Il tanto atteso Samsung Galaxy Note 7, phablet con display dagli angoli arrotondati in stile “Edge”, sarà presentato ufficialmente dall’azienda sudcoreana durante il suo evento Unpacked previsto per il 2 del mese di agosto. Stando alle indiscrezioni, il nuovo terminale di casa Samsung dovrebbe entrare in commercio entro la fine del mese di agosto. Nel corso delle ultime settimane si sono rincorsi numerosi rumors e sono state diffuse numerosi scatti e rendering ufficiali del prodotto: se da un lato non c’è ancora nulla di ufficiale, le specifiche hardware che si sono accumulate sono date ormai per certe, anche a causa dell’affidabilità delle fonti da cui sono provenute.

Una delle fonti principali di indiscrezioni, come al solito, è stata il canale Twitter di Evan Blass, che oggi ha pubblicato un articolo su VentureBeat rivelando al mondo un interessante rendering della versione Coral Blue del telefono (completa di Stilo in coordinato). Galaxy Note 7 dovrebbe avvalersi di un ampio schermo da 5.8 pollici 2K/Quad HD di tipo Edge con risoluzione pari a 2560 x 1440 pixel. A seconda del mercato di riferimento, ci si aspetta di vedere a bordo del phablet coreano un processore Snapdragon 821 (presumibilmente solo negli USA) o una nuova CPU Exynos. Si ritiene che il terminale monterà di default 6GB di memoria RAM, e che la fotocamera da 12MP sarà la stessa dell’attuale smartphone top di gamma Sansung Galaxy S7. Ci sarà spazio anche per una fotocamera frontale da 5MP, che verrà affiancata da un innovativo sistema di autenticazione biometrica a scansione dell’iride. Il sistema operativo sarà Android 6.0 Marshmallow.

Samsung Galaxy Note 7

Ma una delle novità più eclatanti è il cambio di rotta operato da Samsung che, rompendo con la tradizione, avrebbe deciso di operare rinunciando alla classica doppia proposta (Standard + Edge) per offrire un unico modello di tipo Edge chiamato semplicemente Samsung Galaxy Note 7. L’era dei telefoni “flat” è finita? Sebbene alcune indiscrezioni farebbero intendere che il momento non è ancora arrivato, è un dato di fatto che sia Samsung, sia altri produttori di punta quali LG e Apple, abbiano intenzione di rompere gli indugi e aprire una nuova era tecnologica basata su soluzioni avveniristiche dissimili da quelle attuali. Basti pensare allo smartphone ripiegabile nel cantiere di Samsung, o al futuro impiego della tecnologia POLED (Plastic OLED) da parte di LG.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: