E’ stato appena presentato iOS 15, la nuova versione del sistema operativo di Apple pensato per iPhone che arriverà in maniera ufficiale il prossimo autunno, in concomitanza con l’uscita dei nuovi flagship della Mela. Le novità del software sono molteplici e sono state condizionate inevitabilmente dalla condizione sanitaria in cui versa il mondo da più di un anno. Tanta attenzione, dunque, all’intrattenimento e alla condivisione di momenti in digitale, ma anche miglioramenti e nuove funzioni a diverse app proprietarie.

FaceTime

Il mattatore della serata, Craig Federighi, ha sottolineato come FaceTime abbia raggiunto con iOS 15 un livello superiore, grazie all’adozione dello Spatial Audio, tecnologia che permette alle conversazioni di essere più inclusive, coinvolgenti e più ricche di qualità, grazie all’utilizzo del microfono del dispositivo Apple che è in grado di isolare la voce. Oltre alla nuova visualizzazione in Grid View e in Portrait Mode (con sfondo sfocato), Apple ha presentato anche FaceTime Links, il modo più semplice per creare un link della videochiamata condivisibile facilmente anche con utenti Android e Windows, che potranno accedere all’evento online tramite web. Non manca, come nella concorrenza, la possibilità di programmare una chiamata video e di calendarizzarla.

Un’altra novità risiede in SharePlay, che permette di condividere musica, film, lo schermo del dispositivo ed altro con i partecipanti della videochiamata, i quali potranno interagire attivamente, mettendo ad esempio in pausa la riproduzione musicale.

Focus

Apple si è impegnata a tenere conto degli impegni degli utenti, rilasciando in iOS 15 Focus, una funzione che crea dei profili per ridurre le distrazioni. Quelli che sono stati mostrati sono “Non disturbare”, “Personale”, “Lavoro” e “Sleep” e sono completamente personalizzabili; gli utenti possono scegliere quali notifiche ricevere, contestualmente l’AI di iOS darà una mano per evidenziare le app che vengono maggiormente utilizzate durante un particolare contesto.

Ma Focus permette anche di cambiare la home dello smartphone a seconda del filtro, mostrando le app e i widget importanti, e di porre in risalto il “Non disturbare” nella chat di iMessage, al fine di scoraggiare l’invio da parte di terzi di messaggi poco urgenti.

Notifiche

Con iOS 15 arriva Notification Summary, la soluzione software pensata da Apple per riassumere tutte le notifiche ricevute in un unico grande sommario, creato automaticamente dal sistema. Il nuovo sistema permette di discernere facilmente i messaggi più importanti e quelli meno rilevanti, senza occupare tanto spazio nel centro notifiche.

Altro

Partiamo da Wallet, che ora consente di digitalizzare molti più contenuti, carte e dati personali. Ad esempio, durante la presentazione si è parlato di chiavi digitali per aprire l’auto (oltre a BMW che è stata pioniera), di inserire chiavi di casa, badge di lavoro, chiavi di hotel (Walt Disney Word, Hyatt, etc…) e anche la carta d’identità digitale (si parte dagli USA).

Si rinnova anche l’app Meteo, dal punto di vista grafico e funzionale, grazie alla presenza di maggiori informazioni, come ad esempio la qualità dell’aria e alla presenza di una nuova mappa interattiva che mostra la temperatura e le precipitazioni.

Interessante la crescita esponenziale di Mappe, che con iOS 15 migliora molto dal punto di vista estetico e, di conseguenza, funzionale. Si, perchè la cartografica si compone di nuovi colori e particolari dettagli che migliorano la ricerca dei luoghi e la stessa navigazione (vista di semafori, corsie degli autobus, etc…). Entro la fine dell’anno arriverà la mappa dettagliata anche dell’Italia. Tra le novità si segnala la nuova modalità notturna e la modalità che sfrutta la Realtà Aumentata per la navigazione a piedi.

Ultima grande novità è Live Text, la funzione che sfrutta la fotocamera di iPhone per selezionare qualsiasi testo da una foto, estrarlo e incollarlo in qualsiasi ambiente e app di iOS. La funzione è attiva anche durante la visualizzazione di un’immagine dalla Galleria.

I miglioramenti hanno toccato l’app Foto e la funzione Memories, Safari e, soprattutto, la privacy. Ci sono, infatti, nuovi strumenti per proteggere le informazioni degli utenti; l’audio di Siri viene elaborato direttamente su iPhone, Mail Privacy Protection può nascondere gli indirizzi IP e impedisce ai mittenti di sapere se un’email è stata letta e l’App Privacy Report mostra una visualizzazione completa di quali informazioni le app installate abbiano avuto bisogno per funzionare correttamente.

iOS 15 sarà disponibile per i possessori di iPhone 6s Plus e successivi, iPhone SE 1a gen, iPhone SE 2a gen e iPhone Touch 7a gen.


Rimani aggiornato su offerte lampo ed errori di prezzo, seguici su Telegram!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.