WeChat non è un servizio troppo diffuso in Italia, c’è stato un periodo in cui l’azienda spingeva forte per l’adozione ma fortunatamente gli utenti italiani hanno scelto altro. Perché fortunatamente?

Semplice: WeChat ha ammesso pubblicamente di condividere dati e informazioni personali dei suoi utenti al governo Cinese. L’azienda ha aggiornato la sua politica per la privacy in modo da non andare contro a leggi e regolamentazioni.

I dati che WeChat condivide con le autorità Cinesi includono:

  • Nomi
  • Contatti
  • Indirizzi email
  • Posizione

Se tutto questo vi spaventa ma non avete mai sentito parlare di WeChat vi basti sapere che l’azienda conta circa 600 milioni di utenti in Cina, è l’app per la messaggistica più diffusa. Il motivo è chiaro, il governo Cinese fa di tutto per controllare tutti i servizi e le attività online, applicazioni come WhatsApp e Facebook Messenger sono bloccate.

WeChat

Ma WeChat non è solo un servizio Cinese, è possibile installare questa applicazione su tutti gli smartphone iOs e Android, basta scaricarla da App Store e Play Store. Se già non c’era motivo di utilizzare WeChat al posto di WhatsApp, Telegram e Facebook Messenger, ora c’è un motivo in più. Decisamente più importante e poco simpatico.

Via
Fonte

Partecipa alla discussione