Le OPPO Enco X2 sono le nuove cuffiette premium TWS con Bluetooth 5.2 di OPPO, che vogliono migliorare ulteriormente l’ottima qualità audio delle precedenti Enco X dello scorso anno di cui sono le dirette eredi.

Tra le novità di questa versione troviamo i due speaker coassiali con driver dinamici da 11mm e il diaframma planare per la qualità audio, inoltre troviamo funzionalità avanzate di soppressine del rumore (ANC) per eliminare i suoni fastidiosi intorno a noi. In particolare quest’anno le Enco X2 possono vantare una collaborazione con Dynaudio, il produttore Danese di speaker, per migliorare la qualità audio.

Le OPPO X2 sono delle cuffiette TWS premium che vengono proposte al prezzo di 199€ di listino. Se siete interessati all’acquisto delle Enco X2 allora vediamo insieme come si sono comportate durante i nostri test a cominciare proprio dalla confezione di vendita.

venduto da 
€ 179.99
€ 199.99  [-10%]
venduto da 
€ 99.99
€ 179.99  [-44%]

Unboxing

La confezione di vendita comprende:

  • Cuffie Enco X2
  • Custodia di ricarica
  • Cavetto Usb Type-C
  • 4 coppie di gommini di ricambio di varie dimensioni ( più uno sulle cuffiette )
  • manualistica

OPPO Enco X2 : Specifiche tecniche

Specification OPPO Enco X2
Colori Bianco o Nero
Driver driver dinamici da 11mm + diagramma planare da 6mm
Speaker 118dB @1kHz
Frequenza di risposta 20Hz ~ 40kHz
Profondità ANC 45dB
Bluetooth codec LHDC/LDAC/AAC/SBC
Bluetooth Bluetooth 5.2
Raggio Bluetooth 10m
Batteria 57mAh (cuffietta)/566mAh (custodia)
Porte USB Type-C
Certificazione IP IP54
Peso Cuffiette: 4.7 grammi cadauna Case di ricarica: 47 grammi Peso insieme: 56.4 grammi

Design e Materiali

La custodia delle Enco X2 ha la tipica forma ovale a cui siamo abituati oramai su questo tipo di prodotto e sono fatte di plastica rigida, nel nostro caso bianco laccato.

Non c’è da nascondersi: le OPPO Enco X2 ( così proprio come le sue predecessori ) hanno un design ispirato alle Apple AirPods, un trend oggigiorno molto comune e che non rappresenta necessariamente un malus.

Oggi cuffietta ha un peso di appena 4,7 grammi mentre il case insieme alle cuffiette ha un peso di 56,4 grammi quindi la portabilità è garantita. Non manca poi la certificazione IP54 per la resistenza ad acqua e polvere quindi saremo protetti dal sudore e non dovremo preoccuparci degli schizzi d’acqua sulle nostre cuffie. Non sono waterproof, quindi lasciarle cadere in acqua è ancora una pessima idea.

La variante bianca che abbiamo ha una finitura lucida con gli steli delle cuffie relativamente corti e che incorporano i tasti a scorrimento che vedremo tra poco. Il tocco di personalità arriva dalla doppia tonalità bianco/nero di alcuni elementi come la parte che indica la cuffie destra e quella sinistra oltre che nella parte opposta al cuscinetto che include una piccola griglia nera che nasconde i microfoni ambientali per la soppressione dell’audio.

Come dicevamo sia le cuffie che il case sono fatti di plastica rigida ma non danno la sensazione di un prodotto cheap anche per via del peso più sostanzioso se paragonate ad esempio alle più leggere OPPO Air che abbiamo recensito lo scorso anno.

Il case di ricarica è relativamente piccolo e nella parte esterna l’unica cosa che troneggia è la scritta Dynaudio proprio ad enfatizzare la partnership di queste cuffie con il produttore Danese di speaker. C’è anche una piccola scritta OPPO ma passa molto più inosservata. A lato un piccolo tasto per il reset delle cuffie.

Nella parte inferiore troviamo l’ingresso USB Type-C per la ricarica e un piccolo led di stato che mostra l’autonomia residua delle cuffie durante la ricarica. Anche all’interno troviamo un altro led che indica l’autonomia residua del case. La custodia dà una buona sensazione di solidità con un sonoro <SNAP> alla chiusura che conferma che le nostre cuffie sono ora protette dall’esterno.

All’interno della confezione troveremo diversi gommini di ricambio per le nostre orecchie in modo da adattarsi al meglio alle nostre esigenze. Ovviamente è bene provarle prima tutte per trovare la dimensione perfetta per il nostro orecchio e assicurarci così un grip migliore delle cuffie e una qualità audio migliore. OPPO spiega che le cuffiette adottano un design antibatterico con protezione per il cerume che dovrebbe impedire di bloccare il canale audio inoltre il riversamento inorganico con ioni è antibatterico e inibisce la proliferazione di batteri.

Connettività e funzionalità

Le Enco X2 di OPPO utilizzano il più recente Bluetooth 5.2 con tutte le novità che esso incorpora e che vedremo a breve. Sono compatibili sia con Android che iOS e nonostante il range di utilizzo sia sempre intorno ai 10 metri come le precedenti versoni di Bluetooth, devo dire che la connessione con il mio OPPO Find X5 Pro è sempre stata solida anche camminando per casa lontano dal telefono.

Il Bluetooth 5.2 supporta diversi codec tra cui LHDC, LDAC, AAC, e SBC e da questo punto di vista direi che abbiamo la dotazione completa per adattarsi a qualsiasi evenienza. Di default sarà il telefono a scegliere che codec utilizzare nativamente ( ad esempio il mio Find X5 Pro usa LHDC mentre un iPhone usa AAC ) ma questo non sembra inficiare troppo sulla qualità audio, quindi anche abbinate ad uno smartphone id fascia medio/bassa potremmo utilizzarle con ottimi risultati senza necessariamente avere un top-gamma anche se ovviamente è raccomandabile.

La nuova tecnologia del codec LHDC 4.0 ha migliorato molto la qualità audio wireless che arriva a 900Kbps/24bits/96kHz. Circa tre volte superiore rispetto ai tradizionali standard di trasmissione.

Per quanto riguarda la compatibilità, i dispositivi OPPO non hanno bisogno di app di terze parti in quanto la gestione totale è affidata al sistema operativo e alla COLOR OS. Tutti gli altri dovranno scaricare l’app gratuita Hey Melody per poter configurare al meglio queste cuffiette.

Funzionalità

Veniamo ora alle funzionalità di queste cuffiette, infatti nonostante siano piccole dispongono di diverse utili funzionalità che permettono di ottenere una qualità audio pazzesca con alcuni semplici accorgimenti.

Tutte le funzionalità delle Enco X2 possono essere gestite dalle impostazioni del Bluetooth ( per dispositivi OPPO ) o tramite HeyMelody per tutti gli altri. La prima cosa interessante da configurare, a mio avviso, è il Golden Sound.

Dopo aver scelto la dimensione adatta dei gommini per il nostro orecchio, potremo avviare la funzione golden Sound che permette tramite algoritmi OPPO di studiare il nostro orecchio e il condotto uditivo al fine di adattare l’audio su di noi. Questa funzione va eseguita solo la prima volta e ci presenterà delle istruzioni guidate e in meno di 5 minuti avremo finito la configurazione.

Fondamentalmente Golden Sound riprodurrà varie frequenze da un auricolare alla volta, di volta in volta più basso e ad ogni step dovremo indicare se abbiamo sentito o meno il suono. A quel punto si sposterà ad una frequenza diversa e ripetreà il processo per entrambe le orecchie.

Se avete mai fatto uno di quei test “scopri quanti anni hai ascoltando queste frequenze” l’esperienza è analoga. Una volta terminato le Enco sapranno con più precisione come funzionano le nostre orecchie e di conseguenza adatterà le frequenze sui valori indicati.

Abbiamo poi anche un test per i gommini per assicurarci di aver scelto quello corretto e nel complesso aiuta ad avere un’esperienza audio migliore. Anche questo è raccomandato da fare al primo utilizzo.

Fatto questo potremo iniziare ad esplorare le varie funzionalità delle Enco X2 ed in particolare le impostazioni di cancellazione del rumore (ANC) che è possibile regolare su 3 valori di default: Spento, Riduzione del Rumore e modalità trasparente dove verrà ridotto il rumore ma allo stesso tempo verranno enfatizzate le voci umani. Oltre a queste abbiamo le impostazioni di riduzione del rumore personalizzato per aggiustare a nostro piacimento il modo di operare della riduzione del rumore. Vedremo a breve come si comporta questa funzionalità ma vi anticipiamo che la riduzione del rumore è ottima.

Le altre impostazioni comprendono l’equalizzatore Dynaudio con alcuni profili audio già impostati. Troviamo poi la possibilità di collegare due dispositivi contemporaneamente grazie al Bluetooth 5.2 e per quanto riguarda i controlli in-ear questi sono di tipo touch e si comandano con degli swipe e “strizzando” le due cuffiette. Ovviamente tutte le funzionalità sono personalizzabili e si possono rimappare dalle impostazioni.

Tra le altre funzionalità segnaliamo anche un test per i gommini per trovare quello giusto per noi, la possibilità di collegarsi e due fonti contemporaneamente, l’assistente allo scatto e la funzione “Trova i miei auricolari”.

Per quanto riguarda i controlli “squeeze” sulla carta sono vantaggiosi rispetto ai controlli touch. Le cuffie Enco X2 si comandano infatti schiacciandole leggermente tra due dita e con degli swipe: con uno swipe verso l’alto ad esempio potremo alzare il volume – ma solo nella parte esterna delle cuffiette e non lateralmente. Nonostante questo ancora non mi sono adattato a questo tipo di comandi soprattutto per le piccole dimensioni dello stelo delle cuffiette che non agevola questo procedimento soprattutto in movimento dove non si capisce bene se stiamo toccando il lato esterno o laterale delle cuffiette. Probabilmente anche qui è questione di abitudine.

Audio

Passiamo ora a parlare della parte più importante di questa recensione, infatti per quanto tutte le features possano essere interessanti, se le cuffie non hanno una qualità audio valida è inutile prenderle in considerazione. Da questo punto di vista vi diciamo subito quello che volete sapere: la qualità audio delle Enco X2 è davvero eccellente.

Ma andiamo con ordine: le OPPO Enco X2 hanno infatti un driver dinamico da 11mm e un driver a diagramma planare da 6mm e possono funzionare su frequenze tra i 20Hz e 40Hz e oltre ai puoi recenti codec audio supporta anche i meno recenti SBC e AAC

Il suono che ne restituiscono è molto bilanciato e si sente subito che la qualità è stata perfezionata rispetto alle Enco X dello scorso anno. Dopo aver eseguito il Golden Sound, l’equalizzatore Dynaudio e i gommini adatti alle nostre orecchie quello che restituiscono queste cuffiette è un audio molto pulito e bilanciato con un pizzico di bassi in più rispetto alla generazione precedente.

Come dicevamo l’audio è molto bilanciato quindi non avremo discontinuità o frequenze dominanti all’interno di un brano. I bassi sono corposi e si fanno sentire nonostante non siano eccessivamente dominanti come altre cuffiette TWS sul mercato.

Anche le tonalità medie sono ben marcate e distinte, senza accavallarsi con le tonalità più basse. Quello che ci è piaciuto di più di queste Enco X2 è la qualità naturale e genuina delle canzoni, che vengono riprodotte proprio come sono state create.

Non siamo rimasti delusi da nessun genere musicale che abbiamo riprodotto su queste Enco X2 e in particolare con le canzoni con molto vocale riescono ad esprimere il meglio, senza però andarsi mai andare a “impiastricciare” il suono nonostante la complessità della traccia.

Le Enco X2 ci farà scegliere tra 3 impostazioni dell’equalizzatore prestabilite e create in collaborazione con Dynaudio. Se queste non bastassero potremmo sempre mettere mano al profilo personalizzato per adattarlo alle nostre esigenze anche se devo dire che il profilo Dynaudio Autentico è stata la mia scelta di default. Potremo altrimenti scegliere tra Dynaudio Suono Semplice e chiaro e Dynaudio deciso.

Vediamo ora come si è comportata la funzionalità di Active Noise cancelling che funziona sfruttando dei microfoni ambientali per catturare l’audio circostante e poi inviando frequenze che “annullano” quelle dei rumori di background isolandoci così dal mondo esterno.

Potremo scegliere tre impostazioni per l’ANC

  • Disattivato
  • Cancellazione del rumore di sottofondo
  • Modalità trasparenza

La modalità cancellazione del rumore a sua volta ha 4 impostazioni predefinite: leggero, moderato, massimo e smart. Impostando la modalità di cancellazione del rumore su Alto saremo praticamente isolati dal mondo esterno, infatti questa modalità è la più aggressiva ed è buona per luoghi particolarmente rumorosi come metropolitane o aeroporti.

La cancellazione del rumore è assistito dalla AI di OPPO e sfrutta la conduzione ossea per una rea migliore. I microfoni in questo caso fanno un’ottimo lavoro nel catturare i rumori di sottofondo per annullarli e isolare la nostra voce: con diverse chiamate all’attivo i miei interlocutori mi hanno sempre sentito benissimo.

Questa funziona davvero bene anche in ambienti molto affollati ed è ottima per isolarsi dall’esterno, ad esempio in aereo o treno, o semplicemente se vogliamo leggere un buon libro sotto l’ombrellone senza distrazioni. Con la modalità Smart saranno invece le Enco X2 ad adattare la potenza di soppressione del rumore in base alla quantità di confusione percepita di sottofondo, aggiustando di volta in volta e in tempo reale le impostazioni. E’ buono per un utilizzo “misto “ o se siamo in movimento per la città ad esempio ed alterniamo situazioni molto rumorose ad altre più tranquille.

Personalmente le ho usate anche per lavorare in smart working, dal momento che vivo su una strada molto affollata tra mezzi pubblici e con un pub sottostante che si popola di ita nel pomeriggio, con le Enco X2 sono riuscito ad eliminare gran parte del rumore di sottofondo lavorando più tranquillamente.

C’è infine una modalità trasparenza che è senza dubbio quella più interessante infatti combina la riduzione del rumore ma allo stesso tempo amplifica le voci di chi parla intorno a noi. E’ molto utile ad esempio se stiamo facendo attività fisica come la corsa, in quanto potremo ascoltare la musica eliminando i rumori di sottofondo ma allo stesso tempo potremo “ascoltare” se qualcuno ci vuole parlare e magari avvisare di un pericolo o semplicemente per parlare al bar senza doversi togliere le cuffiette.

Autonomia

L’autonomia di queste cuffiette è affidata ad una batteria da 57mAh all’interno di ogni cuffie e una batteria da 566mAh per il case di ricarica. Durante i nostri test utilizzando i codec LHDC, volume al 60% e la riduzione del rumore su Alto abbiamo consumato il 50% di batterie delle cuffiette con una chiamata di poco più di 2 ore. Questo significa che potremo tranquillamente arrivare alle 4 ore e oltre di autonomia con ANC attivo e ancora di più disattivando la riduzione del rumore. E’ un’autonomia eccezionale per delle cuffiette TWS anche considerando che difficilmente faremo più di 4 ore di utilizzo no-stop con le cuffie.

Quando poi le nostre Enco X2 hanno bisogno di energia basterà riporle all’interno della custodia per iniziare il processo di ricarica. La ricarica dalla custodia richiede circa 90-100 minuti per portare le cuffiette da 0 a 100%. La custodia si ricarica poi tramite un comune cavo USB Type-C, inoltre le Enco X2 supportano la ricarica Wireless a 10W quindi mi è capitato di ricaricarle con il mio Find X5 Pro durante un’uscita in cui mi ero scordato di ricaricarle a casa. Una funzione sicuramente comoda per chi è sempre in giro.

Dal punto di vista dell’autonomia siamo quindi tra le cuffiette TWS più longeve che ho provato recentemente e difficilmente rimarremo a secco di energia.

Conclusioni

Le Enco X2 sono un degno successore delle Enco X dello scorso anno e OPPO ha lavorato sodo per apportare miglioramenti interessanti soprattutto alla qualità audio e questo è anche merito della collaborazione con Dynaudio.

Sono delle cuffiette che a prima vista si potrebbero confondere per estetica nelle pletora di proposte che il mercato offre oggi ma che invece nascondono delle cuffiette solide, ben ingegnerizzate e dall’ottima autonomia. Da questo punto divista OPPO avrebbe anche potuto osare di più con il design, se non delle cuffie per lo meno con la custodia di ricarica, per donarle un tratto più distintivo anche perché queste cuffie se lo possono permettere: sono ottime ed è giusto che si pavoneggino con gli altri competitor. Mi dovrò invece “accontentare” della tinta unita ( bianco o nero in base al modello ) e del logo Dynaudio in bella vista.

Gusti personali a parte, le Enco X2 hanno un’ottima pagella e hanno tutte le spunte ai fattori determinanti per chi sta valutando un paio di cuffie TWS di fascia alta: l’audio è genuino e naturale e si adatta bene per ascoltare la musica nonostante i cultori dei bassi potranno rimanere a bocca asciutta: le Enco X2 sono infatti pensate per restituire un audio quanto più pulito possibile senza enfatizzare una frequenza a discapito dell’altra.

L’autonomia è ottima e in linea con gli altri competitor di questa fascia di prezzo e permettono di fare oltre 4 ore non-stop con ANC attivato. E a proposito di riduzione del rumore a conduzione ossea funziona molto bene e ci isola a dovere dall’esterno.

Personalmente l’unica cosa che non ho ancora ben digerito sono i nuovi comandi “squeeze” per controllare le cuffiette senza telefono. Faccio infatti ancora fatica a sfruttarle appieno anche per via delle dimensioni molto contenute delle cuffiette. E’ tuttavia una mia esperienza d’uso che potrebbe variare da utente a utente e per questo non voglio criticarle troppo dal momento che non si tratta di una mancanza hardware.

Arriviamo ora al punto più delicato della recensione: il prezzo. Vale la pena acquistare queste Enco X2?

OPPO propone le proprie Enco X2 nelle colorazioni bianco e nero al prezzo di listino di 199€. Sarà chiaro che sono delle cuffiette TWS premium e per questo il prezzo riflette questa collocazione. E’ impossibile non fare un paragone con Apple Airpods Pro con cui condividono molte funzionalità ed il prezzo premium e da questo punto di vista vi possiamo confermare che se state cercando una alternativa valida alle cuffie Apple con le Enco X2 cadrete in piedi.

Le Enco X2 hanno tante funzionalità e tutte funzionano alla perfezione, inoltre l’autonomia è eccezionale. Le Enco X2 hanno un prezzo alto ma senza dubbio valgono i soldi spesi e ci fanno capire che OPPO gioca seriamente non solo in ambito smartphone ma anche con il resto del suo ecosistema.

Se state valutando l’acquisto vi segnaliamo poi che approfittando di promozioni è già possibile trovarle ad uno street price di circa 160/170€ ed in questo caso sono un must-buy. Se invece state cercando quando più da “battaglia” e dal prezzo più contenuto potete valutare anche le ottime Enco Air 2 che hanno meno funzionalità ma sono affidabili e versatili.

Pro

  • Audio pulito e naturale
  • Ottima autonomia ( anche ricarica inversa )
  • Cancellazione del rumore efficace
  • Buon rapporto qualità prezzo

Contro

  • Pochi bassi
  • Comandi Squeeze poco intuitivi
venduto da 
€ 179.99
€ 199.99  [-10%]
venduto da 
€ 99.99
€ 179.99  [-44%]

I nostri voti

Design e materiali7.5
Funzionalità9
Qualità Audio9
Autonomia9.5
Rapporto qualità prezzo8.5
Voto finale8.7

Rimani aggiornato su offerte lampo ed errori di prezzo, seguici su Telegram!

Co-fondatore e amministratore di Techzilla. Adora le nuove tecnologie e si occupa principalmente dell'amministrazione, del settore marketing e dell'aspetto grafico del sito.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.