamo un gioco le cuffie passeranno infatti in modo automatico in modalità Gioco diminuendo la latenza senza dover premere alcun tasto.

La latenza si abbassa così a 150ms diminuendo il tempo che trascorre tra l’azione in-game e quello che ascoltiamo in cuffia. Nel complesso possiamo ritenerci soddisfatti da questa funzione anche se non siamo ai livelli di cuffie gaming dedicate. Nel complesso sono più che sufficienti per chi non gioca in modo competitivo con il proprio smartphone.

Qualità delle chiamate

Per quanto riguarda l’utilizzo in chiamata le Huawei FreeLace Pro si sono dimostrate molto affidabili con una voce cristallina in entrambe le direzioni. Dall’altro lato ci sentiranno infatti in modo molto chiaro e forte.

Promosse a pieni voti da questo punto di vista e questo è anche merito dei microfono posizionati sul laccio che sono più affidabili dei microfoni presenti delle tradizionali cuffie TWS.

App & Funzionalità

L’utilizzo delle HUAWEI Free Lace Pro è abbastanza immediato, infatti basterà collegare le cuffie tramite Bluetooth al nostro smartphone come qualsiasi altro dispositivo wireless e iniziare ad utilizzarlo. In realtà grazie al design delle Free Lace Pro potremo anche semplicemente collegare il cavo USB tipo C al nostro smartphone per iniziare sia l’accoppiamento delle cuffiette allo smartphone sia per ricaricare il dispositivo.

La versione firmware delle FreeLace Pro al momento del test è 1.0.0.145.

Un pop-up ci avviserà infatti del collegamento e dello stato della batteria del prodotto.

Questa scelta è infatti molto interessante visto che se utilizzeremo in mobilità potremo collegarle direttamente ad uno smartphone per ricaricare la batteria interna: una funzionalità molto pratica soprattutto quando non siamo a casa/ufficio e non abbiamo il cavo in dotazione o un tradizionale caricatore da parete.

La companion App per gestire le Freelace Pro è sempre AI Life di HUAWEI, app che è diventata il fulcro per qualsiasi dispositivo connesso di HUAWEI come anche le Freebuds. Da qui potremo gestire tutte le funzionalità dei nostri dispositivi e aggiornare il firmware degli stessi. Se usiamo uno smartphone HUAWEI questo processo è anche possibile effettuarlo nativamente attraverso la EMUI.

In realtà le opzioni che potremo personalizzare da AI Life sono relativamente poche anche se essenziali. fondamentalmente potremo scegliere se attivare la cancellazione del rumore impostandola su Accesa, Spenta e Awarness. Quest’ultima opzione è una via di mezzo per non isolarci completamente dal mondo esterno, ad esempio se abbiamo necessità di sentire i colleghi o se andiamo a fare una corsetta.

Oltre a questo potremo personalizzare le funzioni dei tasti touch delle due cuffie ma questo è tutto quello che potremo personalizzare per le FreeLace Pro.

Peccato non ci sia alcun equalizzatore per aggiustare meglio i parametri audio. Una mancanza che si fa sentire è invece un sensore per capire se le cuffie sono state effettivamente rimosse dall’orecchio. Se le togliamo senza spegnerle o scollegarle queste continueranno a riprodurre musica in background riducendo ovviamente la batteria residua.

I pulsanti fisici sono posizionati sul laccio, più o meno in prossimità delle nostre scapole una volta indossate. I comandi sono facilmente riconoscibili anche al tatto grazie ai pulsanti in rilievo anche se sono posizionate forse un po’ troppo indietro per i miei gusti ma una volta presa l’abitudine sarà facile raggiungerli.

Un’altra cosa che ho apprezzato delle FreeLace Pro di HUAWEI è la possibilità di scambiare velocemente il dispositivo connesso semplicemente facendo un doppio click sul pulsante di accensione che permetterà di passare all’ultimo dispositivo associato.

Batteria e ricarica

All’interno delle FreeLace Pro di HUAWEI troviamo una piccola batteria da 150Mah che secondo HUAWEI con ANC ( Active Noise Cancelling ) disattivato sono in grado di raggiungere fino a 24 ore di autonomia.

Per chi non lo sapesse l’ANC funziona grazie ad uno o più microfoni ambientali che catturano l’audio intorno a noi ed emettendo poi un anti-rumore che contrasta le onde audio del rumore percepito annullandolo di fatto al nostro udito. Questo può annullare fino a 40db nell’ambiente circostante.

In effetti il dato reale nei nostri test è molto vicino a quanto dichiarato da HUAWEI e con un utilizzo moderato e misto ( audio tra il 50/60% ) siamo arrivati tranquillamente alle 23 ore di utilizzo. Con la cancellazione del rumore attivo questa durata si abbassa di diverse ore e dai nostri test con ANC attivo e stesso utilizzo siamo arrivati a circa 15 ore di utilizzo continuo.

Non sono dati strabilianti ma in linea con il tipo di prodotto, infatti è vero che le cuffie TWS hanno meno autonomia ma la custodia di ricarica potrebbe esser utile in diverse situazione come piccolo power-bank. Nelle FreeLace Pro non abbiamo invece questa possibilità ma fortunatamente la possibilità di scollegare la cuffia destra e attaccare direttamente le FreeLace Pro ad una powerbank o un telefono è un’ottima alternativa per non rischiare di rimanere senza alimentazione e soprattutto è altrettanto versatile ( se non meglio ) rispetto ai case di ricaricare delle cuffie TWS.

Non vi ho poi menzionato il fatto che le cuffiette supportano la ricarica rapida e questo significa che collegandole ad uno smartphone compatibile basteranno pochi minuti per avere diverse ore di autonomia. Con una ricarica di appena 10 minuti con Huawei P40 Pro siamo riusciti ad avere un’autonomia di circa 9 ore in più. Niente male direi.

Conclusioni

Onestamente ho avuto qualche difficoltà ad accettare le FreeLace Pro di HUAWEI essendo oramai abituato alle cuffie True Wireless. Il motivo è che sono senza dubbio più ingombranti e avevo avuto il sospetto che il laccio intorno al collo fosse particolarmente fastidioso durante l’utilizzo quotidiano. Ma sono stato felicissimo di essere stato smentito.

Le FreeLace PRO di HUAWEI sono veramente comode e appena ci si abituerà al laccio il nostro cervello eliminerà automaticamente il fastidio del laccio intorno al collo che diventerà pressoché impercettibile. Inoltre questo design presenta notevoli vantaggi rispetto alle tradizionali cuffie TWS: innanzitutto sarà praticamente impossibile che le cuffie possano uscire dall’orecchio e cadere come a volte mi capita con le cuffie TWS quando faccio movimenti bruschi. Un altro vantaggio delle Free Lace Pro di HUAWEI è la possibilità di poterle lasciare “penzolanti” al collo, dove il magnete presente fisserà tra di loro le due cuffiette evitando del tutto il rischio di perderle o dimenticarcele su qualche mensola come a volte capita con le cuffie TWS.

Molto utili anche per allenarsi visto che i materiali utilizzati sono ipoallergici e resistenti al sudore con certificazione IP55 che non guasta mai.

Avevo anche il timore che la portabilità fosse sacrificata dal fatto di non avere una custodia di ricarica come le tradizionali cuffiette True Wireless ma anche qui sono stato smentito in pieno. La batteria inclusa permette di utilizzare le FreeLace Pro per 15-24 ore in base all’impostazione dell’ANC che utilizziamo. Quando la batteria sarà esaurita potremo tuttavia staccare la cuffietta destra per rivelare la presa USB Type-C che può essere collegata a qualunque smartphone recente e supportano la ricarica rapida. Con il nostro P40 Pro sono bastati 10 minuti diricarica per avere quasi 10 ore di autonomia. WOW! Ovviamente nulla vieta di collegarle ad un PowerBank con ingresso USb Tipo C.

Le FreeLace Pro di HUAWEI si sentono poi incredibilmente bene grazie ai driver da 14,2mm che regalano un audio pulito con buoni bassi in qualunque situazione, sia riproduzione audio che in chiamata. Sono ai livelli delle FreeBuds PRO di HUAWEI e forse l’audio è anche migliore di quest’ultime grazie ai driver leggermente più grandi.

Le cuffie sono lunghe circa 84cm e si adattano bene a tutti anche grazie alle 3 taglie di gommini auricolari inclusi in confezione.

In definitiva le cuffiette FreeLace Pro di HUAWEI sono state un’ottima sorpresa. Sono più comode di quello che potrebbe sembrare: non certo ai livelli delle TWS ma in cambio offrono diversi vantaggi. Sarà infatti impossibile farle cadere o perderle in giro e sono perfette anche per chi per lavoro tende a mettere e togliere molte volte le cuffie dall’orecchio o per chi è sempre in movimento e non vuole rischiare di perdere le proprie cuffie. Ottime anche per lo sport e viaggi anche grazie alla certificazione IP55, inoltre l’autonomia è ottima e la possibilità di ricaricarle direttamente da una presa USB tipo-C rende facile caricarle anche fuori casa visto che oramai tutti abbiamo uno smartphone con ingresso USB tipo-C.
L’unico difetto è forse l’app AI Life che è un po’ scarna di impostazioni extra come un equalizzatore per le cuffie ma non è detto che verrà integrato con futuri update. se Abbiamo uno smartphone HUAWEI recente con EMUI 9.1 o superiore l’accoppiamento Bluetooth e la gestione sarà più veloce e integrata nell’interfaccia stessa del sistema. Segnaliamo anche l’assenza del Bluetooth 5.2 ma “solo” di BT 5.0. Oltre a questo l’unica vera assenza è un sensore che capisca quando le cuffiette sono nell’orecchio oppure sono state tolte, come succede con altre cuffie soprattutto TWS.

La cancellazione del rumore è molto efficace e potremo impostarla su Acceesa, spenta e modalità trasparente dove sentiremo alcune delle cose intorno a noi eliminando invece i brusii di sottofondo che potrebbero distrarre.

Insomma, le FreeLace Pro ci hanno soddisfatto a pieno e ci hanno fatto rivalutare questa tipologia di cuffia. Sono belle da vedere con il loro feel premium come le FreeBuds PRO e resistenti ad schizzi e polvere.

Sono un’ottima alternativa alle FreeBuds Pro di HUAWEI in termini di qualità quindi se non siete amanti delle True Wireless allora potrebbero fare al caso vostro. Anche il prezzo è simile visto che stiamo parlando di un prezzo di listino di 129€ con street price che spesso permettono di portarsi a case le FreeLace Pro a circa 99€.

Sono disponibili in 3 colorazioni ( nere, bianche e verdi ) online su HUWAEI Store, su Amazon e nella grande distribuzione di elettronica di consumo.

Vi ricordiamo che sono attive anche le Promo di fine anno HUAWEI su tantissimi prodotti tra smartphone, Notebook e accessori.

PRO

  • Ottima autonomia con ricarica rapida
  • Ottima qualità Audio
  • ANC molto efficace
  • Certificazione IP55

CONTRO

  • Poche colorazioni, anche se essenziali
  • Mancanza di un sensore per capire se sono indossate
  • App un po’ scarna
venduto da 

Rimani aggiornato su offerte lampo ed errori di prezzo, seguici su Telegram!

Co-fondatore e amministratore di Techzilla. Adora le nuove tecnologie e si occupa principalmente dell'amministrazione, del settore marketing e dell'aspetto grafico del sito.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.