Con Android 5 Lollipop Google ha alzato il livello di sicurezza dei dispositivi Android, introducendo diverse funzionalità tra cui la criptazione di tutti i nostri dati che possono essere resi accessibili solamente quando inseriamo il codice PIN corretto: in questo modo non sarà utilizzabile da estranei, neanche se hanno accesso alla memoria in quanto i dati sono protetti.

Questa funzionalità è disattivata di default sui dispositivi che sono stati aggiornati a Lollipop ( come il Nexus 5 ) ma non può essere abilitata o disabilitata sui nuovi Nexus 6 e 9 che l’hanno attiva di default.

“Bhe ma non è un vantaggio? I miei dati sono al sicuro no?”

Certo, tuttavia l’altra faccia della medaglia sembra essere l’impatto sulle performance di sistema. Da alcuni test condotti da AnandTech il Nexus 6 con la criptazioni disabilitata ( tramite programmi  root ndr.) è decisamente più veloce di quello con criptazione abilitata. Il test è stato ripetuto anche con il Nexus 5 e anche in questo caso con la criptazione attiva il dispositivo è più lento.

criptazione lollipop

Ovviamente un calo di performance era previsto per via del lavoro extra di criptazione/decriptazione ma forse neanche Google si aspettava un calo così significativo. Speriamo che con i prossimi aggiornamenti Google permetterà a tutti di disattivarlo o meglio ancora se riuscisse a minimizzare l’impatto sulle performance.

Fonte
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: