Windows 8, si sa, includerà il servizio di virtualizzazione lato client chiamato Hyper-V hypervisor. Sembra però che ci potrebbe essere qualche problema per coloro che utilizzano vecchi PC e server.
Hyper-V Hypervisor è stato sotto il cofano di Windows Server 2008 e Windows Server 2008 R2, ma la scorsa settimana un portavoce di Microsoft ha annunciato che la virtualizzazione lato client sarà inclusa in Windows 8.
Hyper-V garantirà molte nuove funzionalità alla virtualizzazione su Windows 8, compresi nuovi sistemi di storage, di memoria, e miglioramenti nel networking, tra cui un nuovo formato di disco rigido virtuale (. vhdx) che permette fino a 16 TB di dati, al contrario del limite di 2 TB del .vhd.

Windows 8 Hyper-V  inoltre garantirà il supporto per quattro core e accelerazione hardware.
Ma dalla ultime indiscrezioni sembra che Hyper-V, per funzionare, richiederà processori a 64 bit con Intel VT-x o AMD-V, oltre allo SLAT ( Second Level Address Translation). SLAT è una versione aggiornata di virtualizzazione hardware che è inclusa nei processori Intel Core i3 , i5 e i7 e negli AMD più recenti, dunque piuttosto rara.
Nel mondo dei server, dove le macchine non vengono aggiornate spesso, il requisito SLAT sarà una brutta pillola da digerire. Molti saranno quindi costretti ad acquistare nuovi server, se desidereranno eseguire le versioni server di Windows 8.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here