Del Galaxy S8, futuro flagship di casa Samsung che dovrebbe essere presentato nel corso del Mobile World Congress 2017, conosciamo già alcune caratteristiche, benché quasi tutte siano prive di conferma ufficiale: il nuovo smartphone dovrebbe montare un display 2K, un SoC Qualcomm Snapdragon 830 (USA) o Exynos 8895 (Europa e altri paesi), 6GB di memoria RAM e un sensore biometrico ottico per il riconoscimento delle impronte digitali. A livello software si assisterà invece all’introduzione di un assistente guidato dall’intelligenza artificiale che si chiamerà Bixby e sarà collegato ad un tasto fisico esterno dedicato.

Evan Blass, leaker tra i più attivi del momento, ha rivelato per la prima volta quelli che dovrebbero essere i model number del Galaxy S8; se i Galaxy S6 e S6 Edge portavano i model number SM-G920 e SM-G925 – rispettivamente – e i Galaxy S7 e S7 Edge di quest’anno i model number SM-G930 e SM-G935, i futuri Galaxy S8 e S8 Edge salteranno una decina per avvalersi dei model number SM-G950 e SM-G955. Non è dato sapere il motivo di questa scelta.

Samsung Galaxy Note 8

A destare maggiore interesse, tuttavia, è la comparsa di un altro model number che lascia ben poco spazio all’immaginazione: SM-N950. Sì, si tratta proprio di un dispositivo appartenente alla serie Galaxy Note di Samsung, nonché un probabile Note 8. Ci si aspettava che dopo il flop del Note 7, terminale estremamente ambizioso la cui corsa è stata prima frenata e poi definitivamente arrestata dalla questione delle batterie difettose, l’azienda sudcoreana avrebbe rinunciato a riproporre un phablet della gamma Note così presto. In realtà Samsung potrebbe scansare il brand “Note” per evitare di richiamare alla memoria il tragico autunno del 2016: sarà sicuramente interessante scoprire come il produttore gestirà la faccenda.

Fonte

Partecipa alla discussione