FRITZ!Box7590 – Introduzione

Il nuovo FRITZ!Box 7590 è l’attuale Router di punta di AVM nonchè erede dell’ottimo FRITZ!Box7490. Forse non tutti avranno sentito parlare di AVM ma di sicuro riconosceranno il design dei suoi prodotti. L’azienda è in fatti sul mercato da oltre 30 anni e i prodotti FRITZ! godono di un’ottima reputazione sopratutto tra gli utenti delle piccole aziende anche se ultimamente sono molto graditi anche nel segmento consumer.
Il 7590 combina un Wi-Fi Dual-Band con una moltitudine di funzionalità e specifiche tecniche molto performanti che offrono 1,733Mbit al secondo su rete 5Ghz e 800Mbit al secondo su quella 2.4Ghz

FRITZ!Box7590 – Specifiche

  • Supporta ADSL, VDSL, VDSL vectoring, 35b super vectoring fino a  300 Mbit/s ISDN
  • Porta Gigabit WAN
  • 4 x 4 dual-band Wireless AC + N with Multi-User MIMO (1,733 Mbit/s + 800 Mbit/s)
  • 4 porte gigabit LAN
  • 2 porte USB 3.0
  • Base DECT
  • 2 x porte per telefoni analogici o fax
  • Supporta chiavette 3G e 4G
  • FRITZ!OS: con parental controls media server, FRITZ!NAS, accesso rete ospite,
  • MyFRITZ!
  • Posizionabile a muro
  • Garanzia di 5 anni
  • FRITZ!Box7590 – Confezione e Design

FRITZ!Box7590 – Unboxing e Design

La confezione colorata del FRITZ!Box7590 contiene diversi cavi oltre al router e ai manuali.
Troviamo infatti il cavo di alimentazione 220v e il cavo di rete CAT5. Ma oltre questa dotazione “standard” troviamo anche un cavo da 4 metri DSL-telefono e due adattatori che cambiano i vari pin su RJ11 a RJ45, uno per la linea DSL e l’altro per il telefono.
Il look del 7590 è sicuramente diverso da quello che troviamo oggi sul mercato, anzi, il suo look classico è sicuramente un segno distintivo anche se il suo look potrebbe non fare felici tutti.

Il case è completamene di plastica grigia lucida con la sola eccezione della griglia posteriore rossa che serve a ventilare i circuiti interni.
Sul lato troviamo una porta USB 3.0 per connettere stampanti e archivi di massa esterni mentre sull’altra troviamo una misteriosa presa per il telefono FON1. Questa è una presa TAE che viene utilizzata in Germania , Liechtenstein e Lussemburgo. Se vivevete in uno di questi paesi potete quindi utilizzare questa presa laterale oppure trasformare l’ingresso del cavo  con uno degli adattatori inclusi.

La parte inferiore rialzata permette una buona circolazione dell’aria, inoltre può essere montato a muro lasciando tutte le prese ben accessibili.

Sul retro il router sfoggia una moltitudine di ingressi: troviamo infatti una porta DSL con il supporto al 35b ( anche se con qualche difficoltà su rete TIM di cui parleremo in seguito ) che supporterebbe linee DSL fino a 350Mbit/sec utilizzando 35Mhz dello spettro invece dei soliti 17MHz. E’ una valida soluzione al G.fast con una velocità massima inferiore ma con prestazioni migliori su cavi molto lunghi. Troviamo poi 3 porte per il telefono. Due di queste RJ11 possono essere utilizzate per connettere telefono analogici e fax. La porta successiva è una RJ45 per telefoni ISDN digitale. A seguire troviamo una porta RJ45 per le connessioni LAN Gigabit WAN: questa può essere anche sfruttata come 5° porta Ethernet  se stiamo utilizzando l’ingresso la porta DSL pe la connessione a banda larga.

Le porte RJ45 di colore giallo forniscono connessione ethernet Gigabit per connettere i vari dispositivi tramite cavo di rete. Infine, dopo l’ingresso per l’alimentatore troviamo un’altra porta USB 3.0 che supporta anche le chiavette internet.

Molte di queste porte non sono presenti sui router tradizionali in quanto si tratta di ingressi un po’ datati. Non sappiamo se la scelta di AVM di continuare a supportare questa tecnologia “obsoleta” sia una buona cosa in fondo, ma di certo non le troverete in molti altri router sul mercato se non su prodotti specializzati.

Non manca un tasto fisico per accendere e spegnere il Wi-Fi e un tasto Fon/DECT nel caso ci fossimo persi i telefoni da qualche parte. Il tasto WPS ha una duplice utilità, infatti può essere utilizzato per registrare i dispositivi WiFi tramite il tasto e lo stesso vale anche per i dispositivi DECT ( supportati fino a 6 ). Il router FRITZ!Box supporta infatti fino a 6 dispositivi DECT e 10 FRITZ!DECT 200/210 e fino a 12 FRITZ!DECT 300/Comet questo significa che può essere anche uno smart hub per i nostri dispositivi domestici.

Tra queste specifiche il supporto alla tecnologia super vectoring VDSL 35b ( chiamata anche VDSL Annex Q, Vectoring e V Plus ) è sicuramente la più interessante e in teoria permette alla doppietta di cavi di rame di raggiungere velocità fino a 300Mbit/s su distanze inferiori ai 300 metri. Questo sistema genera delle contro-interferenze e sarebbe necessario un articolo più approfondito per spiegarne i dettagli tecnici. Ma in parole spicce permette connessioni più veloci per gli utenti connessi avendo quindi performance migliori.

L’utilizzo principali di molti utenti sarà sicuramente la connessione WiFi e per questo il FRITZ!Box7590 non ha antenne esterne ma utilizza 4 x 4 Multi-user Mimo con una banda fino a 1733 Mbit/s su frequenza 5Ghz e altri 800 Mbit/s per la rete 2.4Ghz.

FRITZ!Box7590 – Funzionalità e Utilizzo

Una funzionalità molto apprezzata è l’utilizzo dell’app FRITZ!App Fon ( per iPhone e Android ) che permette di fare chiamate da un dispositivo wireless collegato alla linea principale sfruttano l’abbonamento esistente. Può anche avvisare se il nostro telefono squilla e permette anche di accedere alla segreteria telefonica in remoto. Oltre a questo troviamo altre applicazioni per accedere a server multimediali, telecamere di sorveglianza, monitor di rete, configurare il router da remoto e anche guardare la TV se utilizziamo il ripetitore DVB-C.
In realtà esistono circa 6-7 applicazioni AVM per la gestione del FritzBox e da questo punto di vista sarebbe stato forse apprezzabile racchiudere la maggior parte delle funzionalità in un’unico hub.

Prima connessione

Una volta collegato il router alla presa di corrente e il cavo DSL ( nel nostro caso con l’adattatore DSL-Ethernet incluso ) sarà possibile collegarsi all’interfaccia web di Fritz!BOX tramite indirizzo IP o con la procedura guidata per iniziare l’installazione guidata.
In questo caso il router si prenderà carico del lavoro sporco, infatti una volta selezionata la nostra lingua e il provider di internet, tutti i parametri saranno impostati automaticamente. Nel caso di una connessione avanzata sarà possibile – ovviamente – inserire manualmente i dati per la connessione.

Per iniziare c’è da dire che il servizio VDSL 35b disponibile in Italia è grossomodo utilizzato da tutti gli operatori anche se in alcuni asi ( come con la linea Telecom al momento della recensione ) vi è qualche problema lato centralina ma di cui TIM è già al corrente e che sta provvedendo ad allineare per supportare completamente questa tecnologia.

Funzionalità

Tutte le funzionalità sono facili da utilizzareSi potrebbe spendere un articolo apposito solamente per approfondire le mille funzionalità di questo Router. In sintesi possiamo dirvi che il FRITZ!Box 7590 ha praticamente qualunque sistema di personalizzazione, impostazione della rete e monitoraggio di ogni aspetto del dispositivo.

Funzione che abbiamo molto apprezzato in ambito di monitoraggio vi è un log eventi dettagliato, un grafico con i consumi medi del router in termini di energia, uno spettro per analizzare la modulazione del segnale DSL che arriva al nostro terminale. Funzioni che probabilmente useremo poco nel quotidiano ma che comunque ci permettono di avere a portata di mano ogni aspetto di questo router. Molto intuitive anche le funzioni guidate di configurazione e diagnosi che permettono di avere un aiuto in caso di difficoltà con la configurazione o con la linea.

Consumo energia e sottomenù diagnosi

Per quanto riguarda il lato delle impostazioni Wi-Fi ( sorvolando le impostazioni classiche che troviamo in ogni router ) vi è un’ottimo sotto-menù dedicato agli accessi e limitazioni. Non solo potremo limitare determinati dispositivi ( o IP ) alla fruizioni di contenuti online ( come filtro genitori, internet etc ) ma anche impostare vari livelli di autorizzazione ( per gli ospiti ad esempio ) ognuno con le proprie limitazioni. Comoda anche la funzione per attivare / disattivare l’accesso a internet in determinati orari e la presenza di “ticket” per gli ospiti per estendere di 45 minuti l’accesso a internet. Insomma, addio amici scrocconi che ci intasano la linea.

Molto utile anche la gestione DNS e Firewall integrata oltre alla possibilità di impostare una VPN nativamente nel router.

Telefonia

La gestione dei telefoni di casa e DECT è veramente ben strutturata, sicuramente la migliore che abbia mai visto. Personalmente non utilizzo molto queste funzioni in ambito domestico, ma la possibilità di gestire i telefoni da remoto ( anche con l’applicazione Fritz!Fon dedicata) o impostare sveglie direttamente dal router è qualcosa che non avevo visto prima in commercio. Tra le innumerevoli funzioni troviamo una rubrica incorporata, la gestione del FAX, della segreteria e delle sveglie personalizzate. Anche in questo caso l’interfaccia Fritz è molto semplice, chiara e pulita.

Servizi multimediali

Come accennato all’inizio della nostra recensione, il Fritz!BOX7590 è veramente un dispositivo versatile dal punto di vista multimediale. Troviamo infatti la possibilità di collegare HDD e Pendrive esterne da utilizzare come disco multimediale accessibile dalla nostra rete ma anche dall’esterno grazie al servizio MyFRITZ! tramite utilizzo di nome utente e password.
Oltre ad essere utilizzabile come server NAS e DLNA potremo anche gestire sorgenti multimediali da internet (1&1 e MagentaCLOUD ) oltre a RadioWeb e Podcast. Nativamente troviamo circa 350MB di spazio a bordo utilizzabile come server NAS che andrà ovviamente allargato con HDD appropriati.

Tra i servizi di sistema troviamo inoltre la possibilità di configurare dei servizi PUSH, di configurare la luminosità dei LED ( giorno/notte ) ed impostare automaticamente gli aggiornamenti del nostro FRITZ!Box7590 così che non dovremo più preoccuparcene.
Unica nota negativa è la mancanza ( voluta ) di un tasto di reset del dispositivo. Probabilmente perché in ambito business non è necessario ( anzi potrebbe creare danni ) quindi per reimpostare i settaggi di fabbrica dovremo utilizzare l’app Fritz o una sequenza di comandi tramite un telefono collegato al router.

Performance

Come Router Wireless ci troviamo di fronte a delle solide performance anche se non al top per quello che offre oggi il mercato. Collegandoci tramite frequenza 5Ghz con Notebook e smartphone possiamo notare velocità di trasferimento di 52Mb/s che scendono linearmente in proporzione alla distanza e ai muri della nostra abitazione. Nonostante la mancanza di antenne esterne non vi sono angoli ciechi e il segnale arriva egregiamente anche a distanze più consistenti.

Piccolo disappunto per le due prese USB 3.0 che hanno velocità di trasferimento ridotto di circa 20Mb/s in scrittura e 30Mb/s il lettura ma che comunque non creeranno impedimenti nell’utilizzo quotidiano anche se decidessimo di utilizzarlo per media server o NAS. Si tratta di una limitazione comune ai router con Chipset ARM che forniscono la connettività USB 3.0 senza fornire la banda appropriata per il loro funzionamento.

FRITZ!Box7590 – Conclusioni

E’ chiaro che il FRITZ!Box 7590 è molto più di un semplice router e di questo ce ne accorgiamo già nello sfogliare il manuale ma sopratutto nell’interfaccia web. Troviamo infatti delle funzionalità che solitamente non sono presenti nei router di fascia consumer.

Molti utenti oggigiorno utilizzano dei telefoni DECT e grazie a questo router potremo sfruttare appieno la loro utilità. Unendo questo aspetto al solido comparto router, alle gestione multimediale e alle funzioni avanzate di monitoraggio e routing otteniamo un prodotto completo e versatile.
Anche se il design potrebbe non piacere a tutti, con il tempo si iniziano ad apprezzare sia le sue linee che la cura per i dettagli lato software come le luci che si abbassano automaticamente, alle impostazioni di risparmio energetico del router fino alle notifiche email.

Ovviamente questo Router è pienamente compatibile con tutto l’ecosistema Fritz! ovvero con dispositivi quali Wi-Fi repeater e le Powerline che permettono una navigazione sotto un unico SSID di rete senza interruzioni del servizio internet.
Il supporto allo standard VDSL 35b è sicuramente un punto cruciale di questo 7590 e molti operatori si sono già adeguati, mentre gli altri stanno lavorando per renderlo pienamente compatibile in tempi brevi.
Un’altra funzionalità che ci è piaciuta particolarmente è l’ottimo supporto firewall e per reti VPN che lo rendono una scelta perfetta anche se siamo maniaci della sicurezza e della privacy o semplicemente vogliamo il controllo totale dei nostri dispositivi.

Proprio per la quantità di funzionalità presenti il router Fritz!BOX 7590 ha un prezzo di mercato intorno ai 280€. Se pensiamo di utilizzare  il Super Vectoring 35b, il supporto a telefoni DECT e ISDN e tutte le funzionalità di cui dispone allora sono sicuramente soldi ben investiti, altrimenti potremo trovare soluzioni Wi-Fi AC più economiche altrove per risparmiare sul budget.

Miglior prezzo FRITZ!Box7590

Pro

  • Ottimo Router AC con supporto VDSL 35B
  • Una miriade di funzioni extra

Contro

  • Design
  • Prezzo elevato se non lo sfruttiamo al 100%

I nostri voti

Design7
Prestazioni9
Gestione9
Rapporto qualità / prezzo7
Voto finale8.0

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: