Samsung si è dimostrata una delle aziende più attive nella produzione degli smartwatch. Il suo ultimo prodotto, il nuovo Gear S , è una combinazione di idee super moderne, specifiche e integrazioni con il software e i dispositivi Samsung.

Gear S non è progettato per sostituire lo smartphone, ma per permettere di lasciarlo a casa, o in un’altra stanza. La sua connettività built-in con il dispositivo, significa che anche quando è lontano dal telefono può ancora inviare e ricevere messaggi, e usufruire della maggior parte delle funzionalità disponibili sul cellulare.

Il Gear S monta il sistema operativo proprietario Tizen, e Samsung afferma che lo Store del Gear ha già 1.000 applicazioni.

Gear S può fare quasi tutto senza un telefono.

L’orologio in sé è impressionante, con un display OLED curvo da 2 pollici, impermeabile, nero o bianco, spesso e pesante, sembra quasi una versione incicciottita del Gear Fit.

Il processore da  1.0GHz è chiaramente all’altezza del compito di visualizzare notifiche e mandare risposte rapide, e il dispositivo sembra più veloce e reattivo degli smartwatch presentati finora.

La batteria dura ben 2 giorni, almeno secondo Samsung.

Disponibilità

Il Gear S sarà disponibile nel mese di ottobre in Corea, mentre per gli altri mercati bisognerà aspettare qualche mese in più. La strada intrapresa da Samsung sembra quella giusta, anche se c’è ancora molto da fare sulla portabilità e sulla leggerezza di questi dispositivi, visto che saranno usati sempre a stretto contatto con il corpo.

Galleria

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: