Poco ha lanciato due versioni del suo M4 Pro, una con supporto alle reti 4G e una con possibilità di agganciare la connettività di nuova generazione. Il Poco M4 Pro 4G è oggetto di questa recensione e risulta essere uno smartphone riuscito da tutti i punti di vista, dal display, passando per la produttività fino all’usabilità. Poco ha scelto con cura l’hardware da inserire all’interno della scocca ed ha immesso sul mercato un prodotto molto valido nella fascia bassa, un prodotto da scegliere!

Xiaomi Poco M4 Pro - Smartphone 128GB, 6GB RAM, Dual Sim, Power Black

Unboxing Poco M4 Pro 4G

Nonostante la natura economica dello smartphone, la confezione preparata da Poco contiene un cavo USB/USB Type-C, una cover in silicone ed un trasformatore da 33W con ricarica rapida, capace di portare la batteria del Poco M4 Pro 4G dallo 0% al 100% in circa 40 minuti.

Scheda tecnica Poco M4 Pro 4G

Poco ha scelto di equipaggiare il suo smartphone con un processore MediaTek, l’Helio G96, un octa-core costituito da 2x Cortex-A76 + 6x Cortex-A55, supportato da 6GB di RAM e da 128GB di memoria interna espandibile. Il display del Poco M4 Pro 4G è un’interessante unità AMOLED da 6,53 pollici, mentre per quanto concerne il comparto fotografico principale, sono installate tre fotocamere (64MP + 8MP + 2MP). Di seguito la scheda tecnica completa:

  • SoC: MediTek Helio G96
  • RAM: 6GB
  • Storage: 128GB UFS 2.1
  • Display: 6.43″ AMOLED FHD 90Hz
  • Fotocamere posteriori:
    • 64 MP
    • 8 MP (ultrawide)
    • 2 MP
  • Fotocamera frontale:
    • 13 MP
    • Video
    • FULLHD/30fps
  • Connettività: 2G/3G/4G, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, Wi-Fi Direct, hotspot
  • OS: Miui 13 basata su Android 11 con patch di sicurezza aggiornate ad aprile al momento della recensione
  • Batteria: 5000 mAh con ricarica a 33W
  • Dimensioni: 159.87 x 73.87 x 8.09 mm
  • Peso: 179.5 gr

Design Poco M4 Pro 4G

Poco M4 Pro 4G è uno smartphone economico. Al tatto le impressioni non si discostano dal vero valore del prodotto, ma l’assemblaggio del dispositivo convince. L’azienda ha optato per il policarbonato al posteriore: la plastica è lucida ed ha lo svantaggio di trattenere facilmente le impronte. Lo smartphone è solido, compatto e, grazie al peso inferiore ai 200 grammi, si utilizza senza particolari difficoltà con una sola mano.

Il modulo fotografico posteriore ingombra buona parte del retro e sporge di appena un millimetro rispetto alla scocca, soluzione apprezzata e resa possibile grazie all’utilizzo di sensori non particolarmente avanzati. Il design di Poco M4 Pro 4G prevede una piacevole commistione tra angoli smussati e tratti dritti, decisi, come quelli del frame laterale che raccorda il retro con l’anteriore.

Il frontale è dominato dal pannello Super AMOLED in risoluzione FULLHD+, circondato da cornici sottili, considerato il prezzo dello smartphone, e interrotto soltanto dal foro per la fotocamera frontale posizionato nella parte alta dello schermo.

Display Poco M4 Pro 4G

Trovare uno schermo di questa qualità su un dispositivo così economico non è affatto semplice. I pannelli AMOLED iniziano ad affacciarsi anche sugli smartphone venduti ad un prezzo di circa 200 euro, ma difficilmente si raggiunge questo livello. Poco M4 Pro 4G è dotato di uno schermo Super AMOLED con risoluzione FULLHD+, refresh rate a 90Hz e supporto allo spazio colore DCI-P3. Il display, inoltre, è dotato di un’ottima luminosità che raggiunge i 1000 nits quando viene colpito dalla luce diretta del sole. Questo si traduce in una buona visibilità in tutte le condizioni.

Il software di Poco permette all’utente di regolare in maniera fine la calibrazione dei colori, grazie alle opzioni Vivido, Intenso e Standard, oltre alla regolazione puntuale della temperatura. La qualità si percepisce, a tal punto che Poco M4 Pro 4G potrebbe essere scambiato per uno smartphone di fascia superiore. Il nero è assoluto, i colori sono precisi, carichi e personalizzabili ed il sensore di luminosità varia in maniera rapida la retroilluminazione. Ottimo anche il trattamento oleofobico del vetro, che migliora la qualità percepita dall’utente. Finalmente display di qualità anche nella fascia bassa!

Utilizzo Poco M4 Pro 4G

A livello prestazionale, il Poco M4 Pro 4G è il primo smartphone di fascia bassa provato a convincere completamente. E’ bene puntualizzare un dettaglio: lo smartphone ha prestazioni da dispositivo di fascia superiore!

E’ stato piacevole ed appagante utilizzarlo per un mese come smartphone principale; tutto si muove con fluidità, rara da trovare a questo prezzo. MediaTek ha lavorato davvero bene negli ultimi anni e da circa un anno e mezzo è tornata sulla piazza prepotentemente, con un hardware valido, soprattutto quello base di gamma.

Il Poco M4 Pro 4G monta l’Helio G96, un processore octa-core presentato nel 2021, costituito da 2 Cortex-A76 per le massime prestazioni e 6 Cortex-A55 per l’efficienza energetica. E’ affiancato in questo modello da 6GB di memoria RAM e da 128GB di memoria interna espandibile. Ciò che stupisce è l’affidabilità ed il mantenimento delle prestazioni nel tempo. Il Poco M4 Pro 4G è sempre performante e riesce a garantire i 90Hz del display in ogni situazione, tranne durante le sessioni di gaming sostenute. E’ bene sottolineare, però, che lo smartphone riesce a muovere a 30 fps costanti un titolo impegnativo come Genshin Impact, garantendo un’esperienza videoludica comunque appagante.

La stabilità e le performance sono sostenute da un software curato e ben funzionante. Suona strano, ma la MIUI, per giunta su un dispositivo di fascia bassa, risulta particolarmente completa e stabile. Nonostante lo smartphone non sia aggiornato ancora alla versione 12 di Android, le ottime funzioni della personalizzazione dell’azienda cinese non fanno rimpiangere l’ultimo aggiornamento del SO della casa di Mountain View.

Particolarmente apprezzata è la gestione in finestra della applicazioni scaricate sul dispositivo, che si può attivare tramite gesti, oppure trascinando verso il basso la notifica toast che appare nella parte alta del display, migliorando la gestione in contemporanea delle app. Quotidianamente il Poco M4 Pro 4G si lascia usare piacevolmente, grazie anche al sensore di impronte digitali posto sotto al display, ben funzionante.

Fotocamera Poco M4 Pro 4G

Lato fotografico, il Poco M4 Pro 4G si ridimensiona e si livella alla concorrenza della sua fascia di prezzo. D’altra parte, le prestazioni dei sensori sono molto legate al costo del dispositivo, dunque è difficile trovare uno smartphone economico che stupisce particolarmente lato foto e video.

Lo smartphone dell’azienda cinese possiede tre sensori posteriori: uno principale da 64Mp, f/1.8, uno grandangolare da 8MP e uno macro da 2 MP. Posto che l’ultima lente risulta essere completamente inutile a livello di resa, gli scatti del Poco M4 Pro 4G si realizzano totalmente con le altre due fotocamere. I risultati soddisfano a livello fotografico di giorno, grazie all’ottica luminosa e nitida che immortala immagini dalla buona resa cromatica.

Di notte la qualità cala, con la Modalità Notte che interviene automaticamente per cercare di dare pulizia e corpo alle foto scattate. Talvolta i limiti dell’ottica si mostrano evidenti di notte, ma i risultati possono essere comunque considerati nella media della fascia di prezzo. L’ottica grandangolare, invece, risulta utilizzabile per gli scatti negli ambienti con buona luminosità, mentre le immagini catturate di notte risultano di poca qualità. Meritano menzione anche i video, che possono essere registrati in FULLHD a 30fps.

Conclusioni Poco M4 Pro 4G

Era da molto tempo che non mi entusiasmavo per un dispositivo di fascia bassa. Ed è stato un piacere scoprire tale affidabilità su un Poco, che muove un software da sempre mai perfetto come la MIUI di Xiaomi. Il Poco M4 Pro 4G risulta straordinariamente stabile ed affidabile e, complici le molteplici funzioni dell’interfaccia utente di Xiaomi, anche piacevole da usare.

Ha tutte le carte in regola per spiccare nella pletora di dispositivi che si aggirano sui 200 euro, il prezzo attuale di questo prodotto: una buona autonomia, grazie alla batteria da 5.000 mAh che si carica in circa 40 minuti grazie all’alimentatore rapido da 33W, un buon display OLED a 90Hz ed un software pieno di funzioni e stabile.

Poco M4 pro 4G

Scheda tecnica

Poco M4 pro 4G
  • Display:6.43
  • CPU:Helio G96 MediaTek 2x 2.05 GHz Cortex-A76 + 6x 2.0 GHz Cortex-A55
  • RAM:6 GB
  • Memoria Interna:128 GB Espandibile
  • Fotocamera:Mp
  • Sistema Operativo:Android 11 MIUI 13
Xiaomi Poco M4 Pro - Smartphone 128GB, 6GB RAM, Dual Sim, Power Black

Si ridimensiona per quanto riguarda le prestazioni fotografiche, che risultano nella media, ma per il resto il Poco M4 Pro 4G non ha rivali. Il consiglio è di approfittare di eventuali sconti che sono presenti in rete in questo periodo, complice l’uscita dello smartphone ormai da qualche mese, e di mettere le mani su un prodotto che strizza l’occhio a dispositivi messi in vendita dalla concorrenza ad un centinaio di euro in più. Brava Poco!

Xiaomi Poco M4 Pro - Smartphone 128GB, 6GB RAM, Dual Sim, Power Black

Pro

  • Display AMOLED a 90Hz
  • Software stabile e completo
  • Prestazioni
  • Durata della batteria

Contro

  • Prestazioni fotografiche
  • Android in versione 11

I nostri voti

Design6.5
Display8.5
Audio7
Utilizzo8.5
Autonomia9
Fotocamera6.5
Rapporto Qualità-Prezzo8.5
Voto finale7.8

Rimani aggiornato su offerte lampo ed errori di prezzo, seguici su Telegram!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.