Samsung, durante il SID 2017, ha presentato il suo nuovo schermo OLED elastico.

Si tratta di un display da 9.1 pollici, che si può piegare in entrambi i versi (finora impossibile), si può arrotolare ed è persino in grado di sopportare piccoli urti, restando intatto in ogni circostanza.

Il pannello si basa su una tecnologia che ha ancora bisogno di ulteriori sviluppi in quanto acerba, ma che è già in grado di stupire mostrando tutte le sue possibilità. Il colosso coreano crede che questo nuovo tipo di schermo può essere una rivoluzione, potendo essere installato praticamente dappertutto, dagli indossabili fino ai sistemi infotainment delle auto.

Purtroppo non ci sono stati annunci sulla possibile disponibilità, si è trattato più di una dimostrazione di forza ed innovazione.

Questo schermo però non è l’unica novità da parte di Samsung, che punta forte sulla realtà aumentata: in questa ottica è molto interessante il display da 1.9 pollici, quindi minuscolo, ma con risoluzione 4K. Questo garantisce una densità di pixel pazzesca, pari a 2250ppi: i pixel sono praticamente invisibili. Pensando ad un’applicazione all’interno di un VR, andrebbe ad eliminare il difetto maggiore degli attuali dispositivi, ossia la risoluzione bassa per una visione così ravvicinata.

L’ultima novità riguarda un terzo pannello, un OLED da 4,09 pollici, con una tecnologia stereoscopica 3D che elimina la necessità della fruizione attraverso occhialini. Questa novità può essere utilizzata sia per l’intrattenimento sia per un utilizzo VR.

Anche in questi casi però la tecnologia non è pronta e non abbiamo tempistiche a riguardo.

Via

Partecipa alla discussione