L’aggiornamento gratuito a Windows 10 scade il 29 luglio

Dopo tale data, per ottenere una licenza dell'ultima versione del sistema operativo Microsoft sarà necessario pagare un minimo di 135 euro per la versione Home di Windows 10

Se le insistenti notifiche di aggiornamento non fossero state sufficienti per invogliare gli utenti ad installare Windows 10, è probabile che l’incombente scadenza fissata da Microsoft convincerà parecchi possessori di computer e notebook Windows ad effettuare l’aggiornamento. A partire dal 30 luglio del 2016, infatti, non sarà più possibile contare sull’aggiornamento gratuito del sistema operativo, rilasciato ufficialmente il 29 luglio dello scorso anno.

Nel corso delle prossime settimane – la data ufficiale dovrebbe essere fissata per il 2 di agosto -, inoltre, il colosso di Redmond dovrebbe rilasciare il cosiddetto “anniversary update“, che introdurrà nuove gesture più avanzate, nuovi comandi per l’assistente vocale Cortana, e la versione unificata degli app store di Windows e Xbox One.

windows 10 aggiornamento gratuito scadenza

Nelle intenzioni di Microsoft, Windows 10 avrebbe dovuto essere gratuito solamente per il primo anno. A meno che la compagnia non cambi idea all’ultimo momento, al termine della scadenza le licenze per Windows 10 Home potranno essere acquistate al prezzo di 135 euro, mentre la versione Pro, il cui costo ufficiale non è stato ancora annunciato, verosimilmente si aggirerà intorno ai 200 euro. Recentemente Microsoft ha annunciato di aver raggiunto con Windows 10 ben 350 milioni di dispositivi, anche se l’azienda vorrebbe portare il suo OS ad un miliardo di utenti. C’è da chiedersi se per Microsoft sia veramente conveniente cominciare a vendere le licenze per Windows 10, o se non sarebbe convenuto continuare a diffondere gratuitamente il sistema operativo per sfruttare al meglio la politica degli acquisti in-app.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: