Cattive notizie per tutti gli utenti che ultimamente hanno acquistato un PlayPass OnLive: Sony infatti ha acquisito nei giorni scorsi diverse “parti” del servizio, precisamente tutti gli asset tecnologici più importanti, per una cifra che non è stata rivelata. Tuttavia il destino di OnLive è segnato ed esso chiuderà i battenti entro la fine del mese corrente, invece di divenire parte dell’ecosistema Sony.

Tutti i sottoscrittori non riusciranno dunque a usufruire del servizio oltre la data del 30 aprile mentre chi abbia acquistato una periferica o l’OnLive Game System a partire dallo scorso primo febbraio sarà risarcito.

sony acquista e chiude onlive

L’ultima volta che Sony aveva aperto il borsellino per una acquisto simile era stato nel 2012, con Gaikai, utilizzandolo come base per la tecnologia di gaming da remoto delle attuali PlayStation 4 e PlayStation Vita, PlayStation Now. Gli asset di OnLive da questo punto di vista sono molto importanti  e dovrebbero consentire a Sony di compiere un ulteriore salto di qualità integrandoli nei propri servizi attuali.

Del resto OnLive era stata pioniera nel campo: I principali asset tecnologici di OnLive saranno parte dei futuri servizi di streaming Sony? i fondatori infatti avevano intuito già diverso tempo fa che poteva essere più interessante per l’utente acquistare l’accesso ai giochi piuttosto che investire le proprie somme in una console hardware, consentendo così anche a chi avesse configurazioni di basso livello di giocare titoli di ultima generazione. Come spesso accade a chi è troppo in anticipo sui tempi però le cose non sono andate come previsto e i debiti costrinsero OnLive a licenziare molti dipendenti già nel 2012 per poi rilanciarsi soltanto lo scorso anno con la nuova piattaforma Cloudfit, caratterizzata da prezzi più aggressivi e una maggior integrazione con Steam di Valve.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: