Si sa, l’Australia è una nazione in cui il controllo su qualsiasi cosa è molto forte, e la situazione rimane invariata nel campo videoludico. Pare infatti che Saints Row IV, quarto capitolo della fortunata serie pubblicata da THQ, non arriverà in Australia, se non in una edizione più “soft” e con un taglio a tutti gli elementi che hanno causato il ban.

A comunicarlo è Deep Silver, il publisher della serie, che afferma come Saints Row IV avrà delle limitazioni su alcuni contenuti per la versione australianasenza limitare il gameplay che i fan di Saints Row conoscono e amano“.

Gli elementi discussi sarebbero alcune scene di violenze sessuali, incentivi all’uso di droghe con ricompense e le varie situazioni di violenza tipiche del videogioco che comunque è stato sempre consigliato ad un pubblico adulto essendo classificato PEGI 18.

Nessuna novità per quanto riguarda il mercato europeo, che beneficerà sicuramente della versione completa ed originale del titolo.

Insomma, dispiace per i giocatori australiani, che avranno per le mani un titolo “tagliato” e privato di alcune delle caratteristiche principali di Saints Row a causa di una politica abbastanza criticabile.

via

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: