Il 2017 è stato caratterizzato da un problema banale: i metodi di sblocco dei nostri smartphone. L’azione che si fa più volte al giorno è diventata complessa grazie all’introduzione dei display fullscreen.

Non avendo più spazio sulla parte frontale, molti produttori hanno dovuto spostare il sensore di impronte digitali sul retro. Nessun problema quando il posizionamento è giusto ma un Galaxy Note 8 con sensore posto di fianco alla fotocamera è davvero difficile da sbloccare a differenza di un Google Pixel 2 XL con sensore posto sotto la fotocamera.

Google Pixel 2 XL recensione
Recensione Google Pixel 2 XL - Fate spazio al software
Lo smartphone di Google è già avanti, l'hardware è solo ferraglia, fumo negli occhi dei consumatori.

Per non parlare del tanto chiacchierato FaceID di Apple sul suo iPhone X totalmente sprovvisto di sensore per le impronte digitali. Il CES 2018 di Las Vegas dona una nuova speranza a tutti gli amanti del fingerprint sensor sulla parte frontale.

Da tempo serpeggiano in rete tanti prototipi di smartphone con sensore di impronte digitali sotto al display ma nessuno è mai risultato realmente utilizzabile. Vivo però al CES 2018 ha svelato uno smartphone con sensore di impronte digitali sotto il display creato da Synaptics.

Dalle prime prove emerse su Youtube è possibile notare una precisione paragonabile ai sensori fisici attuali, la velocità di lettura sembra essere percettibilmente più lenta. Un dettaglio da non trascurare per la presenza del fingerprint sensor sotto al display è la necessità di un pannello OLED che consenta la scansione (gli LCD non lo permettono a causa della loro retroilluminazione).

Con questa tecnologia nel 2018 si risolverà definitivamente la questione del posizionamento del sensore. Attenzione però, se state pensando che i primi smartphone con fingerprint sotto al display saranno presentato tra un mesetto al MWC 2018 di Barcellona, potreste rimanere delusi.

I rumors parlano di smartphone con sensore sotto al display che arriveranno nella seconda metà del 2018. I probabili Samsung Galaxy S9, S9 Plus, Huawei P20, P20 Pro, P20 Plus, potrebbero ancora esserne sprovvisti.

Ti invieremo all'incirca una email a settimana, e puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: