L’azienda degli smartphone MIUI. Xiaomi negli USA sarà presente a partire dal 2014 dopo che in Cina ha venduto oltre 7.19 milioni di terminali che hanno generato nelle casse dell’azienda un’entrata di circa 2 miliardi di dollari americani, un vero successo.

I numeri sono importanti dato che includono solo tre terminali, parliamo del Mi-one, del Mi-one S e del più recente Mi-Two. Quest’ultimo in particolare risulta essere il più interessante in quanto mette insieme la più potente piattaforma SnapDragon S4 di Qualcomm a circa soli 310$ senza vincoli contrattuali.

Xiaomi negli USA
Xiaomi negli USA già dal 2014?

Forte di questo successo l’azienda ne vuole ovviamente approfittare e cercare altri mercati molto proficui, e per questo sarebbe emersa di recente la notizia dell’arrivo di Xiaomi negli USA. Per quanto riguarda le date si parla, a detta del portavoce dell’azienda Li Wanqiang, del 2014 o 2015, quindi non proprio vicinissimo.

Potrebbe quindi arrivare direttamente con il prossimo terminale della serie, del quale si parlava circa un mese fa, un ipotetico Mi-3 con processore Tegra 4, 2.5 GB di memoria RAM e connettività di ultima generazione con il supporto alle reti LTE. L’arrivo è previsto durante quest’anno.

Però, mantenere un livello di competitività così alto in uno Stato diverso dalla Cina potrebbe risultare molto difficile la concorrenza è sicuramente molto più forte e probabilmente per sfondare Xiaomi negli USA dovrà innovare ancora di più per stare al passo delle ultime novità del CES 2013. Per l’Europa non sappiamo ancora nulla, ma l’azienda non dovrebbe arrivare in tempi così brevi, sempre se ci arrivi.

Via | CNet

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: