A casa Ubisoft si borbotta. Movito? Le console per videogiochi durano troppo.

Questo è quanto è stato dichiarato dall’amministratore delegato di Ubisoft, tale Yves Guillemot, che ai redattori del noto sito Polygon.com espone la sua posizione in merito alla longevità delle console (in special modo viene fatto l’esempio dell’Xbox 360 di Microsoft) asserendo che, se le console non si evolvono, non si potranno altresì evolvere le prossime generazione di videogiochi.

Un ricambio generazione che, in quest’ultimo periodo, stiamo vedendo solamente da parte di Nintendo che lancerà a breve Wii U anche sul mercato Italiano. Queste, in breve, le dichiarazioni rilasciare dal responsabile di Ubisoft:

Nel settore, di solito noi siamo abituati a cambiare macchina ogni cinque anni, e dall’uscita del Xbox 360 ad oggi di anni ne sono passati addirittura sette. Non è una questione di potenzialità o di tecnologia che via-via diventa obsoleta, però c’è da dire che il ciclo vitale di una console danneggia molto l’intero settore videoludico, il mercato va in decrescita perchè non ci sono le condizioni adatte per realizzare delle nuove proprietà…

Un occhio di riguardo viene anche dato alle vendite:

Quando una console è fuori da troppo tempo, non ci si può lanciare in progetti troppo pretenziosi ed originali: anche se i videogiochi in questione sono qualitativamente eccelsi, purtroppo non venderanno come dovrebbero… Quando invece si ha la possibilità di lavorare su nuove console, invece, i giocatori più esperti premiano l’innovazione perché cercano sempre cose nuove; di conseguenza, il mercato reagisce bene….

Dalle voci di corridoio però sembra una lamentela fine a se stessa quella di Ubisoft visto che, oltre alla già annunciata Wii U, sembrano in fase di arrivo una Wii Mini, una PlayStation 4 e una tanto chiacchierata Xbox 720. Dite che queste affermazioni sono state scatenate da un papabile contrordine di casa Sony e Microsoft che allontana di molto l’arrivo delle nuove console?

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: