Il nuovo iOS 5, tra le tante nuove funzionalità introdotte, figura un nuovo strumento di sincronizzazione: Wifi Sync. Si tratta di un’applicazione che consente di sincronizzare iPad, iPhone e iTunes per avere la propria libreria digitale aggiornata su tutti i dispositivi marchiati Apple. Ma Greg Huges, studente inglese, accusa il colosso di Cupertino di plagio: infatti da più di un anno il ragazzo vende un software, chiamato guarda caso Wifi Sync, che fa esattamente la stessa cosa.

Hughes, intervistato dal sito inglese The Register, ha riferito di aver contattato il servizio Apple ad aprile 2010 per l’inserimento della sua applicazione “Wi-Fi Sync” nello store di iTunes. Dopo alcune valutazioni tecniche, lo staff di Apple ha però rifiutato l’inclusione nel database del negozio virtuale, per alcuni problemi di sicurezza legati alla sincronizzazione tra dispositivi. Hughes racconta però che nella mail di risposta, in cui il suo progetto veniva rifiutato, Apple avrebbe manifestato grande apprezzamento e interesse per l’app tanto da chiedere l’invio del curriculum, forse per valutare un’eventuale assunzione del giovane.

Hughes non si è perso d’animo ed ha inviato l’applicazione al market alternativo Cydia, per applicazioni non ufficiali per iPhone e iPad, dove ha riscosso notevole successo scalando ben presto le classifiche di vendita. Nonostante il prezzo elevato di ben 9,99 dollari, in soli 13 mesi il Wifi Sync di Hughes ha venduto oltre 50.000 copie, a dimostrazione della validità del progetto.

Si tratta di un caso di plagio o solo di una coincidenza? Seguiremo con interesse gli sviluppi della causa; intanto ricordiamo che Apple stessa ha portato Samsung in causa per plagio per i suoi terminali Galaxy.

Per maggiori informazioni su iOS 5 rimandiamo all’articolo completo.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome