Dopo aver recensito lo scorso mese il più economico della famiglia ZTE, in questo articolo vi parleremo del Top Gamma del marchio cinese sbarcato in Italia a fine 2012. Stiamo parlando dello ZTE Grand X Classic che si propone sicuramente come un prodotto oltre la sufficienza ma che ha qualche problemino da allarme rosso che vi sveleremo nel corso della recensione. Lo smartphone in questione non è brandizzato.

ZTE Grand X Classic – Unboxing

All’interno della minimale confezione dello ZTE Grand X Classic, oltre allo smartphone troveremo:

  • Cavetto USB
  • Caricabatteria
  • Cuffiette con tasto chiamata

Doppiamente minimale: sia nel packaging, sia negli accessori.

ZTE Grand X Classic – Scheda tecnica

Ottimo il comparto tecnico del dispositivo:

  • Sistema Operativo: Android Ice Cream Sandwich 4.0.4
  • Processore: Mediatek MT6577, Dual Core 1 Ghz
  • Dimensioni: 120.5 x 63.5 x 10.8mm
  • Peso: 138 gr
  • Display: Touchscreen 4.3’’ TFT Capacitivo Multi Touch qHD, risoluzione 960×540, 16 milioni di colori
  • 4GB di Memoria Interna (Espandibile con schede Micro SD)
  • 1GB di RAM
  • Fotocamera posteriore da 5Mpx (Autofocus + Flash Led)

ZTE Grand X Classic – Design

Il design del dispositivo in questione, tutto sommato, non spicca in originalità o somiglianze ad altri dispositivi attualmente in circolazione ma non dobbiamo buttarlo troppo giu visto che la scocca nera e i dettagli dal colore grigio-argentato gli regalano quel tocco di elegantezza che non guasta. La prima cosa che abbiamo notato – e ci è piaciuta- è sicuramente il retro ruvido e “reticolato”,ottimo per mantenere la presa sul dispositivo (diciamo antiscivolo).

ZTE Grand X Classic - Fronte retro left right

Ottima anche la scelta di rendere più proporzionato lo schermo rispetto a tutto il corpo del dispositivo (mica come sullo ZTE Atlas W!) dando al proprio utilizzatore una superficie di 4,3″. ZTE riconferma anche in questo cellulare la voglia di inserire un piccolo led rosso, questa volta posto in alto a sinistra, ma che fortunatamente si accende solo quando il dispositivo è in carica. In ogni caso, la spia è molto piccola e non reca alcun fastidio particolare rispetto al design generale dello ZTE Grand X Classic.

Da sottolineare, la presenza dei quattro tasti che definiremmo “non propriamente fisici”. Infatti, le quattro icone poste esternamente allo schermo e alla sua estremità bassa in realtà non sono a rilievo ma sono solo quattro punti che si attivano come una qualsiasi funzione touch, a schermo. In ultimo, tenendo in mano il cellulare dai due lati, ci è spesso capitato di sentir scricchiolare la scocca dello smartphone: la cosa ci ha lasciati un po’ perplessi.

ZTE Grand X Classic - tasti fisici

ZTE Grand X Classic – Utilizzo & Software

Ricordandovi che ZTE Grand X Cassic è un dispositivo Android 4.0, è inutile evidenziare che porta con sè tutta la vasta gamma di applicazioni e servizi forniti chiavi in mano da Google (GMail, Youtube, GMaps,Google+, ecc.). Al primo uso, possiamo definicire con certezza che il dispositivo è molto reattivo e scorrevole. Il problemone da codice rosso è relativo all’uso della tastiera virtuale per scrivere testi: è molto fastidiosa.

Oltre al fatto che la tastiera virtuale è poco sensibile (nel nostro caso, scrivere un paio di volte la lettera “A” ci ha fatto venire i sorci verdi), la correzione automatica è spesso errata e la funzione swype della tastiera è pressocchè inutilizzabile visto che capta più lettere di quanto non ne segnaliamo noi. Esempio: provando a scrivere “Ciao”, vi appare “Citato” o “Fioraio”.

Simpatica l’aggiunta dei video nel menu degli sfondi. Infatti oltre alle immagini della gallery fotografica, agli alle immagini predefinite dello smartphone e agli sfondi animati, potrete personalizzareil vostro sfondo anche con una clip video realizzata da voi stessi.

ZTE Grand X Classic - Sfondo Video

ZTE Grand X Classic – Multimedia

Foto

Parlando della sezione multimediale dello smartphone ZTE Grand X Classic, è necessario parlare della sezione relativa alle foto. Unico obiettivo disponibile è quello della fotocamera posteriore da 5Mpx. Nessuna fotocamera frontale.

E’ interessante parlare della fotocamera, non per via delle velleità artistiche dell’autore di questa recensione, ma per le numerosissime posibilità di personalizarre le foto mentre state effettuando lo scatto. Si passa dalle numerose impostazioni manuali (tipo di luce, filtro colorato, saturazione, ecc.) ma anche impostazioni automatiche. Presente l’auto-focus che permette di impostare il fuoco con un semplice tap sullo schermo. Altra nota positiva, è la possiblità di poter geolocalizzare gli scatti in automatico (ma collegando il dispostivo in rete, 3G o Wi-Fi).

ZTE Grand X Classic - Fotocamera personalizzazioni

Nota negativa purtroppo è data dal fatto che il sensore all’interno della fotocamera è molto sensibile al buio o alle zone d’ombra. Può capitare infatti che, scattando una foto in zone con una luce non abbastanza importante, potreste vedere parti di immagine piene di Rumore (detto volgarmente “lo sgranato”).

Video

Filmati registrati in.3gp in una scala di qualità non ben definita (qualità fine > alta > media > bassa). In ogni caso, filma anche in HD (720p). Anche qui un’interessante gamma di personalizzazione e filtri colorati. Molto importante evidenziare la possibilità di fare il classico Stop’n’Start (= far partire le riprese, stopparle, per poi farle ripartire: tutto registrando su un unico file video). Ultimo, ma non per importanza, è una utility strana – ma che potrebbe servire – è quella data dalla possibilità di poter registrare solo il video disattivando l’audio.

Riproduzione audio/video

Per la riproduzione dei brani audio (musicali) c’è ovviamente l’app Google Play Music. Per la riproduzione dei video, c’è invece un’app dedicata che però è una delusione: oltre a leggere i file nativi dello smartphone, fra i più famosi formati video, legge solo i .dvix.

ZTE Grand X Classic – Prezzo e conclusioni

ZTE Grand X Classic - Fronte retro

Il prezzo medio che abbiamo trovato in giro per la Rete è 189€. Il cellulare però è in commercio da Natale 2012. E forse è proprio per quest’ultima ragione che crediamo che il prezzo in questione sia un po’ altino. Visti i gravi problemi con la tastiera (sugli altri possiamo soprassedere) vi consigliamo di scaricare una tastiera dal Google Play sperando funzioni meglio. Il cellulare è comunque una buona soluzione. Sufficienza assicurata.

ZTE Grand X Classic – Video Recensione

ZTE Grand X Classic – Gallery

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo all'incirca una email a settimana, e puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: