Ques’oggi vi mostrerò come poter installare in Dual-Boot sul vostro Tablet Asus Eee Pad Transformer, Ubuntu Linux 11.10 con Unity 2, così da poter avere sul proprio tablet, una vera e propria esperienza PC.

Dico fin da subito che non mi assumo responsabilità in caso di guasti o brick del vostro dispositivo, fate tutto a vostro rischio e pericolo, anche se, se seguirete la guida minuziosamente non dovreste avere brutte sorprese. Inoltre seguendo questa guida nel vostro tablet verrà inserita una Rom Modificata, con permessi di Root e Recovery ClockworkMod, invalidando la garanzia. La guida funziona sicuramente su Asus Eee Pad Transformer 16Gb NO 3G, e nei modelli inferiori a B70. Dai B70 in su non dovrebbero essere supportati, quindi non provate se non volete correre il rischio di brickare il vostro dispositivo!

Prima di tutto preciso che la guida è strutturata su Ubuntu Linux, e i programmi necessari a fare il tutto sono studiati per Ubuntu Linux, quindi, per ora, niente Windows. Per ciò se avete installato Ubuntu sul vostro PC bene, se no, o lo installate, o aspettate che vengano rilasciati i programmi anche su Windows.

Precisazione: sul vostro Transformer ci sono varie modalità di accensione! C’è la modalità APX, la modalità Recovery, e la modalità Accensione Normale:

  1. Modalità APX: all’accensione dovrete premere il tasto accensione e Volume+ contemporaneamente per circa 5 sec. Il display del tablet resterà nero, non preoccupatevi è normale.
  2. Modalità Recovery: all’accensione dovrete premere il tasto accensione e Volume- contemporaneamente finchè non compare una scritta che dice di premere il tasto Volume+ per entrare in Recovery.
  3. Modalità Accensione Normale: partirà il boot del vostro tablet normalmente tenendo premuto il tasto accensione.

Detto ciò cominciamo subito scaricando i pacchetti necessari:

  • RootFS (immagine di Ubuntu)
  • OLiFe (programma per Ubuntu per flashare il Transformer)
  • Custom Rom Revolver 3.9.3 (NB: puoi usare qualsiasi custom rom, purchè ci sia la versione NVFLASH)

Una volta scaricati questi due pacchetti, scomprimete OLiFe in una cartella:

Adesso, dentro l’archivio RooFS troverete ubuntu.img di circa 2Gb. Estraetelo dentro la cartella images in OLiFe.

Fatto ciò, dentro l’archivio della Custom Rom scaricata (in questo caso la Revolver 3.9.3), cercate boot.imgrecovery.img system.img ed estraeteli sempre dentro la cartella images in OLiFe.

Fatto ciò siete pronti per flashare il vostro Transformer! NB: fate un backup prima di procedere, perché perderete TUTTI i dati all’interno del tablet!

Adesso entrate nella cartella di OLiFe, e lanciate OLiFe.sh, e poi Esegui sul Terminale. Fatto ciò si aprirà il terminale e scrivere “Understood” e dopo la vostra password.

Ora avrete una serie di opzioni da scegliere. Scegliete la seconda (inserendo 2 e premendo Invio). Adesso potrete scegliere tra:

  1. Dualboot – Avrete sul vostro Transformer sia Ubuntu sia Android (L’opzione successiva vi chiederà quale OS volete che sia quello di default).
  2. uboot – Avrete installato SOLO ubuntu con Kernel ChromeOS, garantendo l’accelerazione Hardware (al momento non funziona).
  3. asus boot – Avrete installato SOLO ubuntu ma con Kernel Android, quindi senza accelerazione Hardware.
  4. stock – Avrete installato SOLO Android così come nasce.

L’opzione che vi consiglio è il DualBoot e successivamente mettere Android come OS di default

Quindi premete 1, poi di nuovo 1 per scegliere Android di default: adesso dovrete collegare il vostro Transformer al PC tramite il cavo USB e mettere il vostro dispositivo in APX Mode. Una volta fatto questo premete un tasto qualunque.

Adesso dovrete aspettare moooolto tempo prima che il programma flashi i 2Gb di Ubuntu sul vostro Transformer. Nel frattempo prendetevi un caffè.

Una voltà che avrà finito, il vostro Transformer si riavvierà da solo, e si avvierà Android se l’avete selezionato come OS di default. Per avviare Ubuntu invece, dovrete entrare in modalità Recovery, difatti la modalità Recovery, adesso è la vostra partizione Linux.

Al primo avvio di Ubuntu, verrà creata la tabella delle partizioni e ci starà un bel pò.

Nella prima configurazione di Ubuntu, dove verrà messo nome utente, nome PC e password, ci accorgeremo che manca la tastiera a schermo. Poco male perché ci sono due soluzioni:

  1. Collegare il Tablet alla Dock.
  2. Per chi non ha la Dock basterà lanciare di nuovo OLiFe.sh e premere l’opzione 5: Onscreen Keyboard e successivamente l’opzione 1: Standard Kernel. L’importante è che il tablet sia ancora connesso al PC tramite cavo USB.

Fatto ciò, procedete con la prima configurazione di Ubuntu e una volta avviatosi divertitevi come più potete!

Per quanto riguarda i bug, che non possono non mancare, posso segnalare la batteria che graficamente non segnala la restante autonomia (solo da terminale), gli speaker che non vanno (le cuffie invece si), e la webcam che non va

NB: per avere sempre la tastiera a schermo all’avvio, dovrete andare in alto a destra e cliccare sull’icone della “ruota di carro” e successivamente su System Settings, poi Universal Access, Typing e switchare Typing Assistant su ON (Screen Keyboard)

Se dopo aver provato il tutto non siete soddisfatti dell’esperienza che Ubuntu può fornire al vostro tablet, e volete tornare indietro, basterà che, sempre tramite OLiFe, dopo aver selezionato l’opzione 2. Flash device, selezionate 4. Stock, mettete il vostro Transformer in APX Mode, e riporterà tutto alla normalità!

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome