I giochi per PC che vogliano avere successo devono sicuramente offrire un comparto tecnico di alto livello, una buona scalabilità, una storia valida e un gameplay coinvolgente, ma soprattutto non devono avere al lancio bug gravi che ne pregiudichino la giocabilità, pena la perdita di seguito e introiti.

Ubisoft lo sa bene e, a quanto pare, per il prossimo Assassin’s Creed Syndicate, ha intenzione di correre ai ripari per non ripetere più la figuraccia fatta con Unity.

assassins-creed-syndicate

Secondo il Creative Director Marc-Alexis Cote infatti l’obiettivo dell’azienda è quello di realizzare un gioco privo di bug, o almeno privo di difetti gravi, sin dall’esordio, in modo da assicurare a tutti un’ottima giocabilità.

Per questo motivo, ha dichiarato durante un’intervista a GameSpot, oltre 30.000 tester sarebbero già a la lavoro sul titolo, in modo da assicurarsi che al lancio del gioco, previsto per il prossimo 22 ottobre su PC, Sony PlayStation 4 e Microsoft Xbox One, non debbano ripetersi gli spiacevoli episodi verificatisi col capitolo attuale.

assassins-creed-syndicate

Si tratta dunque sicuramente di ottime intenzioni, che speriamo prendano davvero corpo a ottobre. Al momento per, per quanto riguarda il gioco in sé, come abbiamo sottolineato la volta scorsa, a guardare il video del primo walk through mostrato all’Ani-Com & Games di Hong Kong, le novità sarebbero abbastanza poche, per non dire nulle, limitandosi al normale aggiornamento dell’arsenale a disposizione del nostro assassino e al suo abbigliamento, al fine di integrarlo nel tempo storico in cui è ambientato il gioco, elementi per che non modificano in alcun modo il gameplay, che per altro sin dal primo gioco della serie è equamente amato o odiato.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome