Oggi è stato ufficializzato il nuovo smartphone/tablet di casa Sony, l’Xperia Z Ultra e, dopo aver potuto assaporare le specifiche tecniche di questo nuovo mostro creato dalla casa nipponica, è possibile notare “ad occhio” come le dimensioni di questo dispositivo siano esorbitanti.

Sony Xperia Z Ultra, infatti, presenta un display di ben 6.44 pollici, decisamente troppi per uno “smartphone” che probabilmente non entrerà neppure dentro le nostre tasche. Vero è che il mercato di questa tipologia di device evolve sempre verso schermi più grandi, ma a tutto c’è un limite e la definizione di smartphone non sembra più adatta per un dispositivo che già supera i 5 pollici, figuriamoci per uno di 6 e mezzo.

Xperia Z Ultra però non è il solo, ma anzi è accompagnato da un altro “smartphone” che giganteggia nelle dimensioni oltre che nelle prestazioni, ovvero Samsung Galaxy Mega, che sfodera prepotentemente i suoi 6.3 pollici di schermo ed è il diretto rivale nelle dimensioni di Z Ultra.

A questo proposito, allora, è stato fatto un confronto tra alcuni degli smartphone più grandi attualmente in commercio, proprio per decretare il “vincitore” del titolo come dispositivo dalle dimensioni più elevate.

Come possiamo vedere dall’immagine in basso, infatti, abbiamo una vittoria netta di Sony, che con i suoi 179.4 mm di altezza supera Galaxy Mega che si presenta con “soli” 167.6 mm. Più staccati Note II e SIV con rispettivamente 151 mm e 136.6 mm.

hfdhg

Se da un lato Z Ultra è il dispositivo dalle dimensioni più elevate (non proprio un vantaggio), il discorso cambia per quanto riguarda lo spessore. Come è possibile notare dalla successiva immagine, infatti, il nuovo dispositivo si presenta con i suoi 6.5 mm di spessore, guadagnandosi anche qui il primato assoluto (questa volta positivo) rispetto agli 8, 9.4 e 7.9 mm degli altri dispositivi appartenenti a Samsung. Questo vantaggio in termini di sottigliezza probabilmente è merito proprio della spropositata altezza, che ha permesso di distribuire meglio le parti interne del device ed ottenere quindi uno spessore inferiore.

gfgd

Definiamoli smartphone, tablet o phablet, ma quello che è sicuro è che andiamo sempre verso dispositivi più enormi che, probabilmente, un giorno ci prenderanno in braccio e ci porteranno in giro per la città.

via

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: