I primi Chromebooks hanno debuttato circa un anno fa, con risultati di vendita piuttosto scarsi. Samsung e Google però non sembrano intenzionati a rinunciare, svelando l’ultimo hardware Chrome OS: il Chromebox e il Samsung Chromebook Series 5 55 . Google sostiene che questi nuovi prodotti sono da 2,5 a 3 volte più veloci rispetto ai modelli dello scorso anno.

Il nuovo look di Chrome OS

I nuovi dispositivi montano l’ ultima versione di Chrome OS, un sistema operativo che vive esclusivamente su Internet e sul web. Con i vari aggiornamenti, l’esperienza di Chrome OS sembra avvicinarsi sempre di pi più a quella di un desktop tradizionale. Vi è ora uno spazio per i collegamenti delle icone sul desktop ed è possibile aprire più finestre di Chrome. Come su Windows 7, le icone possono essere bloccate sulla sezione inferiore dello schermo.

Chromebox

E’ il primo computer desktop Chrome OS. O almeno, la cosa che più si avvicina ad un desktop. Le specifiche per il Chromebox sono riportati di seguito. Si tratta essenzialmente di un set-top box collegabile ad un monitor, con sei porte USB e 2 uscite video, il tutto per 330 $.

Specifiche Chromebox:

Processore Intel Core
4 GB di RAM
Dual-band Wi-Fi 802.11 a / b / g / n
2x DisplayPort++ (compatibile con HDMI, DVI, VGA)
Uscita DVI single link
Bluetooth 3.0 compatibile
Kensington Lock compatibile

Samsung Chromebook Serie 5 550

Il Samsung Series 5 550 è il sequel della serie 5, che è stato uno dei Chromebook ad aver debuttato lo scorso anno. Samsung afferma che è fino a 3 volte più veloce rispetto ai modelli dell’anno scorso e ha una batteria che può durare fino a 8 ore. E’ disponibile per 450 $.

Specifiche Chromebook Serie 5 550 :

Schermo da 12.1 pollici (1280 × 800)
Peso 1,48 kg
6 ore di uso continuo
Processore Intel Core
4 GB di RAM
Built-in dual band Wi-Fi 802.11 a / b / g / n, Gigabit Ethernet e modem 3G (opzionale)
Videocamera HD
2 porte USB 2.0
4-in-1 memory card slot
Uscita DisplayPort ++ (compatibile con HDMI, DVI, VGA)

Chrome OS è vivo?

Tutti i pc con Chrome OS hanno fino a 16GB di memoria flash a bordo, ma quasi tutto è memorizzato sul cloud. Google considera i Chromebook la soluzione ideale per coloro che non capiscono bene i computer, gli studenti, e le imprese, le quali beneficiano del prezzo relativamente basso, della buona durata della batteria, della assoluta mancanza di malware (per ora), e dei piani di sostituzione che Google ha messo a punto. Se si paga un canone mensile, Google sostituirà il Chromebook.

Ma Chrome OS fatica a decollare, e l’uscita di Windows 8 potrebbe complicare ancora di più le cose. Avvio rapido e cloud ormai sono uno standard e non più una peculiarità di Google, dunque Chrome OS forse dovrebbe puntare a qualcos’altro per conquistare una nicchia consistente di utenti.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: