Pochi giorni fa, causa il verificarsi di un incidente che ha coinvolto un Note 7 “aggiornato”, avevamo paventato l’eventualità che Samsung potesse avviare una nuova campagna di richiamo del suo sfortunato phablet. L’azienda sudcoreana non ha ancora preso una decisione in merito, ma quel che si è verificato nel corso delle ultime ore ha nondimeno costretto Samsung a sospendere momentaneamente la produzione di Galaxy Note 7.

Si è trattato sostanzialmente di una mossa dovuta: lo stop alla produzione è stato infatti organizzato in cooperazione con le autorità garanti per la sicurezza di Sud Corea, Stati Uniti e Cina, e include una fabbrica Samsung in Vietnam responsabile per le spedizioni internazionali del Note 7. Una decisione sicuramente sofferta per Samsung, che non ha potuto fare a meno di agire dopo che, nel corso del weekend, sono emersi nuovi dettagli circa l’inaffidabilità degli smartphone “aggiornati” distribuiti durante la campagna di sostituzione o venduti dopo la loro reintroduzione in commercio.

Samsung Galaxy Note 7
Immagine simbolo della sfortunata vicenda: quel che resta di un Note 7 con batteria difettosa

Solamente negli Stati Uniti, infatti, si contano al momento almeno quattro incidenti riguardanti altrettanti Note 7 che hanno preso fuoco. I quattro maggiori operatori telefonici statunitensi, ovvero Verizon, AT&T, T-Mobile e Sprint – cui va ad aggiungersi l’australiana Telstra -, hanno deciso di sospendere le vendite e le sostituzioni dei phablet di casa Samsung, dimostrando peraltro poca fiducia in una conclusione positiva e in tempi brevi della vicenda. T-Mobile, ad esempio, ha deciso di offrire un rimborso ai clienti che hanno ricevuto un Note 7 “aggiornato” (in sostituzione o per acquisto) o che ancora sono in possesso di un Note 7 coinvolto nella campagna di richiamo, invitandoli a sostituirli con altri prodotti presenti nel suo inventario.

Samsung, nel frattempo, continua ad indagare sulla vicenda. È chiaro a questo punto che le innumerevoli traversie del Note 7 stanno gravemente danneggiando l’immagine dell’azienda, che presto sarà costretta a decidere come agire per fronteggiare questa nuova crisi.

UPDATE 10/10/2016: Anche il lancio del Note 7 nei Paesi Bassi è stato sospeso.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: