Sul sito di Ars Technica sono da poco state pubblicate le prime impressioni del giornalista Ben Kuchera riguardanti Resistance 3. E stiamo parlando di impressioni entusiaste.

Il giornalista ha voluto evidenziare innanzitutto la strana antitesi che pervade il titolo di Insomniac Games. Se da un lato ci ritroviamo in un mondo ormai piegato dalle forze aliene e stritolato nelle sue tremende fauci, dall’ altro il giocatore si ritrova tra le mani un gameplay estremamente divertente.

Questo divertimento è dovuto essenzialmente a due fattori: ambientazione e gameplay. Entrambi in puro stile Retrò.

Si parla infatti di Resistance 3 come di una strana miscela, un particolare composto chimico, un cono gelato con sopra gusti diametralmente opposti, ma dannatamente buono nel suo insieme. Viene portato avanti l’esempio di un’ ambientazione campagnola con tanto di case assediate dai chimera, balle di fieno ed armi futuristiche qua e la. E’ una scena vissuta centinaia di volte quella del contatto con il nemico, ma quando mai in un contesto simile?

Anche le sparatorie hanno qualcosa che le distingue dal resto. La salute infatti non si ricaricherà come nella stragrande maggioranza degli FPS moderni, ma si tornerà ai vecchi medikit ed alla sempreverde barra della vita. Ciò introduce un aspetto non da poco nel gameplay di Resistance 3: la paura. La paura di non trovare un medikit. La paura di combattere con poca vita. La paura di non farcela fino al prossimo checkpoint, fino al prossimo rifornimento, fino al prossimo riparo.

Un piccolo approfondimento è dedicato anche alle varie armi utilizzabili nel gioco. Tra i vari gingilli trasportabili dal giocatore ci sono la temibile Magnum, il fucile da caccia Boomstick e varie mitragliatrici. L‘ Auger invece promette vari risvolti tattici, permettendo di sparare attraverso i muri senza esporsi al fuoco alieno. Leggendo tra le righe, Ben Kuchera sembra volerci trasmettere il feeling e il divertimento che queste armi gli hanno trasmesso durante le sue sessioni di gioco. Inoltre il ritorno della “Ruota delle armi” dona al gioco un ulteriore spinta tattica, permettendo di affrontare ogni situazione in modo differente e distinguendo Resistance 3 dalla miriade di FPS in circolazione in questo periodo.

Tutto quello che è stato scritto fin ora può “puzzare” di già visto ai fan della serie (e non solo), ma in Resistance 3 ogni elemento è in armonia con l’altro, in modo tale che il giocatore fruisca di un’ esperienza innovativa e fresca, seppur catapultata in un contesto retrò e con meccaniche all’ apparenza old.

Il gioco è atteso sugli scaffali per il 9 settembre, in esclusiva PS3.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here