Lo Snapdragon 810 di Qualcomm è sicuramente uno dei chipset più preformanti ad oggi sulla piazza, anche se il suo arrivo nei prodotti commerciali è ancora dietro l’angolo. In queste settimane si è parlato molto del chipset 810 sopratutto poiché sarà quello adottato da molti produttori per i propri top-gamma del 2015… o forse no?

La pubblicazione Bloomberg sembra infatti sempre più convinta che i problemi di surriscaldamento del chipset Snapdragon 810 potrebbero rappresentare un problema per i produttori di smartphone che si vedrebbero costretti a rimandare il lancio dei propri prodotti oppure optare per un’altra soluzione. Nonostante questo aziende come LG con il G Flex 2 e Xiaomi con il MiNote Pro hanno già annunciato i propri dispositivi con questo chipset anche se non sono ancora sul mercato.

Nel caso di Samsung abbiamo già visto come il colosso Coreano potrebbe decidere di rimandare la commercializzazione del Galaxy S6 nella variante snapdragon 810 in favore della versione con Exynos che solitamente è destinata ai mercati USA.

snapdragon-810

Secondo Bloomberg, Samsung avrebbe già preso la decisione di non commercializzare proprio la variante con Snapdragon 810 ma tuttavia affidare per quest’anno il lavoro sporco solamente al chipset prodotto dall’azienda stessa. Fino ad ora Samsung ha utilizzato la variante Snapdragon per soddisfare la crescente domanda di connettività LTE che nell’architettura Snapdragon era più performante.

Samsung sembra tuttavia confidente del suo ultimo chipset Exynos dal momento che ha risolto i problemi ai modem LTE ed ora ha una potente soluzione octa-core con 4 core Cortex A57 e quattro core Cortex A-53 con architettura big.LITTLE e GPU Mali al posto dell’Adreno.

Insomma, sembra che le chance di vedere un gAlaxy S6 con Snapdragon 810 siano veramente basse, sopratutto all’inizio del ciclo vitale del dispositivo.Sia Qualcomm che Samsung si sono rifiutate di commentare la notizia di Bloomberg ma di certo nelle prossime settimane arriverà la conferma o smentita.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: