Abbiamo recentemente parlato di Smart Glow, il nuovo sistema di notifica Samsung che verrà utilizzato per la prima volta dal Galaxy J2, telefono dedicato ai mercati emergenti, e possibilmente da altri dispositivi futuri. Lo smartphone in questione è stato ufficializzato oggi, e possiamo dunque ammirare meglio le caratteristiche della nuova feature introdotta da Samsung, che si serve di un LED circolare che abbraccia la fotocamera posteriore del telefono, ed è in grado di assumere tre colori principali per le varie funzioni di notifica di default.

Samsung Galaxy J2 Smart Glow

A livello di specifiche, il Samsung Galaxy J2 (2016) è dotato di un processore quad-core da 1.5GHz e di uno schermo da 5 pollici con risoluzione HD pari a 1280 x 720 pixel. La memoria RAM in dotazione è pari a 1.5GB, mentre la memoria interna è di 8GB, espandibile tramite slot microSD. La batteria montata sul terminale offre una carica di 2600 mAh. Completano il pacchetto le fotocamere da 8MP (principale) e 5MP (frontale).

Disponibile nelle colorazioni Oro, Nero e Bianco, il Galaxy J2 (2016) monta il sistema operativo Android 6.0 Marshmallow e presenta la tecnologia TST (Turbo Speed Technology), che dovrebbe permettere di migliorare le prestazioni generali “utilizzando il minor numero di risorse possibile per completare una particolare istruzione nel minor tempo possibile”. Stando a quanto dichiarato da Samsung, questo sistema di ottimizzazione permetterebbe alle app di caricare il 40% più velocemente rispetto a quanto accade su dispositivi con una quantità di memoria RAM doppia rispetto al Galaxy J2.

Per quanto riguarda Smart Glow, oltre alle luce di notifica di default, è possibile anche selezionare delle tonalità custom per personalizzare la notifica delle chiamate dei propri contatti, di modo che sia possibile riconoscere chi chiama il proprio numero senza dover controllare lo schermo (ed eventualmente, se è il capoufficio, lasciar squillare il telefono senza rispondere). Samsung Galaxy J2 sarà commercializzato al prezzo di circa 145 dollari in India. Non è dato sapere quando e se verrà immesso all’interno del mercato europeo – eventualità piuttosto remota – ma di fatto è interessante conoscere in anteprima una funzionalità che presto potrebbe approdare anche sui prossimi telefoni prodotti da Samsung e venduti anche in Italia.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: