Ieri Samsung ha annunciato di aver intrapreso una collaborazione con Supreme, noto brand streetwear fondato nel 1994 a New York. Il punto però è un’altro, non si tratta di una delle collaborazioni più cool del momento ma di uno scivolone in pieno stile: la Supreme con la quale è stata annunciata la collaborazione, non è la vera Supreme ma un brand falso.

La notizia arriva direttamente da New York, dove la vera Supreme ha dichiarato di non aver nulla a che fare con questa sorta di collaborazione con Samsung. Effettivamente, un focus della redazione di TheVerge ha svelato che Samsung Cina sta collaborando con Supreme Italia. Supreme e Supreme Italia non sono legate in alcun modo, Supreme Italia è un brand falso che si avvale del classico buco legislativo per poter operare esattamente nel mezzo tra la legalità e l’illegalità. Ad onor del vero, Supreme Italia ha smesso di operare nel bel paese da qualche mese proprio per i vari processi in corso per la pratica “poco chiara”.

samsung supreme

Al momento la questione è ancora in via di definizione e non ci sono state grandi dichiarazioni sulla collaborazione di Samsung con la falsa Supreme. Ciò che è certo è lo scivolone mediatico importante in termini di visibilità di Samsung, sopratutto dopo le parole della vera Supreme che conferma di non saper nulla di questa collaborazione.

Durante l’annuncio della collaborazione tra Samsung e la falsa Supreme si è parlato dell’apertura di un Supreme Store di sette piani (di un falso Supreme store a questo punto) e di una sfilata da organizzare alla Mercedes-Benz Arena di Shanghai. Chiaro, in ballo c’è molto di più di un semplice annuncio, sarà interessante capire come si evolverà la situazione anche se la brutta figura, almeno mediaticamente, è già stata fatta.

Fonte
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: