Era solamente una questione di tempo. Nel momento in cui i maggiori operatori telefonici statunitensi – cui si sono presto aggiunto un operatore australiano – hanno deciso di sospendere le vendite di Note 7 causa il verificarsi di nuovi incidenti di combustione, è stato chiaro che Samsung avrebbe dovuto agire immediatamente per evitare che la situazione degenerasse. E Samsung non ha potuto fare altro che sospendere la produzione e imporre un nuovo stop globale alla vendita e alla sostituzione dei suoi sfortunatissimi phablet.

L’azienda sudcoreana ha dichiarato pubblicamente di aver avviato una nuova indagine per scoprire a cosa siano dovuti i nuovi incidenti: “Stiamo lavorando con le autorità normative pertinenti per indagare sui recenti incidenti che hanno coinvolto il Galaxy Note 7. Dato che la sicurezza dei consumatori rimane la nostra priorità principale, Samsung chiederà a tutti i partner, siano essi operatori o negozi al dettaglio, di sospendere le vendite e le sostituzioni del Galaxy Note 7 a livello globale fintanto che l’indagine sarà in corso.”

Samsung Galaxy Note 7 prezzo

“Ci impegniamo a lavorare coscienziosamente con le autorità normative pertinenti e compiere tutti i passaggi necessari affinché il problema possa essere risolto. Gli utenti in possesso di Galaxy Note 7 originali o di unità ricevute in sostituzione sono invitati a spegnere i loro terminali e smettere di utilizzarli in attesa della disponibilità di un rimedio.”

Si tratta naturalmente di una pessima notizia per Samsung: aver avuto un problema con un prodotto di punta come il Note 7 è stato già di per sé catastrofico, ma nel momento in cui anche le unità aggiornate hanno presentato lo stesso medesimo problema, la vicenda si è trasformata in un vero incubo per la compagnia asiatica. Molti dei possessori di Note 7 originali o aggiornati, infatti, presumibilmente si metteranno in contatto con i propri operatori ed eserciteranno il diritto di recesso per ottenere un rimborso o un altro telefono, che difficilmente sarà di marca Samsung.

L’azienda, dal canto suo, ha aggiornato la pagina web della campagna di richiamo e sostituzione, invitando gli utenti a restituire il proprio Note 7 presso i centri competenti: i consumatori potranno scambiare il proprio Note 7 con un Galaxy S7 o un Galaxy S7 Edge ottenendo una gift card da 25$, oppure potranno semplicemente richiedere un rimborso.

Fonte
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: