Mobile

Surface Pro 3 è il dispositivo che andiamo a provare nella recensione di oggi, si tratta del tablet che sostituisce per davvero un Notebook

Anche noi di Techzilla siamo riusciti a mettere le mani su un nuovissimo Surface Pro 3, il nuovo tablet di Microsoft con che l’azienda Americana ha lanciato sul mercato lo scorso Giugno in America e lo scorso Settembre in Italia e disponibile in diverse configurazioni.

Secondo Microsoft: “Surface Pro 3 sostituisce completamente il portatile” ed è proprio quello che cercheremo di verificare con questa recensione, la possibilità di rimpiazzare completamente con questo dispositivo 2-in-1 il nostro MacBook Air che personalmente utilizzo ogni giorno per un po’ di tutto.

Un’altra cosa che andremo a confermare è se davvero questo dispositivo è così versatile come un foglio di carta e allo stesso tempo come un tablet, verificheremo la comodità in modalità di produttività con la tastiera TypeCover collegata e come si comporta da vero e proprio notebook anche in configurazione multi-monitor. Partiamo con la nostra recensione inquadrando le migliori offerte per questo dispositivo:

Guarda le offerte su: Amazon.it logo offerta amazon
Trovaprezzi: 806,50€ su logo offerta trovaprezzi

Surface Pro 3 – Video recensione

Surface Pro 3 – Specifiche

Surface pro 3 recensione

Il Surface Pro 3 è disponibile in tre grandi versioni. Quella con processore Intel Core i3 e 64 GB di memoria SSD, quella con Intel Core i5 in versione 128 GB o 256 GB di SSD e quella i7 con 256 GB o 512 GB di disco a stato solido. In più la RAM montata sui tre modelli di punta con gli SSD più capiente abbiamo anche 8 GB di RAM anziché 4 GB.

Il modello che abbiamo provato è quello proposto attualmente a 919€ da Microsoft o a 999€ da molti rivenditori autorizzati con tastiera inclusa, ovvero quello da 128 GB con processore i5. Si tratta della configurazione che rispecchia maggiormente il modello di precedente generazione mentre la variante i3 meno potente si rivolge essenzialmente ad utenti non proprio Pro.

Tra le altre caratteristiche troviamo un pannello 3:2 Full HD Plus è davvero un’unicità nel mercato dei tablet, un design completamente rinnovato che Microsoft nonostante la ventola definisce fanless e tanto altro ancora che voi vedete elencate proprio qui sotto:

  • Schermo: 12 pollici LED a risoluzione 2160 x 1440 pixel;
  • Sistema Operativo: Windows 8.1 aggiornabile;
  • CPU: Intel Core i3-4020Y dual-core da 1.5GHz, Intel Core i5-4300U dual-core da 2.9GHz, Intel Core i7-4650U dual-core da 3.3GHz;
  • GPU: Intel HD 4200, Intel HD 4400, Intel HD 5000;
  • RAM: 4 GB DDR3 1600 MHz (8 GB nei modelli da 256 GB e 512 GB);
  • Fotocamere: Doppia fotocamera da 5 MP 1080p con doppio microfono;
  • Connettività: Wi-Fi 802.11 ac, Bluetooth 4.0, lettore di schede microSD;
  • SSD: Samsung 128 GB (sono disponibili anche in versione da 64 GB, 256 GB e 512 GB);
  • Porte: 1x USB 3.0, 1 miniDisplayPort, 1 jack uscita/ingresso combinati, connettore dock/alimentazione;
  • Peso: 798 grammi + 295 grammi (dock), Dimensioni: 292,1 x 201,4 x 9,1 mm;
  • Batteria, 42Wh (fino a 9 ore).

Surface Pro 3 – Design ed Ergonomia



Un importante miglioramento per la gamma dei Surface riguarda il design che finalmente ora riprende anche nella versione Pro quello del Surface 2 RT in color argento simile all’alluminio. In realtà sappiamo dalla scheda tecnica di Microsoft che non si tratta di alluminio ma di un telaio in VaporMG con una speciale scocca in Magnesio, la stessa di tutti gli altri Surface.

Design stupendo, costruzione impeccabile!

Quello che apprezziamo di più del nuovo colore sta nella sua “durabilità”. il precedente trattamento, infatti, tendeva a graffiarsi o a consumarsi con estrema facilità il che era estremamente fastidioso da vedere dopo qualche tempo da un utilizzo non troppo “aggressivo” del dispositivo.

La novità più importante sta nella sostanziale riduzione del peso che passa da 900 grammi a meno di 800 grammi, differenza che si fa sentire non poco data anche la migliore distribuzione su una superficie di schermo che passa dai 10 pollici ai 12 pollici di questo nuovo modello che riesce anche a contenere le cornici.

Recensione Surface Pro 3

Importante novità sta anche nel nuovissimo kickstand che ora ha un “meccanismo” davvero innovativo che consente una perfetta stabilità a qualsiasi angolo si trovi il tablet che ora può essere posizionato in qualsiasi posizione tra i 30° e i 150°. Questo migliora non poco l’utilizzo da notebook del dispositivo ma non solo.

Il Kickstand che tutti sognavamo

L’utilizzo al massimo angolo infatti è perfetto per l’uso con la nuova Surface Pen in alluminio e l’utilizzo da seduti non sarà più il problema di uno schermo ancora troppo verticale. La penna è estremamente migliorata. Più pesante ma proprio per questo migliore. L’alluminio che prende il posto della plastica e le batterie interne migliorano molto l’ergonomia di utilizzo. Delle novità tecniche avremo modo di parlarne di seguito.

Surface Pro 3 – Tastiera & Touchpad

tablet Surface Pro 3

La nuova TypeCover ha molto in comune con la vecchia ma anche molti miglioramenti. Mentre la tastiera in sé non porta tanto di nuovo, il touchpad è stato profondamente migliorato. Finalmente si tratta di un vero e proprio touchpad, con un materiale appropriato che rende lo scorrimento del dito molto comodo e naturale.

Un touchpad finalmente degno di questo nome

Molto comode sono finalmente le gesture multitouch che permettono, cosa quasi unica nel mondo Windows, uno scorrimento davvero naturale in tutte le schermate di Windows, sia in ambito desktop che in quelle della Modern UI a tutto schermo ma ottimo è anche il supporto al pinch to zoom.



Altra novità molto importante in questa nuova versione della cover che si adatta perfettamente al nuovo display da 12 pollici è la seconda barra magnetica che si colloca proprio sotto il connettore magnetico. La tastiera però monta ancora dei tasti troppo vicini per essere il massimo della comodità in digitazione.

Ora sembra davvero un notebook

Si tratta di un vero e proprio rettangolo “calamita” che si collega perfettamente alla cornice inferiore del tablet e dona stabilità a tutto il sistema proprio come se si sta utilizzando un vero e proprio notebook. Inoltre questo meccanismo permette di sollevare leggermente la tastiera per rendere molto più confortevole la digitazione.

Surface Pro 3 – Display

tablet Surface Pro 3 (6)

Miglioramento non troppo rilevante ma importante anche sotto questo punto di vista. Passiamo dai 10.6 pollici del modello precedente ai 12 pollici del nuovo modello. Si tratta di un incremento in diagonale che non pesa tanto nelle dimensioni, tanto che restano sostanzialmente quelle di un MacBook Air da 11 pollici tranne che in altezza.

Il nuovo fattore di forma 3:2 dà al prodotto quasi le stesse proporzioni di un normale foglio di carta A4 o di un normale quaderno ma un po’ più compatto di quest’ultimo. In campo multimediale questa scelta non paga molto, dato che la maggiorate dei contenuti sono in formato widescreen e questo non lo è certamente.

Un display stupendo

Buono il salto in avanti con la risoluzione, che passa, anche a causa del cambiamento del fattore di forma, a 2160 x 1440 pixel che Microsoft chiama Full HD Plus,  un salto rilevante nei confronti di un 1920 x 1080 pixel in 16:9 che non era il massimo per lavorare al meglio. Lo scaling in modalità desktop è ottimo per un uso con un mouse mentre gli input touchscreen non sono il massimo della comodità qui.



Ottima anche la nuova penna e il nuovo digitalizzatore anche se quello Wacom andava meglio sotto certi punti di vista come il rilevamento della pressione con i suoi 1024 livelli contro gli attuali 256 livelli. Ora con questa nuova penna attiva N-Trig non abbiamo più problemi di parallasse, la penna ora resta calibrata anche negli angoli del dispositivo il che ci basta per preferirla alla vecchia anche se aveva più livelli di pressione.

La nuova penna ha anche un chip Bluetooth che permette di connettere la parte superiore della penna che richiama OneNote al Surface Pro 3 e che funziona anche da schermo spento. Un piccolo contro di questa nuova penna sarebbe, oltre all’alloggiamento adesivo incluso nella TypeCover, è la presenza delle batterie che andrebbero cambiate annualmente.

Buono il Touchscreen, sicuramente uno dei più precisi sul mercato, ma sicuramente la miglioria più importante di questo display sta nella distanza estremamente ridotta tra pannello e vetro che riduce sensibilmente i riflessi e aumenta il contrasto il che rende l’utilizzo molto meno stancante. Restano comunque fastidiose le impronte che restano così facilmente sul vetro.

Surface Pro 3 – Prestazioni

tablet Surface Pro 3 (10)

Le prestazioni di questo modello non sono variate, rispetto alla generazione precedente, di molto. Il processore resta infatti lo stesso della seconda revisione del modello precedente, ovvero un i5-4300U da 2.9 GHz in modalità Turbo con doppio core e Hyper-Threading. RAM e SSD restano gli stessi.

Le prestazioni nell’utilizzo ci risultano comunque superiori, soprattutto grazie all’attivazione del Connected Stand-by che permette tempi di riattivazione minimi dalla modalità di sleep, molto simili, seppur non identici a quelli di un comunissimo tablet con processore ARM e Android a bordo.

Buone le prestazioni, ci dispiace per l’SSD

Per quanto riguarda un punto debole, se proprio dobbiamo trovarlo, è l’SSD. Per essere un prodotto di fascia alta con SSD ad un prezzo tra gli 800 e i 1000€ vedere le velocità di scrittura sotto i 200 MB/s nonostante l’unità è prodotta da Samsung e tutti gli altri dati si sono rivelati essere buoni.

Le velocità in lettura sono invece ottime e permettono un avvio del computer in un batter d’occhio, decisamente più veloce rispetto alla media dovuto soprattutto grazie alla mancanza di applicazioni degli OEM che partono all’avvio o di servizi integrati di sistema per implementare certe funzioni che certamente possono assorbire parte delle risorse di sistema.

Per quanto riguarda i benchmark abbiamo eseguito la nostra classica serie di benchmark come Cinebench R15 per monitorare le prestazioni del processore e CrystalDisk Mark per le prestazioni del disco rigido. Abbiamo poi eseguito PC Mark 7 anche sulla versione i3 del Surface Pro 3 con un risultato leggermente sopra le nostre aspettative e un punteggio del 20% inferiore circa sul modello i5. Ecco di seguito i dati rilevati:

Surface Pro 3 – Multimedialità

Recensione Surface Pro 3 (10)

Salti in avanti anche sotto questo punto di vista. Microsoft ha migliorato l’audio, il display, lo stand ed entrambe le fotocamere di questo Surface Pro 3 il che con un miglioramento alle antenne fanno di questo Surface Pro 3 un dispositivo decisamente migliore in ogni ambito multimediale, dai film alla musica.

Gli speaker sono posizionate sulla parte frontale del dispositivo, con due feritoie posizionate proprio alle estremità del pannello touchscreen, questo per regalare un’esperienza audio più avvolgente di prima. Non solo, in questo modo mentre lo si utilizza non c’è più il rischio di coprirli. Anche il volume è stato aumentato e non di poco, ma la qualità resta nulla di eccezionale.

Enorme passo in avanti rispetto ai precedenti

Anche se Microsoft ha tenuto a ripetere durante la presentazione di questo dispositivo che lo stand non è stato progettato per guardare film o video vari, i Surface ci si adattano perfettamente ed è per questo che grazie al nuovo kickstand il Surface Pro 3 diventa un dispositivo eccezionale per guardare film anche stando su una sedia o su un divano con il tablet/PC su un tavolo.

Ottima anche la presenza di una miniDisplay Port che sta diventando un’uscita video sempre più comune sui notebook e su tanti altri PC di ultima generazione. Una porta facilmente convertibile che ci permette di collegare facilmente un display esterno o un proiettore. Disponibile anche il Miracast (standard) per il display wireless che sta diventando sempre più comune in TV.

Surface Pro 3 – Autonomia



Si ingrandisce il display, si aumenta la risoluzione e si mantiene la stessa batteria del modello precedente. Quello che ci aspetteremo tutti sarebbe un calo nell’autonomia di questo prodotto e invece non è così. Abbiamo trovato l’autonomia di questo Surface Pro 3 modello i5 pressoché identica a quella del precedente modello con gli ultimi aggiornamenti firmware.

Confermiamo quindi il dato di circa 8 ore di autonomia sotto rete Wi-Fi in navigazione web tenendo la luminosità su un valore medio e con il sensore di luminosità attivo. Con il modello i3 probabilmente avrete un’ora in più di autonomia, grazie al processore che consuma meno con TDP di 11.5 W contro i 15 W dei modelli i5 e i7.

Buona l’autonomia, una giornata è coperta

Contribuisce a diminuire l’autonomia del prodotto il Bluetooth che deve restare acceso sempre per funzionare con il tasto OneNote presente sulla parte superiore della Surface Pen quindi disabilitando quest’ultimo e magari anche entrando in modalità aereo direttamente se non abbiamo bisogno di connessione di rete, ma anche il digitalizzatore che altri prodotti concorrenti non montano.

Avendo inoltre attivo il Connected Stand-By, il Wi-Fi resta sempre attivo anche quando il tablet va in sleep, si penserebbe che i consumi siano notevolmente superiori, invece Microsoft è riuscita con gli ultimi aggiornamenti, ad ottimizzare al massimo anche questo. Ovviamente se volete autonomie superiori una possibile soluzione sarebbe disabilitarlo.

Surface Pro 3 – Software

Recensione Surface Pro 3

Avevamo dato ai precedenti modelli di Surface Pro un 10 in questo frangente, per premiare l’enorme versatilità di Windows 8.1 Pro che viene preinstallato su questi modelli di tablet. Questa volta siamo scesi ad un più umano 9.5 e il perché ve lo spiegheremo in breve nelle righe che seguiranno.

Con questa esperienza software di Microsoft che si fa sempre più profonda e particolare però abbiamo iniziato a vedere qualche punto di debolezza. Mentre lo Store delle applicazioni si sta man mano riempiendo di ogni tipo di app e di giochi l’esperienza di OneNote centrale in questo dispositivo resta ancora non troppo matura.

indent classe=”indent-right”]Ottima ma migliorabile l’integrazione con OneNote[/indent]

Il funzionamento con la penna in dotazione a volte ha provocato un blocco di sistema e i tempi di risposta del tasto OneNote sulla Surface Pen non sono ancora il massimo. La possibilità di installare software del calibro di Photoshop in versione completa resta ancora i must di questo tipo di dispositivo soprattutto con la rinnovata compatibilità con la penna e con il touchscreen.

E’ proprio il software che rende possibile quello che è lo scopo principale di questo dispositivo. “Il tablet che sostituisce il Notebook” non può avere un sistema operativo limitato e limitante come iOS o come Android. Windows 8.1 resta ancora il miglior sistema operativo per PC e allo stesso tempo per tablet, dispositivi che fanno bene entrambe le cose, situazione che non farà che migliorare con Windows 10.

tablet Surface Pro 3

Surface Pro 3 – Conclusioni

Il Surface Pro 3 può quindi sostituire un comune notebook? Certamente sì! Ovviamente non pensate di avere la stessa potenza di un notebook da gaming o di una macchina con processore Intel Core i7 quad-core, ma sicuramente riuscirete a fare le stesse cose che fate con un normale Ultrabook o con un normale notebook.

Allo stresso tempo avrete un dispositivo con spessore e dimensioni di un tablet, con una maneggevolezza, con una versatilità estrema, con la possibilità di utilizzare una delle più precise penne digitali esistenti al mondo, con una tastiera retroilluminata (purtroppo non in bundle) che monta uno dei touchpad più precisi del mondo Windows seppur di piccole dimensioni.

Surface Pro 3 è un buon tablet e forse l’Ultrabook perfetto!

Un notebook delle dimensioni di un comune portatile da 11 pollici e uno schermo che visualizza gli stessi contenuti di un modello da 13 pollici, ottimizzato per essere utilizzato al meglio rispettivamente in desktop e Modern UI con mouse e touchscreen, un device decisamente da promuovere a pieni voi perché merita davvero tanto, un prodotto iconico che deve essere d’esempio per tutti i produttori.

Recensione Surface Pro 3 pro e contro

Surface Pro 3 – Offerte

Il Surface Pro 3 è disponibile a listino in tante diverse versioni dall’i3 all’i7 nei prezzi che vi riportiamo di seguito in una piccola tabella riassuntiva.

Intel Core i3-4020YIntel Core i5-4300UIntel Core i7-4650U
SSD: 64 GB RAM: 4 GB819€XX
SSD: 128 GB RAM: 4 GBX919€X
SSD: 256 GB RAM: 8 GBX1219€1469€
SSD: 512 GB RAM: 8 GBXX1869€

In generale potrete però trovarlo a volte in offerta tra i 799€ (tastiera esclusa) e i 999€ (con tastiera inclusa) per la versione i5 da 128 GB che è forse quella meglio bilanciata e alla quale i più hanno puntato i loro occhi. Le versioni i7 sono invece quelle sicuramente più rare perché più costose. Di seguito vi riportiamo le migliori offerte su questo modello:

Modello i3

Kelkoo: 949,99€ da ePRICE.it

Modello i5

Amazon: 1129,00€  ►  949,99€ logo offerta amazon
Trovaprezzi: 806,50€ su logo offerta trovaprezzi

Galleria

I voti di Techzilla

Il voto di Techzilla
I voti dei lettori
Vota qui!
Design ed Ergonomia
9.0
9.5
Tastiera & Touchpad
8.5
9.0
Display
10
10
Prestazioni e Multimedialità
9.0
9.4
Autonomia
8.0
9.0
Software
9.5
8.9
Rapporto qualità/prezzo
8.0
7.1
8.9
Il voto di Techzilla
9.0
I voti dei lettori
1 voto
Grazie per il tuo voto!
COMMENTA