Dopo innumerevoli esitazioni e ritardi, Turing Robotic Industries (TRI) è tornata alla carica con proclami ancora più iperbolici circa il suo dispositivo in fase di sviluppo, il Turing Phone. Per mezzo di una newsletter inviata tramite la propria mailing list, l’amministratore delegato di TRI, Steve Chao, ha annunciato un nuovo telefono all’interno del programma The Outer Blueprint, che ha lo scopo dichiarato di integrare l’intelligenza artificiale negli smartphone.

Turing Phone Cadenza

Il nome esteso del dispositivo è “Turing Phone Cadenza“: descritto dalla compagnia stessa come un prodotto “dalla progettazione perfetta”, il terminale dovrebbe essere rilasciato nel corso del 2017. Ma quel che ha destato l’attenzione dei media sono le specifiche tecniche rilasciate da TRI: si parla di due processori Snapdragon 830 (top di gamma di prossima generazione che non sono stati ancora annunciati da Qualcomm), una fotocamera iMax 6K Quad Rear da 60MP con Triplet Lens/T1.2″ (sic!), fotocamera frontale da 20MP, 12GB di memoria RAM DDR4X, 512GB di memoria interna coadiuvata da due slot microSD per la sua espansione, tripla batteria da 100Wh con celle di grafene e idrogeno, e dell’abilità di supportare fino a quattro nanoSIM in contemporanea.

Turing Phone Cadenza

Cadenza si avvarrebbe del sistema operativo Swordfish OS (che non è stato ancora annunciato, si baserebbe su Sailfish e utilizzerebbe una AI deep learning (ovvero l’intelligenza artificiale ad apprendimento automatico). Gli ingredienti per la bufala spaziale (come da immagini presenti nella newsletter) ci sono tutti, anche alla luce del fatto che nessuno dei social legati a TRI ha accennato alla questione. L’azienda, però, sembrerebbe fare sul serio. Male che vada, Turing è comunque riuscita nell’intento di farci fare quattro sane risate. Se volete approfondire l’argomento, vi reindirizziamo alla newsletter originale spedita da Steve Chao.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: