Android

Si tratta della prima soluzione, della prima interpretazione di display curvo secondo l’azienda cinese. Ha lasciato intendere che la realizzazione dello Xiaomi Mi Note 2 sia stata davvero un passo in avanti, tanto che il prodotto è stato presentato insieme al più innovativo Mi Mix. Di certo parliamo di un dispositivo curato in maniera maniacale dal punto di vista estetico e che ha molto da offrire in termini di prestazioni.

Videoreview Xiaomi Mi Note 2

Unboxing Xiaomi Mi Note 2

Recensione Xiaomi Mi Note 2All’interno della confezione candida del Mi Note 2 è possibile trovare il caricatore che supporta la ricarica rapida di Qualcomm, il cavo Usb Type-C – Usb, il pin per lo slot alloggiante le due Sim e le solite istruzioni. Xiaomi è consapevole della grande scivolosità del terminale, al punto da aver provveduto ad inserire anche una cover in plastica semirigida, non molto invasiva, ma che va comunque a rovinare il design curato del telefono.

Scheda tecnica Xiaomi Mi Note 2

Sistema OperativoBlackberry
Versione Sistema OperativoAndroid 6.0 MIUI v8 Marshmallow
Dimensioni156.2mm x 77.3mm x 7.6mm
Peso166 grammi
CPUQualcomm Snapdragon 821 MSM8996 Dual-Core 2.35 Ghz Kryo + Dual-Core 1.6 Ghz Kryo
GPUAdreno 530
RAM (GB)4 GB
Memoria interna (GB)64 GB
Pollici Display5.7
Risoluzione Display1080 x 1920 pixel
Tipologia DisplayOLED Touchscreen Multitouch colori 16 milioni
Megapixel Fotocamera22.5
Capacita batteria (mAh)4070

Vai alla scheda completa: Scheda tecnica Xiaomi Mi Note 2.

Acquista Xiaomi Mi Note 2 Honorbuy.it

Design ed ergonomia Xiaomi Mi Note 2

Recensione Xiaomi Mi Note 2

E’ sempre difficile spiegare a parole il design di un dispositivo, soprattutto quando questo è ricercato, curato, ben disegnato. Il fatto è che lo Xiaomi Mi Note 2 è davvero bello. L’azienda cinese ha pensato di lavorare su tutti gli aspetti per rende apprezzabile questo phablet. In primis i materiali. Vetro davanti e vetro dietro, curvati ai lati. In questo senso Xiaomi non anticipa nulla: altre aziende hanno proposto prima tali soluzioni ed il rimando estetico ad altri prodotti della concorrenza è abbastanza evidente.

Xiaomi Mi Note 2 è bello ma scivoloso

Però poi la casa cinese ha cercato di dare al Mi Note 2 un’ impronta personale, soprattutto nell’ottimizzazione degli spazi. Il device è molto sottile e frontalmente, il display, occupa un’ampia porzione. Il display curvo, però, non elimina le cornici laterali e forse questo è un peccato. A staccare dalla monotonia del vetro ci pensa il metallo che costituisce il frame laterale.

Xiaomi Mi Note 2

Tutto questo conduce, ahimè, alla prima vera problematica dello smartphone, ovvero la sua scivolosità. Quasi eccessiva, in effetti, al punto che è quasi impossibile utilizzarlo senza una qualsiasi custodia, anche se in questo modo gran parte delle sue linee vengono celate.

Display Xiaomi Mi Note 2

Xiaomi Mi Note 2 RecensioneE’ l’elemento hardware più interessante, dato che Xiaomi implementa la curvatura per la prima volta su un suo prodotto, ed è quello che delude maggiormente. Solo perché il resto è davvero di qualità. L’azienda cinese ha optato per un pannello OLED da 5,7″ curvo, risoluzione FullHD (1920x1080p), in grado di regalare immagini brillanti e vivide, come da tradizione AMOLED. La curvatura è appena accennata e questo non compromette l’usabilità quotidiana: le immagini non vengono distorte, ai lati del display, dalla stondatura e questo garantisce una visione perfetta di tutti gli elementi del software.

Recensione Xiaomi Mi Note 2

Ma la qualità del pannello decade appena lo si inclina, e questo lo si vede  soprattutto quando vengono riprodotte immagini chiare. Nello specifico, si nota una tendenza del display all’azzurro, individuabile soprattutto lungo i lati curvi. Nulla di così problematico, ma di certo la resa non è paragonabile ai display Samsung montati sugli ultimi Galaxy, tanto per capirci. Il prezzo e la collocazione nel mercato del Mi Note 2 è da top di gamma, dunque è necessario sottolineare queste piccole sbavature.

Utilizzo Xiaomi Mi Note 2

Recensione Xiaomi Mi Note 2Xiaomi ha inserito all’interno del suo Mi Note 2 tutta la più recente tecnologia. Il processore è uno Snapdragon 821, un quad-core a 2,3 GHz, la GPU è l’ Adreno 530. Il modello in test ha 4 GB di memoria RAM LPDDR4 ed una memoria interna da 64 GB UFS 2.0. Superfluo dire quanto è prestante il dispositivo con un tale hardware.

I test hanno evidenziato una grande potenza di calcolo da parte del processore ed una velocità incredibilmente elevata della memoria interna in lettura e scrittura. Ciò determina una grande fluidità e velocità del sistema in tutte le operazioni. Le applicazioni si installano senza impuntamenti dal Play Store, si aprono senza alcuna incertezza e l’esperienza d’uso è piacevole ed appagante. Nulla da segnalare lato gaming: Il Mi Note 2 non mostra mai il fianco, nessun titolo lo impensierisce.

Recensione Xiaomi Mi Note 2Funziona bene anche il sensore biometrico per il riconoscimento delle impronte digitali, posto sul tasto fisico anteriore. Per lo sblocco, a schermo spento, occorre premere il pulsante ed immediatamente viene mostrata la home. E’ bene precisare, però, che non è infallibile: in alcuni casi è necessario riposizionare il dito sul sensore affinché l’impronta venga riconosciuta.

Il comparto audio invece vede l’implementazione di un altoparlante posto nella parte inferiore del Mi Note 2, nascosto da una serie di fori circolari AppleStyle. L’audio esce corposo quando si ascolta la musica o quando si guarda un video. Nessun problema nemmeno a conversare in vivavoce durante una chiamata telefonica. Proprio il comparto telefonico è uno degli aspetti di qualità, dato che il segnale viene agganciato senza particolari problematiche e la capsula auricolare produce suoni chiari.

Il Mi Note 2 è un dispositivo di provenienza cinese e come molti altri modelli soffre della mancanza della banda 800 MHz. Anche in questo caso potrebbero esserci dei problemi di aggancio della rete 4G nelle periferie. Nulla di problematico, comunque, riguardo le chiamate telefoniche: il modulo radio è particolarmente performante. 

Software Xiaomi Mi Note 2

Recensione Xiaomi Mi Note 2

Il software dello smartphone di Xiaomi richiede un piccolo capitolo a sé, poiché rappresenta il valore aggiunto di tutto il telefono. L’interfaccia personalizzata dell’azienda cinese è la MIUI 8, declinata, in questo caso, nella versione ufficiale Xiaomi Global, con lingua cinese/inglese installata. E’ stato reso disponibile al download il firmware internazionale con lingua italiana da Xiaomi.eu, ma non è stato installato per alcuni motivi. Uno di questi è sicuramente riconducibile alle già ottime performance della versione ufficiale. Nessun problema alle notifiche, le quali sono arrivate sempre, purché siano seguite delle semplici operazioni che sono elencate nelle varie guide in rete.

La MIUI 8 è bella ed elegante

La MIUI 8 è minimale, semplice, concreta, rispondente in pieno alle leggi estetiche di Google sul Material Design. Le app proprietarie e le animazioni risultano essere eleganti e funzionali. Le impostazioni, inoltre, sono sconfinate. Ho apprezzato, nello specifico, lo Store dei temi, così variegato da rispondere alle esigenze di tutti gli utenti ed il Second Space, che permette di creare un ambiente separato dal principale, all’interno del quale inserire diversi account, immagini, musica ed altro. Inoltre, nello Xiaomi Mi Note 2 viene sfruttato il pulsante centrale fisico in modo da rendere l’esperienza d’uso di Android più semplice. Si possono disabilitare, infatti, i tasti soft touch posti di lato e gestire il software con un solo tasto: con uno sfioramento del dito si può tornare indietro di uno step, con una pressione si può tornare alla Home, mentre con un doppio click si entra nel multitasking.

La MIUI è, in definitiva, un mondo davvero ampio che necessita di diversi giorni di utilizzo per essere esplorato fino in fondo. Rappresenta l’essenza della grande libertà di personalizzazione di Android.

Fotocamera Xiaomi Mi Note 2

Recensione Xiaomi Mi Note 2Il reparto fotografico del Mi Note 2 è costituito da un sensore posteriore da 22.5 Mpx, stabilizzatore elettronico dell’immagine ed apertura f/2.0, la stessa apertura della fotocamera anteriore, la quale è da 8 Mpx e garantisce buoni selfie. Naturalmente l’attenzione si sposta sul comparto fotografico posteriore, dato che il dispositivo si presenta come top della categoria, dunque ci si aspetta un’elevata qualità fotografica. Aspettative che trovano soddisfazione negli scatti in diurna: l’immagine risulta ricca di dettagli e i colori vengono catturati in maniera esatta. Le foto con scarsa illuminazione, invece, risultano essere più rumorose. Nulla di drammatico comunque: parliamo di una buona ottica, anche se non raggiunge i livelli dei top cameraphone del 2016.

fotocamera posteriore di qualità

Purtroppo i video non riescono ad avere la stessa qualità delle foto. Lo Xiaomi Note 2 gira filmati in 4K a 30 frame per secondo, ma tralasciando la pura potenza del processore grafico, i risultati non sono proprio entusiasmanti. I video hanno molta compressione e la stabilizzazione elettronica, la quale dovrebbe aiutare molto in fase di registrazione video, non riesce a garantire una ripresa ferma e completamente soddisfacente.

Niente paura. La MIUI viene aggiornata continuamente dall’azienda, dunque molto può essere migliorato lato software, in particolar modo per quello che concerne i video. Merita menzione la stessa app Fotocamera della MIUI, ben realizzata dal punto di vista grafico e con tante funzioni interessanti. Una di queste è la Modalità Manuale, che comprende il Focus Peaking, in grado di facilitare la messa a fuoco quando si agisce manualmente sul cursore.

Autonomia Xiaomi Mi Note 2

Recensione Xiaomi Mi Note 2Il discorso legato alla durata della batteria del Mi Note 2 interessa vari elementi hardware, in primis il nuovo processore Snapdragon 821. Infatti, la grande autonomia del dispositivo Xiaomi non è solo dovuta alla batteria da 4070 mAh non removibile che supporta la ricarica rapida Quick Charge 3.0. Il nuovo core di Qualcomm è in grado di svolgere grandi elaborazioni, senza impattare molto sulla batteria del dispositivo. Inoltre le temperature si mantengono molto basse, anche durante utilizzi stressanti del terminale, come ad esempio durante sessioni di gaming. Poi c’è il display; il pannello OLED FULLHD determina un impatto inferiore sui consumi rispetto ad un display più risoluto.

Considerazioni Finali Xiaomi Mi Note 2

Recensione Xiaomi Mi Note 2

In definitiva, lo Xiaomi Mi Note 2 è un ottimo terminale sotto molti punti di vista. Colpisce per il design, per le prestazioni e per l’interfaccia utente. La fotocamera è finalmente degna di nota su un terminale Xiaomi, il che lo rende un terminale adatto a scattare foto in qualsiasi condizione di illuminazione. Il nuovo processore garantisce prestazioni elevate con consumi ridotti: rimanere una giornata lontani dal caricatore rapido non sarà un problema. Purtroppo però l’elevata scivolosità ed il display non eccezionale non mi permettono di essere soddisfatto completamente di questo dispositivo, soprattutto per la sua collocazione all’interno del mercato.

E’ disponibile su Honorbuy.it ad un prezzo di 549, nella versione 4+64GB. L’investimento è sì importante, ma può essere fatto se queste piccole problematiche evidenziate non vengono recepite dall’utente come discriminanti. Le alternative comunque ci sono, anche se si decide di guardare al ventaglio di prodotti che offre Xiaomi al momento.

Acquista Xiaomi Mi Note 2 Honorbuy.it

  • Pro
  • Design
  • Prestazioni
  • MIUI 8
  • Batteria performante
  • Contro
  • Elevata scivolosità
  • Display non al top
  • Firmware internazionale non installato

Si ringrazia Honorbuy.it per il sample testato!

I voti di Techzilla

Il voto di Techzilla
I voti dei lettori
Vota qui!
Design ed Ergonomia
8.0
9.4
Display e Multimedialità
8.0
9.3
Prestazioni
9.0
9.5
Autonomia
9.0
9.5
Fotocamera
7.5
8.8
Rapporto Qualità-Prezzo
8.0
8.8
8.3
Il voto di Techzilla
9.2
I voti dei lettori
1 voto
Grazie per il tuo voto!

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo:
COMMENTA