Ieri si è tenuto l’evento di presentazione italiana del nuovo e affascinante YotaPhone 2. Si tratta di un dispositivo chiacchieratissimo, che fin dal principio ha incuriosito e attirato le attenzioni di tutto il mondo tech: è innovativo perché è il primo smartphone ad avere ben 2 schermi, uno classico AMOLED FullHD sulla parte anteriore, e un secondo e-Ink qHD sul retro.

Di seguito alcune specifiche:

  • Processore Qualcomm Snapdragon 800 quad-core 2.2 Ghz, con 2GB RAM e 32GB eMMC.
  • Fotocamera da 8MP con autofocus e Flash LED (che può essere usata per scattare “selfie” in alta risoluzione grazie alla funzione YotaMirror) e fotocamera frontale da 2MP.
  • Connettività 4G/LTE, Wi-Fi e Near Field Communications (NFC).

Per la prima volta ieri abbiamo avuto modo di toccare con mano questo dispositivo decisamente diverso, e le sensazioni erano discordanti: si tratta di uno di quei dispositivi che ogni amante della tecnologia sogna di vedere, che ha qualcosa di futuristico e può segnare una nuova via nel segmento smartphone; ma altrettanto vero è che il prezzo è decisamente fuori portata per molti, o comunque ci sono delle alternative altrettanto costose decisamente più popolari e affermate (qualcuno ha detto iPhone?).

Sottile, potente ed elegante, YOTAPHONE 2 combina le familiari funzionalità del sistema operativo Android con qualcosa di mai visto prima: due display touch con personalità molto diverse tra loro. Il display frontale è uno schermo AMOLED Full HD con una risoluzione di 1280p, perfetto per navigare su internet, utilizzare i social network, guardare video e divertirsi con i propri giochi preferiti. Ma è solo capovolgendo il device che si esprime l’unicità di YOTAPHONE 2: l’altro schermo Always-On di Yota, ideale per la lettura di e-book, il controllo di notifiche, la visualizzazione outdoor, la personalizzazione con le proprie immagini preferite e molto altro.

Sicuramente è un dispositivo ben costruito, che ci è sembrato solido e dal design accattivante. Le specifiche non sono proprio bestiali per essere un top di gamma (l’hardware è paragonabile a top di gamma di circa un annetto fa), ma l’esperienza d’uso sembra essere appagante anche senza specifiche esagerate.

Pensiero balenatomi in testa durante la presentazione: è un telefono che può essere usato solo con bumper, ma non con cover standard, a meno di non rinunciare alla funzionalità del display posteriore. Chicca interessante in fatto di ingegnerizzazione è lo slot della SIM inserito dietro i tasti volume, per non avere anti-estetici sportellini a vista.

Yota arricchisce il proprio smartphone di funzioni interessanti come:

  • YotaEnergy – Questa modalità trasferisce automaticamente tutte le funzioni fondamentali, incluse chiamate e messaggi, sul display Yota Always-On non appena la batteria raggiunge il 15%, garantendo altre 8,5 ore di utilizzo.
  • YotaMirror – Sul display Yota Always-On è possibile utilizzare qualsiasi app Android, da quelle più popolari per la lettura (come Kindle di Amazon) a quelle di messaggistica (come WhatsApp) fino a quelle per lo streaming musicale (come Spotify) quelle per la navigazione gps e gli sport outdoor. Inoltre, è possibile sfruttare leggibilità e durata della batteria con qualsiasi altra attività possa beneficiarne.
  • YotaSnap e “Life after death” – E’ possibile continuare a visualizzare informazioni importanti come una mappa, il luogo di un incontro o una carta d’imbarco, anche quando la batteria del telefono sarà completamente esaurita, copiandole dal display a colori e conservandole sul display Yota Always-On.
  • YotaCover – Con un semplice tocco si possono nascondere le informazioni presenti sul display Yota Always-On impostando la propria YotaCover. In altre parole, si scelgono foto o notifiche per personalizzare il proprio dispositivo e, allo stesso tempo, per impedire ad altri di visualizzare le proprie informazioni personali. Grazie a YotaCover è quindi possibile cambiare la cover del proprio telefono in qualsiasi momento, usando le proprie immagini preferite: dalla foto dei propri bambini allo stemma della squadra del cuore fino al ricordo dell’ultima vacanza con gli amici, tutto questo potrà diventare la cover del proprio smartphone con un semplice tocco dello schermo.

YOTAPHONE 2 sarà disponibile anche in Italia da dicembre 2014 al prezzo consigliato di 749€ (IVA inclusa) attraverso operatore, in distribuzione e online: sarà così possibile scegliere la propria modalità di acquisto preferita per avere subito tra le mani il nuovo rivoluzionario smartphone.

Grazie all’accordo di esclusiva siglato con Vodafone, sarà possibile acquistare YOTAPHONE 2 presso gli oltre 700 Vodafone store su tutto il territorio nazionale, abbinandolo a un piano ricaricabile o RELAX.

Il device sarà inoltre distribuito su tutto il territorio nazionale da Ingram Micro e disponibile già da metà dicembre presso i punti vendita Mondadori Megastore.

Sarà poi acquistabile online sul sito www.yotaphone.com.

Attualmente YOTAPHONE 2 è in vendita in venti paesi d’Europa, nei paesi del CIS e nel Medio Oriente, attraverso il sito www.yotaphone.com e numerosi partner di canale, oltre che nel primo Store Yota aperto a Londra (Brick Lane in Shoreditch) mercoledì 3 dicembre. Sarà inoltre disponibile a Hong Kong entro la fine di dicembre 2014 e a Taiwan, in Cina e negli altri mercati asiatici nel primo trimestre del 2015. USA, Canada e America Latina seguiranno subito dopo.

Di seguito vi lasciamo il nostro breve hands-on e una galleria fotografica dall’evento:

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: