Da poco arrivata in Italia, forte del successo avuto in casa propria, Wiko è pronta ad invadere il nostro mercato, partendo dal segmento più gettonato da produttori e utenti negli ultimi mesi, ovvero la gamma medio – bassa degli smartphone, con un esplosione di colori grazie a Rainbow, uno smartphone che porta l’esperienza utente completa di Android, senza dover fare troppe rinunce e ad un prezzo sicuramente accessibile.

Design piacevole, colori sgargianti e tanta grinta, anche se non da nell’occhio. Sarà questo il segreto di Wiko Rainbow, pronto ad entrare nelle tasche dei più giovani e non?

WIKO RAINBOW – VIDEORECENSIONE

 http://www.youtube.com/watch?v=5igL16uXqYk

PACKAGE

Uno smartphone colorato, non poteva di certo non avere una confezione che è un tripudio di colori. Classico cartonato con stampato sopra lo smartphone, e un rapido elenco delle principali specifiche tecniche del dispositivo sulla destra, in modo da far smuovere anche gli indecisi sul dispositivo ad acquistarlo senza spendere una cifra.

wiko rainbow (6)Particolare attenzione va posta alla parte inferiore della confezione che riprende la stessa colorazione della parte interna del Wiko, un tocco di classe, non intuibile ai più ma che sottolinea il lavoro e l’attenzione del produttore anche su di un dispositivo di fascia media. All’interno, il contenuto è quello standard di tutti i dispositivi. Troviamo:

  • cavo dati USB, micro – USB,
  • cuffie auricolari standard, con jack da 3,5 millimetri e tasto di risposta,
  • caricabatterie da parete da condividere con il cavo USB,
  • manualistica rapida,
  • batteria da 2000 mAH.

Non troviamo altro nella confezione, poteva essere inserita una MicroSD, quasi indispensabile visti i soli 4 GB di memoria interna. Dotazione essenziale, quasi ridotta all’osso, ma standard come il 99% dei dispositivi.

SPECIFICHE TECNICHE

  • CPU MediaTek MT6582 Cortex-A7 quad-core a 1.3 GHz,
  • GPU Mali 400,
  • 1 GB di RAM,
  • 4 GB di memoria interna, espandibile via MicroSD,
  • Display da 5 pollici IPS HD, con una risoluzione di 1280 x 720 pixel, 294 ppi,
  • Fotocamera posteriore da 8 megapixel, sensore BSI, A/F 2.2, registrazione video in FULL HD a 30 FPS,
  • Fotocamera frontale da 2 megapixel,
  • Batteria da 2000 mAH,
  • 3G Dual Band, 2G Quad band, Dual Sim,
  • HSPA, WIFI b/g/n, Bluetooth 4.0, GPS, A-GPS, WIFI Direct,
  • Sensore di luminosità, sensore di prossimità, Giroscopio, Led di Notifica,
  • 146 x 74 x 9.3 millimetri,
  • 167 grammi di peso.

DESIGN E MATERIALI

Wiko Rainbow si presenta con una scocca removibile in policarbonato, rivestita in una particolare patina gommata e lavorata davvero molto bene, che avvolge su tutti i lati. La parte anteriore è protetta dal vetro Dragon Tail che copre anche l’ampio display da 5 pollici IPS HD. Rimanendo sulla parte anteriore ritroviamo anche la capsula auricolare, nella stessa colorazione della scocca posteriore, oltre il sensore di prossimità, di luminosità e i tre tasti soft-touch, Indietro, Home e Opzioni, ben retroilluminati.wiko rainbow (18)

Infine frontalmente vi alloggiano anche la fotocamera secondaria da 2 megapixel, il logo Wiko e il led di notifica nascosto dietro la capsula auricolare.

Spostandoci sul lato destro, troviamo il solo tasto di accensione. Il feedback è ottimo, non abbiamo mai notato alcun problema in quanto i tasti sono ben incassati sulla back-cover.

wiko rainbow (20)

Scorrendo verso il lato sinistro, troviamo il bilanciere del volume. Anche qui ottimo il feedback al tocco e la posizione è ottima per raggiungere il bilanciere, che utilizziate il dispositivo con l’una o l’altra mano.

wiko rainbow (22)

Sulla parte inferiore del dispositivo, troviamo il solo microfono, che lavora bene, nonostante sia il solo che troviamo sullo chassis del dispositivo, sia per le chiamate che nella cattura audio dei video.

wiko rainbow

Superiormente vi è l’alloggiamento per tutti gli elementi della contattiera, come jack da 3,5 millimetri e porta micro-usb, poste ad una giusta distanza che permette anche l’utilizzo in contemporanea di entrambi.

wiko rainbow (26)

Il posteriore ospita la fotocamera da 8 Megapixel, con autofocus e Flash Led. Infine allineati sull’asse verticale, troviamo il logo del produttore francese, in bassorilievo,  e la cassa per la riproduzione musicale, posta in basso al dispositivo con due rialzi posti in prossimità dei lati in modo da evitare l’abbattimento assoluto del suono se posto su una superficie, specie morbida.

wiko rainbow (18)

La costruzione appare molto solida, anche se ci ritroviamo di fronte ad una scocca removibile. Nel nostro periodo di utilizzo non abbiamo mai avuto problemi e non abbiamo mai notato nessun punto fragile, nessun scricchiolio, confermando una solidità massima. Nonostante l’ampio schermo da 5 pollici, e cornici non proprio ridotte, l’ergonomia è molto buona e risulta bello maneggiare questo Wiko Rainbow.

Il design, che di certo non può essere definito originale, è però sicuramente piacevole, anche grazie alle linee e agli angoli morbidi che fanno si che il dispositivo si utilizzi senza nessun problema. Nota sicuramente piacevole, che si può intuire anche dal note del dispositivo, è l’accesa colorazione Gialla del dispositivo, che diventa verde acqua una volta rimossa la back-cover posteriore, caratteristiche che si mantiene si mantiene anche nelle altre colorazioni.

DISPLAY

Wiko Rainbow vanta un display IPS da 5 pollici con risoluzione HD 1280 x 720 pixel. Il rapporto è in 15:9 e abbiamo una densità di pixel di 294 ppi. Sebbene stiamo parlando di un dispositivo medio di gamma, il produttore non si è risparmiato dall’inserire un display ampio e di tipo IPS che regala colori luminosi e naturali in quasi tute le condizioni. I pixel non si notano nell’utilizzo quotidiano, a patto di non voler avvicinare il display all’occhio umano e mettersi di impegno per notarli.

wiko rainbow (39)

La diagonale non permette certo l’utilizzo ad una sola mano, infatti con il pollice non si va oltre i 3/4 del display, ma risulta più che valida per la navigazione su internet e la visione degli elementi multimediali.

Per quanto riguarda i colori, ritroviamo una gamma cromatica molto naturale. I bianchi sono buoni, ma i neri non sono poi molto soddisfacenti, poichè molto tendenti al grigio, soprattutto se visti di taglio o non paralleli allo schermo. Proprio l’angolo di visione non elevato è uno dei difetti del display del Wiko Rainbow, nonostante si tratti di un display IPS che ne dovrebbe garantire un utilizzo migliore.

GESTIONE DUAL SIM

La gestione dual sim su Wiko Rainbow è la tipica di tutti dispositivi con cuore MediaTek, quindi risulta ben curata ed è anche molto semplice ed intuitiva. Nel menù impostazioni avremo una voce dedicata alla Gestione DUAL SIM che ci permetterà di scegliere su quale delle 2 SIM presenti effettuare chiamate, inviare messaggi e navigare su Internet, funzione che ricordiamo è possibile attivare su entrambe le schede, poiché sia la SIM 1 che la SIM 2 possono navigare sotto rete HSPA.wiko rainbow dual sim

In più se scegliamo di non andare a modificare le impostazioni, volta per volta che andremo a chiamare o a inviare un messaggio ci chiederà con quale delle 2 SIM andare ad effettuare l’operazione.

Inoltre ci tocca fare i complimenti per aver ben lavorato sulla recezione, su Wiko Rainbow, e la qualità del segnale che risultano davvero ottimi.

UTILIZZO E SOFTWARE

Android quasi stock. Nessuna particolare personalizzazione all’interno dell’interfaccia utente se non alcune impostazioni per le gestures, che purtroppo non funzionano come sperato. Se avete già visto la UI di alcuni dispositivi motorizzati MediaTek allora saprete sicuramente di cosa parliamo.

Le uniche modifiche tangibili su Wiko Rainbow sono quelle apportate al software della fotocamera, alla lockscreen e alla grafica delle icone.

MULTIMEDIA

Il produttore francese affida ad una classica fotocamera BSI da 8 megapixel, con autofocus e flash a led, il comparto fotografico di Wiko Rainbow che sa sicuramente stupire. Gli scatti in condizione di luce piena sono sicuramente di buona livello, con un buon livello di dettaglio catturato.

wiko rainbow (8)Purtroppo in alcune condizioni particolari la luce “sembrerà quasi bruciare la foto” per questo meglio ricorrere alla modalità HDR in modo da avere risultati sicuramente più piacevoli. In condizione di illuminazione difficile, la fotocamera, aiutata dal flash, non ci abbandona nella maggioranza dei casi, e nonostante ci sia un pò di rumore video, le foto riescono ancora una volta a stupire e non deludere.

In condizioni con forte contrasti di sera, alternate a zone d’ombra, anche qui può magari venire in aiuto la modalità HDR, che prova a correggere un pò l’effetto impostato che si viene a creare.

Valida anche la fotocamera frontale da 2 megapixel, che anche se non si tratta di una grandangolare, ha un buon raggio di cattura per foto e che può fare la felicità dei tanti amanti dei selfie.

I video vengono girati in FULL HD a 30 FPS, la qualità è abbastanza buona, ma in formato .3GP con una cattura dell’audio di certo non entusiasmante, almeno quanto andiamo a riprodurli su PC.

Il software della fotocamera è abbastanza intuitivo e ben curato, che permette di essere utilizzato sia da utenti alle prime armi, o che non cercano un comparto opzioni particolarmente ampio, ma anche da un utenza più smanettona che cerca magari di utilizzare qualche parametro in particolare per ottenere foto di un livello migliore allo standard.

wiko rainbow multimedia

La galleria non gode di particolari personalizzazioni, se non una piacevole animazione dei video allo scorrere delle anteprime. Da sottolineare, inoltre, nonostante l’hardware non eccelso, vengono ben riprodotti tutti i formati video, come MKV, al netto dell’audio, e FULL HD, senza particolari scatti o perdita di frame.

wiko rainbow (13)La galleria musicale, a parte un leggero restyling, non ha particolari degni di nota, se non la classica equalizzazione tramite cuffie, che permette di rendere più corposo la riproduzione dei nostri brani.

BROWSER INTERNET

Il processore MediaTek MT6582 e Android 4.2.2 Jelly Bean sono un accoppiata ormai consolidata che non delude ormai su quasi nessun aspetto ed il Browser Internet non è da meno. Ben bilanciata sia su Chrome sia sul Browser stock, la navigazione internet è fluida e non da particolari intoppi, a meno che non si usi Flash Player che potrebbe far tentennare con abbastanza facilità il nostro Wiko Rainbow.

wiko rainbow (46)Con 1 GB di RAM è inevitabile che nel passaggio da una scheda all’altra venga ricaricata la pagina web, ma non è un problema tanto grave poichè è comune alla maggior parte dei dispositivi Android.

PARTE OFFICE E AUTONOMIA

Qui purtroppo c’è poco da commentare. Il calendario è quello stock di Android Jelly Bean e non gode di particolari personalizzazioni. Manca anche una suite per gestire i file Office ma fortunatamente ci viene in soccorso Google con QuickOffice che si può trovare gratuitamente sul Play Store e oltre a funzionare egregiamente con la maggior parte dei file permette anche la funzione di editing.

wiko rainbow (32)Buona l’autonomia. Il processore non particolarmente esoso di energia e la batteria da 2000 mAH fanno si che si riesca ad arrivare a dopo cena senza particolari problemi, riuscendo anche a stressare il dispositivo. Con il classico utilizzo di:

  • 2 account gmail in push,
  • 1 account Facebook che si sincronizza ogni 30 minuti,
  • 1 account Twitter che si sincronizza ogni 30 minuti,
  • Utilizzo intenso di WhatsApp,
  • circa 60 minuti di chiamate,
  • circa 60 minuti di browsing web,
  • circa 30 minuti di svago con giochi.

Siamo arrivati intorno alle ore 20.00, senza avere l’ansia che il dispositivo si spenga a metà giornata. Ovviamente con qualche accorgimento software in più e con un utilizzo meno intenso, magari da week-end, si potrebbe anche raggiungere i 2 giorni di utilizzo, difficile ma non impossibile.

RAPPORTO QUALITÀ – PREZZO

Per l’acquisto di Wiko Rainbow sono necessari appena 149€, e considerando il processore quad-core, l’ampio display IPS HD da 5 pollici, l’ottima fotocamera e l’autonomia viene quasi da dire:

Solo 149€? Ma noi pensavamo di spendere molto di più!

Prezzo indubbiamente aggressivo che permetterà al produttore di farsi conoscere anche in Italia.

CONCLUSIONI

E’ tutto oro quel che luccia? Ne ha di difetti questo Wiko Rainbow? Valutando i 149€ richiesti per portarsi a casa questo smartphone si fatica a chiamarli difetti ma va detto che il primo fix dei satelliti non è affatto rapido, infatti vi dovrete armare di pazienza e aspettare circa 10 minuti prima di poter procedere. Altro piccolo problemino sta nella messa a fuoco in foto macro non particolarmente ottima, infatti dovremo effettuare più di uno scatto prima di cercare il risultato sperato. Tutti problemi che potrebbero tuttavia venir risolti con aggiornamenti software da parte dell’azienda e che quindi lasciano spazio a margine di miglioramento.

wiko rainbow (43)

Se però riuscirete a buttarvi alle spalle, oppure non vi interessa, queste piccole defoliante, insieme ad Android fermo ancora a Jelly Bean 4.2.2, vi porterete a casa un dispositivo che a soli 149€ può darvi tanta sostanza senza farvene pentire dell’acquisto. Segnaliamo comunque che Wiko Italia ha confermato che Android 4.4 KitKat arriverà quanto prima sul piccolo Rainbow, anche se probabilmente ci sarà da attendere il periodo autunnale.

Brava Wiko, la strada è quella buona, continua così la conquista della fascia media degli smartphone non sarà un obiettivo poi tanto lontano.

OFFERTE

PRO E CONTRO

ProEControSagro rainbow

GALLERIA IMMAGINI

Si ringrazia l’Ufficio Stampa di Wiko Italia per il sample testato

I nostri voti

Design ed Ergonomia7.5
Display7
Prestazioni7.5
Autonomia7
Fotocamera e Multimedia8
Rapporto qualità - prezzo8.5
Voto finale7.6

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: