Trainline ha indagato il rapporto degli italiani con la prevedibilità evidenziando come la tecnologia sempre di più aiuti chi viaggia ad anticipare esigenze, necessità e desideri, consentendo un’organizzazione dei propri viaggi attenta e consapevole.

La ricerca, condotta da Future Concept Lab, ha evidenziato l’impatto attuale e prospettico in termini di cambiamento di valori e attitudini determinato dalla sempre più essenziale presenza della tecnologia nella vita di quattro nuclei generazionali, particolarmente rilevanti per la loro predisposizione verso il mondo digitale e il viaggio. Si tratta di:

  • CreActives (20-25 anni)
  • ProTasters (35-40 anni)
  • Singular Women (45-60 anni)
  • Pleasure Growers (70 anni)

Per ciascuno di essi è stato analizzato il rapporto con la tecnologia, con la fruizione dei servizi e con la mobilità, al fine di individuare il rapporto di ciascuno con la prevedibilità.

CreActives

Per loro la tecnologia è uno “Smart Ecosystem”, una connessione costante e integrata per esperienze geolocalizzate in tempo reale. La relazione con i servizi è “Always On”, considerando l’accessibilità H24 la normalità del quotidiano.

La mobilità è vista come “Innovative Flexibility” attraverso l’utilizzo di mezzi alternativi e sempre nuovi servizi per un’ideale mobilità sostenibile. Per i CreActives la voglia di prevedibilità sta nell’esplorazione: risultano necessarie guide e strumenti per facilitare l’esplorazione sia nei percorsi di vita quotidiani, sia nelle esperienze straordinarie.

In treno usano la tecnologia per soddisfare la loro vocazione esplorativa che li spinge a programmare percorsi consueti o nuovi, sfruttando al massimo le possibilità dell’interconnessione – in relazione al tempo e allo spazio – e cogliendo al volo tutte le offerte vantaggiose. Sono sempre alla ricerca di soluzioni per evitare il più possibile lo spreco di risorse e di tempo nelle diverse fasi del viaggio.

ProTasters

Per loro la tecnologia è la porta d’accesso per una “Elective Community” che permette di accedere a mondi esclusivi, la fruzione dei servizi è vissuta come “Professional Training” ricercando piattaforme, fisiche e virtuali, che agevolino collaborazioni ambiziose sempre più strutturate. La mobilità è vista come un “Personal Concierge” ricercando esclusività e trasparenza dell’offerta d’acquisto in maniera iper-semplificata.

I ProTaster sono individui che si sentono unici e inimitabili, perché sempre più consapevoli delle proprie fondanti caratteristiche distintive. Ed è in questo contesto che vivono la prevedibilità: desiderano e acquistano “esperienze eccellenti” e non più prodotti in sé, particolarmente apprezzate quando proposte come sartoriali.

In treno cercano un’esperienza senza soluzione di continuità, che li arricchisca di stimoli utili alla loro professione o per il piacere nel tempo libero, tra attualità e cultura. Sono attratti dalla possibilità di godere di servizi premium dedicati, soprattutto per anticipazioni.

Singular Women

Per loro la tecnologia ha la forma della “Daily Simplification” al fine di alleggerire il peso delle incombenze quotidiane. La loro relazione con il mondo dei servizi è definita come “Specialized Networking”, privilegiando la ricerca di informazioni per l’attivazione di servizi attraverso il passaparola.

Il loro rapporto con la mobilità è quello dell’“Ongoing Planning”, ricercando innovazione efficace in grado di rispondere alle singole esigenze e fondata sull’expertise. Per le Singular Women il desiderio di prevedibilità si sviluppa nell’area strategica della semplificazione e mette in luce l’importanza di proporre prodotti e servizi ad alto contenuto di innovazione e personalizzazione, in grado di offrire allo stesso tempo soluzioni efficaci e benefit specifici per i fruitori.

In treno, per la loro vocazione multitasking, restano in connessione costante con il network di relazioni di cui sono l’elemento di riferimento. Sono, infatti, alla ricerca di servizi (anche tecnologici) che consentano di trovare soluzioni per lavoro e famiglia che, per loro, “viaggiano in parallelo”.

Trainline Recensione
Recensione Trainline | Comprare un biglietto del treno adesso è più semplice
Trainline è un servizio perfetto, impossibile trovare difetti a questa solida realtà.

Pleasure Growers

Per loro la tecnologia è una “Cheering Guide” che li accompagna con competenza e discrezione nei territori dell’innovazione. La relazione con i servizi consente loro di progettare l’esistenza al di fuori degli stereotipi dell’età. La mobilità per loro dev’essere un “Comfort Upgrade” essendo loro alla ricerca di micro-avventure esistenziali per rimettersi in gioco divertendosi.

Per i Pleasure Growers la prevedibilità è vista come rassicurazione che mette in luce la ricerca di prodotti ed esperienze ad alto contenuto di innovazione e di servizio, in grado di offrire benefit per soluzioni immediate a esigenze concrete, ma allo stesso tempo anche intangibili e proiettate su una visione a lungo termine.

In treno privilegiano esperienze in cui l’innovazione tecnologica sposi anche il “fattore umano”, con soluzioni che sostengano il loro desiderio di sperimentare nuove esperienze di vita all’interno di contesti protetti, stimolanti e rassicuranti.

Per molti anni si è discusso della relazione delicata tra reale e virtuale, fisico e digitale, e soprattutto tra esperienza online e offline, come dimensioni alternative e contrapposte.

I due mondi apparivano inconciliabili e in contrasto, poi è arrivato lo smartphone e ha messo d’accordo tutti, annullando progressivamente il gap e rendendo possibile una convergenza tra fisico e digitale che ha definito le caratteristiche di una dimensione in precedenza inimmaginabile: l’esperienza Onlife.

In questa nuova esperienza tra reale e digitale, le aziende stesse si trovano a intervenire in dimensioni fruitive che mai avrebbero immaginato, accompagnando in modo innovativo l’esperienza unica dei propri clienti.

Francesco Morace, Sociologo e Presidente di Future Concept Lab

Per rendere la prevedibilità sempre più integrata nelle scelte di chi viaggia, Trainline studia continuamente le abitudini e i comportamenti degli italiani al fine di proporre sempre più soluzioni che facilitino il controllo del viaggio stesso.

Grazie ai 125.000 biglietti venduti ogni giorno e alle oltre 8 miliardi di interazioni con i clienti gestite ogni anno, obiettivo di Trainline è quello di portare concreta innovazione tecnologica nel mondo dei viaggi al fine di migliorare l’esperienza delle persone.

Trainline

L’azienda, a tal proposito, sta sviluppando nuove importanti funzioni in grado di consentire il più alto grado di prevedibilità possibile a chi organizza il proprio viaggio in treno: tra di esse la funzione Price Prediction in grado di informare sull’andamento dei prezzi quanto più ci si avvicina alla data di partenza e BusyBot, strumento che – sfruttando la condivisione dei dati da parte dei viaggiatori – permette di sapere dove si possono trovare posti liberi all’interno del treno.

In Trainline ci impegnamo costantemente al fine di garantire ai nostri clienti un approccio al viaggio senza sorprese, in grado di prevedere e assecondare le molteplici necessità di chi viaggia.

Il costante investimento tecnologico ci permetterà presto di portare innovazioni che faciliteranno il viaggio a milioni di persone in tutto il mondo, per rendere ogni spostamento in treno meravigliosamente prevedibile.

Mark Holt, Chief Technology Officer di Trainline.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: