Samsung ha da poco annunciato l’ultima iterazione del proprio chipset ed il primo basato su tecnologia 3D FinFET con processo produttivo a 14nm che è in gradi di fornire il 20% in più di velocità e un consumo ridotto del 35% rispetto all’attuale generazione Exynos 7. Si tratta di un notevole passo in avanti rispetto agli attuali chipset prodotti in casa da Samsung che sfruttano un processo di produzione a 20 nm.

Il desiderio di Samsung di concentrare le energie e gli investimenti sui propri chipset continua a crescere in questo periodo, sopratutto con le vicende dello Snapdragon 810 di Qualcomm ed i suoi presunti problemi di surriscaldamento che avrebbero creato diversi problemi ad aziende come LG e Samsung in primis. Chissà se questo nuovo chipset sarà già nel nuovo Galaxy S6 di Samsung o se dovremo attendere dopo l’estate per poterne apprezzare le potenzialità effettive.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: