Alzi la mano chi non ha mai fatto uno di quei sogni epici che avrebbe voluto immortale su una pellicola per poi mostrarlo ai propri amici. Alcuni scienziati dell’UC Berkeley si devono essere posti la domanda se fosse realmente possibile farlo e quanto pare sembrano aver tirato fuori qualche interessante novità.

Utilizzando un software di functional magnetic resonance imaging (fMRI), tecnica che utilizza la risonanza magnetica per estrapolare immagini del cervello, sono riusciti a ricreare alcune immagini di quello che il nostro cervello elabora mentre guardiamo un film o una foto. Come funziona? Gli scienziati mostrano un’immagine o una clip video casuale ad un paziente e ne misurano la corrispondente attività cerebrale. Dopo che il computer “impara” quali immagini stimolano determinate parti del cervello, gli scienziati danno in pasto 18 milioni di secondi di video casuali di YouTube al computer che ne ricostruisce un video neuronale basato sulle centinaia di clip simili che vede.

Al momento il meccanismo funziona solo con immagini che vengono viste in quel momento, anche se l’obiettivo è quello di riuscire ad “incidere” i nostri sogni in maniera permanente su di un computer. Questo avrebbe anche scopi medici, in quanto un dottore o uno psicologo potrebbero vedere ed esaminare meglio l’attività durante il sonno di un determinato paziente. Niente paura, Inception è ancora lontano dalal realtà anche se le prospettive di questo macchinario potrebbero farci andare su di giri. A seguire un video dimostrativo di come il software elabora le immagini.

httpv://www.youtube.com/watch?v=nsjDnYxJ0bo

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here